«

»

mar 14 2015

Violette di Parma – Fiori amati dalla Duchessa Maria Luigia – Tappeto fiorito – 14 marzo 2015

Violette di Parma 1 Maria Luisa Coffrini Ringraziamo Maria Luisa Coffrini, per avere condiviso con tutti noi la “creativa” immagine delle “Violette”, fiori amati dalla Duchessa Maria Luigia e simbolo di Parma.

Il prato, un tappeto sommerso dalle viole, è stato ripreso durante una passeggiata sabato 14 marzo 2015 proprio a Parma nella “Petite Capitale”, come viene chiamata da quando era capitale del Ducato di Luigia d’Austria (consorte di Napoleone Bonaparte).

Guarda i post “amici valgotrabaganza

L’immagine, scattata muovendo la fotocamera mentre l’otturatore è aperto e la sua rielaborazione, crediamo trasmettano “dinamismo”, “movimento”, “allegria” e soprattutto l’atmosfera primaverile che si respira a Parma, città simbolo della violetta.

Guarda il post con le informazioni sulla post tecnica effetto “mosso creativo” 

Guarda i post 

Luci dell’albero di Natale, effetto “mosso creativo” (con fotocamera in movimento) – Manuale Guida Pratica Alegrafia PiZanz – Foto di Valentina Bruschi 25-12-2013 immagini 

Berceto Carnevale 2014 : Sfilata “notturna” di Carnevale – immagini 22-02-2014

Violette di Parma elaborateLe viole di Parma, bellissimi fiori spontanei delicati e all’apparenza fragili, sembra non abbiano nessuna paura del calpestio, infatti dopo qualche attimo di sfregamento intenso, ritornano alla loro forma originaria.

Guarda Flora, Multicolor

Abbiamo letto che…

Parma ha ricambiato e ricambia l’amore della sua duchessa facendole avere ogni anno un mazzetto di violette sulla tomba nella Chiesa dei Cappuccini di Vienna, dov’è la cripta dei sepolcri imperiali degli Asburgo.

Il profumo alla violetta fu ideato e lanciato nel 1870 da Lodovico Borsari che ha dato il nome ad una famosa ditta di profumi e che con la Collezione Borsari ha anche aperto nel 1990 il primo museo italiano della profumeria (ora chiuso).

Fiore simbolo della città, la violetta di Parma, particolarmente cara alla Duchessa Maria Luigia d’Austria, è oggi un profumo celebre e una deliziosa caramellina glassata. E’ diventata una componente della moda, della letteratura e dell’immaginario di Parma, e Marcel Proust, che a Parma non era mai stato, proprio per il riverbero nel ricordo della violetta e della dolcezza stendhaliana la immagina color malva. Fonte turismo.comune.parma.it (CLIKKA)

Galleria immagini: Violette di Parma – Un tappeto fiorito – 14 marzo 2015 (immagini di Maria Luisa Coffrini)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA

Effects Plugin made by Free Wordpress Themes