«

»

mag 22 2015

Caltha Palustris fiore antico di palude – Val Gotra – Boschetto di Albareto (PR)

Caltha Palustris (121) naturaDurante una passeggiata (il 6 maggio 2015) di inizio primavera, nei boschi di faggio della Comunalia di Boschetto-Tombeto (nel versante settentrionale del crinale tosco-emiliano), nel territorio del Comune di Albareto, in Provincia di Parma nei pressi della località “Prato di Ciapēn”, si incominciano a vedere altri segni dell’arrivo della nuova stagione (guarda il post Il Campanellino fiore di inizio primavera – Val Gotra – Boschetto di Albareto (PR)).

Ed ecco alcune immagini del delizioso Caltha Palustris L (Ranuncolo, Marsh Marigold), pianta acquatica dai fiori colorati di giallo intenso, appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae.

Caltha Palustris (110) naturaGuarda i post Il Campanellino fiore di inizio primavera – Val Gotra – Boschetto di Albareto (PR) e

Val Gotra: Ruscello “Rio Bisselle” confluente del Gotrino – Comunalia di Tombeto e Boschetto – Albareto (Parma) – 22/04/2015

Caltha Palustris (128) naturaQuesti meravigliose manifestazioni della natura (fiori di color giallo intenso, disposti in numero da 1 a 3 per ogni peduncolo), il ranuncolo Caltha Palustris, già dal mese di marzo annunciano l’arrivo della primavera. 

Viene considerata una pianta molto antica, in quanto la Caltha Palustris (come per altre specie della famiglia delle Ranunculaceae), ha una struttura primitiva dal punto di vista evolutivo (poliandria primaria) caratterizzata da numerosi stami in disposizione spiralata per favorire al massimo la fecondazione e quindi la propagazione della specie.  E’sopravvissuta alle varie glaciazioni fiorendo nell’Europa del Nord dopo l’ultima ritirata del ghiaccio.

Caltha Palustris (122) natura… le splendide fioriture di Caltha Palustris, sono immerse nella quiete ed il silenzio della Val Gotra, nel sottobosco umido, nel piccolo ruscello nei pressi di in una zona boscata, nel prato comunemente chiamato “Prato di Ciapēn” a Boschetto di Albareto (PR).

Guarda i post Primavera 

Abbiamo letto  che …

La caltha palustris è una pianta acquatica, e prediligre luoghi molto luminosi e soleggiati.Caltha Palustris (123) natura

La si può trovare sui bordi di stagni o altre specchi d’acqua, ma anche in zona particolarmente umide ed erbose fino ad un’altitudine di duemila metri.Caltha Palustris (109) natura 

I fiori presentano sia organi riproduttivi maschili che femminili e l’impollinazione avviene tramite insetti; sono privi di calice, mentre la corolla è composta dai cinque agli otto petali, gli stami (organi riproduttivi maschili) sono di colore giallo e in numero consistente, mentre i pistilli (organi riproduttivi femminili) al massimo sono dieci.Caltha Palustris (107) natura

Le foglie sono disposte in rosetta basale, e sono piuttosto carnose, cuoriformi, con margine seghettato.Caltha Palustris (119) natura

Il suo nome deriva da due termini greci, kalathos o kalazos, che significa coppa o contenitore ed è dovuto alla forma ricurva dei petali, e palustris, in riferimento al luogo dove questo fiore si può trovare più facilmente, nelle paludi.

 Per provare l’atmosfera e l’emozione della “flora multicolor”, crediamo non sia necessario andare in luoghi lontani,  basta abbassarsi, e abbandonarsi davanti ad tappetto di semplici ranuncoli “primaverili”.

Guarda i post Boschetto e Tombeto

Caltha Palustris (104) naturaLasciarsi abbracciare dai prati fioriti, colorati con fiori, erbe spontanee, piante di montagna e cieli purissimi, immergersi nella viva natura, osservando colori e profumi equivale a sfogliare un’ enciclopedia vivente, un piacere per gli occhi, ed un regalo per l’anima.

(garda i post

 “Flora Multicolor“) 

Caltha Palustris (112) naturaCi siamo soffermati ad ammirare, uno dei tanti paesaggi caratteristici delle nostre zone, la “Magia” del “Flora Multicolor”, nei boschi fioriti con ranuncoli, nei pressi della località “Prato di Ciapēn”, nel versante settentrionale del crinale tosco-emiliano, a Boschetto di Albareto in provincia di Parma.

Lo abbiamo fotografato con la speranza che, attraverso l’osservazione delle immagini dei fiori “spontanei” che possiamo incontrare durante le escursioni e passeggiate, si possa incentivare la conoscenza e l’amore per le cose preziose che ci circondano, e contribuire alla salvaguardia e al rispetto, non solo di questa luogo incantato e magico, ma di tutta la natura e l’ambiente di tutto il territorio.

Galleria immagini: Caltha Palustris fiore antico di palude – Val Gotra – Boschetto di Albareto (PR) – 6 maggio 2015

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA

Effects Plugin made by Free Wordpress Themes