Site search

ATTENZIONE

Molto del materiale pubblicato nel blog, è tratto da siti web, che sono sempre citati. Se, involontariamente, abbiamo pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione della legge fatecelo sapere: provvederemo a rimuoverlo. info@valgotrabaganza.it

Mostre

Meta

SEZIONI

vuoi scriverci ?

info@valgotrabaganza.it

Perchè? valgotrabaganza … immagini natura …blog

Perchè? valgotrabaganza ... immagini natura …blog In questo blog c'è tutta la nostra passione e l'amore per la natura e il territorio che la circonda con le sue tradizioni usi e costumi, la cultura e il fascino della propria storia … senza pretese NATURA IMMAGINI E PAROLE ………

Cerca nel sito

Site search

Event Calendar

febbraio 2018
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728EC

Prossimi eventi

Disclaimer

(Dichiarazione di non responsabilità)
Questo Blog non rappresenta un prodotto editoriale e/o una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Alcune immagini pubblicate e video sono tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’autore dichiara inoltre di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.- info@valgotrabaganza.it

Appuntamenti

Previsioni Meteo

Meteo


Meteo

Programmazione

Avvisi Parrocchiali

Pietro Zanzucchi

vai alla pagina di Pietro Zanzucchi (PiZanz) autore

Pietro Zanzucchi (Pizanz) di Berceto (Parma) in Val Baganza, autore del blog valgotrabaganza.it

Alessandra Bassoni

vai alla pagina di Alessandra Bassoni (Alegrafia) autore

logo Alegrafia Pizanz immagini

logo Alegrafia  Pizanz immagini

Archivi articoli per mese

“Il Ponte del Diavolo” – Tasola e Calice Bedonia (PR) – Leggenda dell’alta Val Ceno di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi)

Il ponte del diavolo leggendaDi seguito la “favola” popolare «IL PONTE DEL DIAVOLO», leggenda di Tasola e Calice (Ponteceno) di Bedonia (PR) in alta Val Ceno di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi).

Luoghi che conservano un carattere monumentale e “magico”, caratterizzato da prati, boschi, freschi ruscelli e rocce dall’aspetto maestoso, un ambiente incontaminato tipico dell’alta Val Ceno, all’interno dell’incantevole foresta, ai piedi del Monte Tomarlo.

 

Montagne dell’Appennino, territori bellissimi, che evidenziano valori universali quali natura, cultura, storia ed ovviamente anche religione, molti dei quali ancora da scoprire …. luoghi da “leggenda”, dove spiritualità e ambiente si incontrano, in completa armonia, nel silenzio alpestre tra suggestioni naturalistiche e spirituali …

…. un grande conforto per gli occhi, per la mente e per il cuore.

(guarda i post “Luoghi, leggende, favole“)

Di seguito la leggenda intitolata «IL PONTE DEL DIAVOLO» leggenda di Tasola e Calice (Ponteceno) di Bedonia (PR) in alta Val Ceno, di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi) nel testo tratto “L’Araldo della Madonna di San Marco” (Bollettino mensile ORGANO della BASILICA SANTUARIO di BEDONIA – N. 1 – Gennaio 2003).

 

IL PONTE DEL DIAVOLO 
(Leggenda dell’alta Val Ceno di Romeo Musa)

Araldo tradizioni Giannino AgazziEcco un’antica storia che si raccontava nell’alta Valceno, soprattutto nel paesino di Calice.
C’era un tempo lontano un giovanotto innamorato di una ragazza di Tasola.

Difficile però attraversare il Ceno perché non c’era nessuna passerella.
Il giovane, doveva percorrere un sentiero lunghissimo che passava sopra Romezzano e discendeva attraverso Spora e Chiesiola per raggiungere Tasola.
I due potevano incontrarsi molto raramente. 

Venne in loro aiuto un diavoletto sceso dai monti; quando l’innamorato doveva attraversare il Ceno, il diavolo, pronto, costruiva un ponte che veniva rapidamente tolto appena il giovane aveva riattraversato il torrente.
Un bel giorno, però, il santo eremita di Calice scoprì questo patto malvagio.
Scese sul greto del Ceno e si nascose vigile tra i cespugli dei salici.

Il ponte del diavolo - xilografia di Romeo MusaPresto vide arrivare il diavolo a stendere il ponte per il suo protetto.
Subito il santo eremita alzò la Croce nel segno della benedizione.
Il diavoletto scappò velocemente e scomparve oltre i monti.
Il ponte rimase per molti anni a facilitare l’attraversamento del Ceno.
Dopo anni, però, un nubifragio s’abbatté sul monte Penna e una piena incredibile travolse il ponte trascinandolo e seppellendolo lontano.
Solo a Calice è rimasto il ricordo di questa storia. 

Romeo Musa

(tradotta liberamente da “Disolla e Tognu”) a cura di Giannino Agazzi

“L’Araldo della Madonna di San Marco” – (Bollettino mensile ORGANO della BASILICA SANTUARIO di BEDONIA – Anno LXXXVI – N. 11 – NOVEMBRE 2012) visibile nel sito www.unitapastoralealtavaltaroceno.it/

 

approfondimento

26-11-2013 (148) Val Ceno DruscoIl Monte Tomarlo

(vedi post Drusco di Bedonia (Parma) : La leggenda della Principessa di pietra, “Angelinda da Drusco” e del suo tesoro – Monte Tomarlo – Luoghi, leggende, favole e

“La madre delle stelle” – Drusco Bedonia (PR) – Leggenda dell’alta Val Ceno di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi) – Luoghi, leggende)

in Val Ceno, insieme al Monte Valoria

(vedi post Tramonto estivo sul “sacro” (…) Monte Valoria, tra antichi sentieri e panorami spettacolari – Berceto (Parma) – Estate 2012 immagini e video),

al Monte Gottero

(vedi post Monte Gottero: La leggenda della fata “Azotina” e del suo fedele “Gigante” in un “autunno di primavera” nei pressi del crinale “bruciato” dalla “neve gelata”, così come si presentava il 2 giugno 2013 – Albareto (Parma)), 26-11-2013 (164) Val Ceno Drusco Monte Penna

al Monte Penna

(vedi post Monte Penna: “Storia (leggenda) del Penna” di Romeo Musa – a cura di Giannino Agazzi – Immagini della ricerca della “neve perenne” – Tornolo (Parma) – Luoghi, leggende,

“I fiumi Gemelli ” – Ceno e Taro – Bedonia (PR) – Luoghi, leggende, favole e

“La leggenda dei Licheni Rossi” – Foppiano di Bedonia (PR) – Luoghi, leggende, favole),

e al Monte Grotta Mora nei pressi della Cisa

(vedi post Il “termine del Gatto” (“dal Gat”) : Berceto-Borgo Val di Taro (Parma)),

è uno dei tanti rilievi montuosi in cui la storia naturale e quella dell’uomo hanno formato un patrimonio culturale, che si sta rivelando sempre più “d’eccezione”.

 

Scrivi un commento





Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA