04-02-2015: Il Vangelo del Giorno (secondo Marco 6,1-6) – a cura di Giuseppina Gatti

Print Friendly, PDF & Email

04-02-2015 Vangelo del Giorno a cura di Giuseppina GattiPubblicazione del Vangelo secondo il calendario liturgico fissato dalla Chiesa cattolica a cura di Giuseppina Gatti.

Guarda  Vangelo del Giorno 

 Santo(i) del Giorno 

 Oggi la Chiesa celebra 

 Papa Francesco

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 6,1-6.

 

Partito quindi di là, andò nella sua patria e i discepoli lo seguirono. 

Venuto il sabato, incominciò a insegnare nella sinagoga.

E molti ascoltandolo rimanevano stupiti e dicevano: «Donde gli vengono queste cose? E che sapienza è mai questa che gli è stata data? E questi prodigi compiuti dalle sue mani?
Non è costui il carpentiere, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle non stanno qui da noi?».

E si scandalizzavano di lui. 

Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato che nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua». 

E non vi potè operare nessun prodigio, ma solo impose le mani a pochi ammalati e li guarì. 

E si meravigliava della loro incredulità.

Gesù andava attorno per i villaggi, insegnando. 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.