Segone tagliare tronchi di legna (in dialetto “truncòn”) – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Attraverso la categoria “Museo rurale virtuale”, cerchiamo di farvi riscoprire le nostre origini anche nella descrizione dell’uso degli antichi utensili. 
Ecco l’immagine dell’ “Segone” da boscaiolo, attrezzo usato per tagliare i tronchi di legna in 2 persone, comunemente chiamato “truncòn” nelle lingue dialettali delle valli del Taro e del Ceno dalla caratteristica “parlata ligure”.
(guarda la categoria Attrezzi […]

Read more

“Mestieri di una volta”: Andrea Cacchioli (“mastro” fabbro per hobby) – 14/09/2014 Albareto (PR) – 19ª Fiera del Fungo Porcino

Il “fabbro” o “forgiatore”, artigiano esperto e abile nella realizzazione di manufatti, (un mestiere che ci ricorda il nostro passato e la fatica dei nostri padri i quali, ogni giorno, realizzavano manualmente senza l’ausilio dell’elettronica e della tecnologia, ma con ingegno e fatica, oggetti per “il vivere” quotidiano), è un antico mestiere del territorio, parte integrante della […]

Read more

Ferro per Buoi – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Attraverso la categoria “Museo rurale virtuale”, cerchiamo di farvi riscoprire le nostre origini anche nella descrizione dell’uso degli antichi utensili. 
Ecco alcune immagini che ritraggono il “Ferro per Buoi”, usato per proteggere gli zoccoli dei bovini, utilizzati nei lavori nei campi.
(guarda la categoria Attrezzi – oggetti di una volta – vai alla pagina “Museo rurale virtuale“)
Foto di Roberto Pavio (guarda […]

Read more

Incudine da falciatore (in dialetto “marcia”) battifalce, attrezzo per “battere” e “assottigliare” la lama della Falce fienaria – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Attraverso la categoria “Museo rurale virtuale”, cerchiamo di farvi riscoprire le nostre origini anche nella descrizione dell’uso degli antichi utensili. 
Ecco l’immagine dell’ “incudine da falciatore”, comunemente chiamato “marcia” nelle lingue dialettali delle valli del Taro e del Ceno dalla caratteristica “parlata ligure” (in questo caso si tratta dello specifica incudine “battifalce”).
(guarda la categoria Attrezzi – oggetti […]

Read more

Aratura con i buoi – San Quirico di Albareto (Parma) – anni 1976/77 – “Memoria contadina” – “Museo rurale virtuale”

Attraverso la categoria “Museo rurale virtuale”, cerchiamo di farvi riscoprire le nostre origini anche nella descrizione dell’uso degli antichi attrezzi e utensili. 
Ecco una bellissima immagine, inoltrata da Roberto Pavio (che ringraziamo di cuore), scattata all’incirca negli anni 1976/77 da Don Duilio Schiavetta, che mostra Vernazza Luigi, Vernazza Giuseppe e Pavio Cesarino intenti ad arare, con […]

Read more

Martello (in dialetto “martéllu”) battifalce, attrezzo per “battere” e “assottigliare” la lama della Falce fienaria – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Attraverso la categoria “Museo rurale virtuale”, cerchiamo di farvi riscoprire le nostre origini anche nella descrizione dell’uso degli antichi utensili. 
Ecco l’immagine del “martello”, comunemente chiamato “martéllu” nelle lingue dialettali delle valli del Taro e del Ceno dalla caratteristica “parlata ligure” (in questo caso si tratta dello specifico martello “battifalce”).
(guarda la categoria Attrezzi – oggetti di una […]

Read more

Falce fienaria (in dialetto “curiatta” o “frèina”) con lama lunga triangolare, leggermente ricurva, utilizzata per tagliare l’erba – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Attraverso la categoria “Museo rurale virtuale”, cerchiamo di farvi riscoprire le nostre origini descrivendo l’uso degli antichi utensili. 
Ecco l’immagine della “Falce” o “Falce fienaria”, comunemente chiamata la “curiatta” (nella lingua dialettale delle valli del Taro e del Ceno, la caratteristica “parlata ligure” locale)  o in altri luoghi (nelle forme dialettali derivate dal più recente francese) conosciuta […]

Read more

Paiolo (in dialetto “ramà”), una pentola utilizzata in particolare per la cottura della polenta – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Ecco l’immagine di un vecchio Paiolo in rame, utilizzato prevalentemente per la cottura della polenta direttamente sulla fiamma o sulla piastra di ghisa (stufa a legna), che comunemente nella lingua dialettale delle valli del Taro e del Ceno (la caratteristica “parlata ligure” locale) viene chiamato ramà o parö’, oppure lavezu.
(guarda la categoria Attrezzi – oggetti di […]

Read more

Falce messoria, “falcetto” (in dialetto messùra) con lama ricurva, utilizzato per la mietitura a mano del grano – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Ecco l’immagine di una Falce messoria o “falcetto”, attrezzo agricolo usato per la mietitura a mano del grano e di altri cereali che comunemente in dialetto (parlata ligure delle valli del Taro e del Ceno) viene chiamato messùra.
(guarda la categoria Attrezzi – oggetti di una volta – vai alla pagina “Museo rurale virtuale“)
Foto di Roberto Pavio (guarda i post Autori, […]

Read more

Contenitore della cote (in dialetto cudà) realizzato con un “corno” di bovino – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Ecco l’immagine di un fodero (realizzato con un corno di bovino) utilizzato come contenitore della “cote” (tradizionale pietra lunga ed affusolata, utilizzata per affilare la falce), fodero che comunemente in dialetto (parlata ligure delle valli del Taro e del Ceno) viene chiamato cudà.
(guarda la categoria Attrezzi – oggetti di una volta – vai alla pagina “Museo rurale virtuale“)
Foto di […]

Read more