Foto/favola/racconto: “Anime di ghiaccio” di Renato Atti – Immagini e testi dedicati ai quattro giovani che hanno incontrato la morte in Val Baganza (1921) – Fugazzolo di Berceto (Parma)

Print Friendly, PDF & Email

Fugazzolo La Vecchia Berceto (13)Il freddo di questi giorni e i versi della prosa “Anime di ghiaccio” (riportata di seguito) di Renato Atti, recitate durante la cerimonia a ricordo (fiaccolata in memoria) il 21 dicembre 2014 alle ore 17 nei monti che sovrastano il paese di Fugazzolo (nel punto del ritrovamento dei corpi dei quattro sfortunati, presso località “La Vecchia”) a Berceto (Parma), ci riporta il pensiero a quanto accaduto a quattro giovani.

 

 Fugazzolo La Vecchia Berceto (20)Ragazzi e bambini (tre fratelli: Pasini Angelo di anni 14, Antonio di 12 e Elvira di 18, ed il cugino Briselli Guido di 12 anni), che hanno incontrato la morte in Val Baganza a causa della neve e del gelo invernale, il Santo Natale dell’anno 1921.

(guarda Canzone per una tragedia che ha scosso la Val Baganza – 24/12/1921 Fugazzolo zona presso località “La Vecchia” Berceto ParmaFoto/favola/racconto)

 “Anime di ghiaccio” di Renato Atti 

 

Hai ascoltato Signore le loro voci di

disperazione, e noi supplichiamo la tua pietà

da quando li hai chiamati nella tua casa,

dall’emigrazione in terre lontane.

 

Al tuo amore hanno risposto con la loro morte

in questi monti dove la bufera imperava.

Conserva con te queste anime di ghiaccio,

amale come sempre le hai amate,

il loro cuore era pieno di Te.

 

La nascita del tuo figlio Gesù era un

richiamo, per tornare al calore dei loro

genitori, ma cedettero a pochi passi dalla

meta, si fermarono, si abbracciarono e così

rimasero per sempre, cosi furono sepolti.

Per Elvira, Angelo, Antonio e Guido

(Renato Atti – 21/12/2014)

Fugazzolo La Vecchia Berceto (23)Ringraziamo Renato Atti per avere condiviso con tutti noi il testo, versi della prosa “Anime di ghiaccio”, pensieri e parole capaciti di trasmettere “emozioni” su un triste avvenimento mai dimenticato non solo in Val Baganza.

(guarda  “Foto/favola/racconto“) 

Le immagini inserite nel post sono state scattate il 9 marzo 2012, nei monti che sovrastano il paese di Fugazzolo e precisamente nei pressi della località “La Vecchia” a Berceto (Parma), zona del rinvenimento delle salme di «tre ragazzi e una giovanetta».

Fugazzolo La Vecchia Berceto (16)Giovani e bambini, rimasti sepolti sotto la neve mentre si recavano, nella ricorrenza del Santo Natale dell’anno 1921, da Ravarano alle loro famiglie che si trovavano (al di là del crinale, tra la Val Baganza e la Val Parma) nella frazione di Graiana, nel Cornigliese.
I tre fratelli erano: Pasini Angelo di anni 14, Antonio di 12 e Elvira di 18, ed il cugino Briselli Guido di 12 anni.
Morirono tutti insieme, assiderati, la notte del 24 dicembre 1921 in località “La Vecchia”, sopra Fugazzolo (frazione di Berceto).

Testo tratto dal post Canzone per una tragedia che ha scosso la Val Baganza – 24/12/1921 Fugazzolo zona presso località “La Vecchia” Berceto Parma.
Fugazzolo La Vecchia Berceto (27)Le povere salme furono scoperte il 13 gennaio 1922: i giovani erano abbracciati, accovacciati sotto un ombrello, proprio sotto un grosso albero ricurvo in uno spondale impervio sovrastante due canaloni (nelle immagini il cippo posto a ricordo nel luogo del ritrovamento).
Vennero poi seppelliti nel Cimitero di Fugazzolo il 14 gennaio.
L’atto di morte, che venne stilato presso il Comune di Berceto su segnalazione del locale Comando Stazione Carabinieri, venne redatto il 16 gennaio 1922 e riporta i nominativi e le età degli sfortunati giovani sopra citati.

Galleria immagini: Fugazzolo, pressi località “La Vecchia”, Berceto (Parma), zona del rinvenimento delle salme di «tre ragazzi e una giovanetta», tre fratelli: Pasini Angelo di anni 14, Antonio di 12 e Elvira di 18, ed il cugino Briselli Guido di 12 anni. 

Fugazzolo La Vecchia Berceto (21)Nei post inseriti nella categoria Foto/favola/racconto, troverete poesie, racconti “poetici”, e “narrazioni”, abbinati a fotografie, realizzati con fantasia e originalità di “pensiero”.

 

Fugazzolo La Vecchia Berceto (18)

Mezzi di comunicazione, in cui emerge qualcosa di noi stessi, che possiamo definire “favole” molte volte ridenti, vivaci e spesso sognanti, capaci di cogliere sfumature, mettendo in “scena” nell’immaginario di ognuno di noi, mondi onirici, dove aleggiano segreti, passione, natura, fantasie, emozioni e “batticuori”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.