Caprioli al pascolo – Località “Prebada” – Tombeto di Albareto (Parma) – Val Gotra (luglio 2015)

Print Friendly, PDF & Email

caprioli (100) raduraEcco alcune immagini di alcuni esemplari di Capriolo (Capreolus capreolus, Linnaeus 1758), dalla tipica colorazione estiva rosso-marrone, ripresi al pascolo, nei pressi di una radura in località  “Prebada” nella frazione di Tombeto nel Comune di Albareto (Parma), tra la quiete e il silenzio della Val Gotra.

Guarda i post 

Animali, Capriolo

caprioli (104) radura

caprioli (102) radura… qualche volta, il prato è così generoso da regalare la vista di un animale selvatico “libero”, (guarda i post Capriolo e Animali, Foto), circondati dal silenzio della natura negli splendidi anfiteatri naturali del nostro Appennino !!!!

(guarda i post Natura  e “Emozioni nel bosco“)

I Caprioli ripresi (apparentemente in buona salute), sono immersi in un prato vestito coi colori estivi, nei pressi di Tombeto di Albareto (Parma) in Val Gotra.

Abbiamo letto che ..
caprioli (101) radura
Le popolazioni di Capriolo diffuse sull’arco alpino e nell’Appennino settentrionale, originatesi per immigrazione dall’Europa centrale e/o frutto di reintroduzioni operate con soggetti provenienti da quest’area, debbono dunque essere attribuite a C. c. capreolus. I nuclei presenti nella Tenuta Presidenziale di Castelporziano (Lazio), nella Foresta Umbra (Gargano, Puglia), nei Monti di Orsomarso (Calabria) e le popolazioni della Toscana meridionale (colline senesi e Maremma) rappresenterebbero le uniche popolazioni relitte del Capriolo un tempo presente in tutta l’Italia centro-meridionale, riconducibile secondo Festa (1925) alla forma italicus.
Recenti lavori di carattere genetico (Randi et al. 2004) sembrano confermare questa tesi.

Galleria immagini: Caprioli al pascolo – Località “Prebada” – Tombeto di Albareto (PR) in Val Gotra (luglio 2015)

caprioli (105) raduraNon si può evitare di danneggiare, o meglio salvaguardare, ciò che non si conosce … per questo occorre cercare di osservare, con considerazione e rispetto …

dunque ci auguriamo che anche queste immagini e il breve testo siano utili e possano costituire un piccolo passo per far comprendere, per poterla appezzare e rispettare, la “biodiversità” del nostro territorio.

Guarda i post Natura

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.