Monte Penna: un inverno tutto da scoprire – Provincia di Parma – Comunicato stampa – 22 dicembre 2014

Print Friendly, PDF & Email

Monte Penna un inverno tutto da scoprireMonte Penna: un inverno tutto da scoprire
Presentata al Parma Point la nuova stagione sciistica del Monte Penna. Novità di quest’anno la possibilità di raggiungere in automobile il rifugio e da lì partire per i numerosi sentieri (guarda Monte Penna)

(guarda i post Provincia di Parma, Ufficio stampa)

 

Immagini e testo tratto dal sito notizie.parma.it alla pagina Monte Penna: un inverno tutto da scoprire

Parma, 22 dicembre 2014  

Monte Penna apre le sue piste. Opportunità per tutti con ciaspole, sci di fondo e alpino in un comprensorio molto vasto, ricoperto da una foresta di faggi fra le più belle d’Italia.

Da quest’anno è possibile raggiungere in automobile il rifugio Monte Penna e da lì partire per 30 Km di piste, tutte fra i 1.300 e i 1.500 metri, con un dislivello di 200 metri.

Gli appassionati escursionisti avranno da divertirsi grazie a un’iniziativa voluta dai Comuni di Bedonia e di Santo Stefano Aveto (Genova), dal Cai di Parma, dalle Guide Escursionistiche Ambientali Valtaro e Valceno, dai gestori del Rifugio Faggio Tre Comuni.

Consigliere Delegato alla Scuola Gianpaolo Serpagli Provincia ParmaA illustrare il progetto e le sue opportunità, questa mattina nella sede del Parma Point di via Garibaldi, era presente Gianpaolo Serpagli, consigliere della Provincia di Parma e componente della Commissione Montagna che ha così commentato:

“Si tratta di una delle nostre principali montagne che offre le sue bellezze ai visitatori. Il progetto rientra nella valorizzazione della montagna da considerarsi un patrimonio inestimabile grazie a un connubio fra le sue attrattive naturalistiche e quelle create dall’uomo. La stagione invernale, sempre in collaborazione con il CAI e con le guide turistiche, produce sempre ottimi risultati”.

L’iniziativa vedrà la collaborazione virtuosa fra i Comuni di Bedonia e di Santo Stefano Aveto: il primo realizzerà lo sgombero neve per raggiungere il Rifugio Monte Penna da dove iniziano le piste per lo sci di fondo, mentre il secondo batterà le piste sul versante ligure.

Monte Penna un inverno tutto da scoprire“Promuovere la frequentazione della montagna in maniera sicura e consapevole è il nostro obiettivo” afferma Fabrizio Russo Presidente del Cai di Parma. “Ora si apre la stagione invernale, ma il Monte Penna e i suoi sentieri sono luoghi incantati da frequentare tutto l’anno”.

“La montagna è un’opportunità per tutti, giovani e anziani, bambini, come luogo di divertimento, conoscenza e passione – commenta Serena Previ Consigliera al Turismo del Comune di Bedonia – Ciò che le persone cercano sono informazioni, visite guidate, cartine turistiche: un mondo attrezzato di cui possano apprezzare il meglio. E l’amministrazione comunale è impegnata in questo da anni”.

Claudio De Ferrari, gestore del rifugio Faggio dei tre Comuni ha dichiarato:

“L’anello del Monte Penna e i suoi dintorni sono luoghi da favola: bisogna conoscerli, viverli e amarli.

Ed ed esplorali in tutte le stagioni: in inverno per i suoi chilometri di piste battute e per il suo panorama, in estate per i suoi sentieri.

Nei rifugi è possibile noleggiare ciaspole ma anche mountain bike e pedalare circondati da una magnifica natura.

La zona è meravigliosa su entrambi i versanti ed è molto sicura, primo importante aspetto per chi si reca in montagna”.

Quindi il Monte Penna chiama gli appassionati: amanti dello sci, alpino e di fondo, ma anche escursionisti che vogliono divertirsi e ammirare paesaggi tra i più belli delle nostre montagne. La zona, inoltre, è in posizione strategica dal punto di vista geografico, poiché è accessibile dalla Liguria, dal Piacentino e dal Parmense.

Provincia di Parma

Ufficio stampa

Tel. 0521 931 583

Cell. 335 7413 048

www.provincia.parma.it

ufficiostampa@provincia.parma.it

guarda i post Monte Penna

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.