Sant’Antonio Abate a Bedonia (Parma) 17 gennaio 2015 – Benedizione degli animali – Video e immagini

Print Friendly, PDF & Email

Sant'Antonio Abate Bedonia (166)Sabato 17 gennaio 2015, in una giornata segnata dal vento e dalla pioggia, nella Parrocchia di Sant’Antonino a Bedonia (Parma), in un’atmosfera semplice, che ci fa riflettere sulla religiosità popolare che tanto ha contraddistinto la formazione e l’identità della comunità di montagna, si sono svolti i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate (patrono degli animali).

(guarda Santo(i) del Giorno: Sant’Antonio, abate – (17 gennaio) – di Giuseppina Gatti)

 

Sant'Antonio Abate Bedonia (129)La celebrazione, iniziata con la Santa Messa officiata dal parroco Don Giovanni Cigala e seguita dalla benedizione sul sagrato della Chiesa, degli animali e del sale, ha rappresentato anche un’occasione per rinnovare una tradizione legata alla religione e al mondo rurale, quest’ultimo fonte di sostegno economico e di sopravvivenza nei secoli passati per questo territorio.

(guarda i post Bedonia)

 Video: 17-01-2015 Chiesa Sant’Antonino in Bedonia – Sant’Antonio Abate Benedizione degli Animali
[youtube]http://youtu.be/NBOf0wBLcEo[/youtube]

 

 

Preghiera di benedizione degli animali domestici

 

Sant'Antonio Abate Bedonia (143)Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

R. Amen.

Dio, mirabile in tutte le sue opere, sia con tutti voi.

R. E con il tuo spirito.

 

 

Sant'Antonio Abate Bedonia (116)Nel disegno di Dio Creatore, anche gli animali che popolano il cielo, la terra e il mare, partecipano alla vicenda umana.

La provvidenza che abbraccia tutti gli esseri viventi, si avvale di questi preziosi e fedeli amici dell’uomo e della loro immagine per significare i doni della salvezza.

Sant'Antonio Abate Bedonia (107)

Salvati dalle acque del diluvio per mezzo dell’arca, anche gli animali partecipano in qualche modo al patto di alleanza con Noè; l’agnello richiama l’immolazione pasquale e la liberazione dalla schiavitù dell’Egitto; un grande pesce salva Giona dal naufragio; i corvi nutrono il profeta Elia; un cane è compagno di Tobia, gli animali con tutto il creato rientrano nel piano della salvezza universale del Signore Gesù.

Sant'Antonio Abate Bedonia (111)

Invochiamo, dunque la, benedizione di Dio per intercessione di S. Antonio Abate sopra questi animali domestici posti dal Creatore come nostra compagnia e al nostro servizio.

Amen 

 

Il sacerdote asperge con l’acqua benedetta dicendo:

Dio, che ha creato gli animali della terra

come aiuto e sostegno nella nostra vita terrena,

per intercessione di S. Antonio Abate,

protettore degli animali domestici,

Benedica queste sue creature (il sacerdote asperge +)

e ci protegga e ci custodisca sempre.

Amen

Sant'Antonio Abate Bedonia (109)La Parrocchia di Sant’Antonino in Bedonia (PR) continua a tramandare le nostre memorie, attraverso i festeggiamenti Sant’Antonio Abate (patrono degli animali), facendoci ritornare alle origini, valorizzando le nostre radici.

(guarda i post Religione ed emozioni)

Sant'Antonio Abate Bedonia (147)

Una celebrazione molto sentita, un tributo al santo protettore degli animali e del lavoro contadino in occasione della Festa di Sant’Antonio Abate, un’occasione di incontro che unisce tante persone, in compagnia dei propri animali, nel centro storico di Bedonia (Parma).

Curiosità

Nella Chiesa Sant’Antonino in Bedonia (Parma) è presente una grande tela con San Rocco e S. Antonio Abate ai piedi della Beata Vergine di Loreto e attorno vari “affreschini” riproducenti le storie dei due santi, opera commissionata dalla famiglia Tedaldi (1725) della quale è riprodotto lo stemma.

 

Galleria immagini Sant’Antonio Abate a Bedonia (Parma) 17 gennaio 2015 – Benedizione degli animali – Video e immagini 

Sant'Antonio Abate Bedonia (165)Annotare su un blog e  usare le nuove tecnologie a disposizione per trasmettere queste informazioni, le “ricorrenze” e i tanti “riti” dei vecchi contadini, pensiamo sia importante per conservare e quindi cercare di valorizzare il nostro passato, la cultura, le tradizioni e gli usi locali, che ancora oggi nel mondo contadino delle nostre montagne sono tramandati di padre in figlio, come preziosa testimonianza dei valori e della qualità della vita

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.