Lo Squinterno Festival (IX edizione) va in scena a Berceto (Parma) da venerdì 11 a domenica 13 luglio 2014

Print Friendly, PDF & Email

L’Estate è arrivata e con essa la piacevole opportunità di stare in compagnia all’aperto nei “nostri” centri montani (dalla Val Gotra alla Val Baganza) decorati ed illuminati a festa.

squinterno festival Berceto 2014 eventi locandinaOccasione perfetta per approfittare della bella stagione e stare in compagnia è l’atteso appuntamento a Berceto (Parma), con lo Squinterno Festival (IX edizione), una “tre giorni” (11/12/13 luglio 2014) di eventi culturali, artistici, mercatino e stand gastronomici, con l’immancabile chiosco che serve le bibite dentro la tazza dello “Squinterno” (gadget del festival).

(guarda le immagini della scorsa edizione nel post Squinterno Festival 2013 tanta allegria, musica e cultura che ha riempito piazze e vie di Berceto (Parma) – concerto “I Kalevala” immagini 14-07-2013)

 

Squinterno Festival Berceto 14-07-2013 (274) cucinaL’evento più amato delle manifestazioni bercetesi nel corso dell’anno, come sempre organizzato dall’Associazione “Superfamiglia”, sodalizio costituito da persone del paese (o che lo frequentano), parmigiani e lunigianesi “innamorati” di Berceto, avrà luogo da venerdì 11 a domenica 13 luglio 2014, nel centro di Berceto, allestito a festa per l’occasione con tantissime bandierine colorate appese lungo le vie e le strade.

Squinterno Festival Berceto 14-07-2013 (272)Saranno inoltre presenti gli immancabili stand e bancarelle e prenderà vita tra note di musica e teatro con l’immancabile “boccale” la famosa tazza di alluminio targata “Squinterno Festival 2014”.

 squinterno festival Berceto 2014 eventi locandina 1

 

L’evento è illustrato in un ricco depliant (Clicca qui per scaricare) 

(i testi e le immagini riportate sono tratte dalla “brochure”: “Calendario eventi 2014” visibile alla pagina Programma 2014)

Eventi venerdì 11 luglio 2014

ore 10.00 Consueto e ineguagliabile “PALPABILE FERMENTO”

ore 15.00 Allestimento mostre e apertura bancarelle

ore 19.30 “Cinzano Five” – APERITIVE LIVE CONCERT – Piazza Barbuti

approfondimento “Cinzano Five”

La Cinzano Five funky mini orchestra è composta da nove elementi e propone un cocktail di groove funk & beat, una musica dal sound «vintage» che reinterpreta i maestri del primo easy listening, come Stanley Turrentine, Grant Green, Lou Donaldson, Eumir Deodato.

L’intreccio dei fiati e la ritmica trascinante sono le caratteristiche che fanno della band una tra le più interessanti e divertenti realtà della scena musicale parmigiana. Molly, nuova voce Soul della band, dopo tanti anni trasformerà il volto strumentale del gruppo rendendolo ancora più speciale. https://www.facebook.com/pages/Cinzano-Five/327009812152?fref=ts

ore 21.00 “Addii d’amore” – Spettacolo teatrale di e con Franca Tragni e Carlo Ferrari – Villa Bercelo

approfondimento “Addii d’amore” (teatro/cabaret)

interpretati ed agiti da Carlo Ferrari e Franca Tragni – tratto da “Il piccolo libro degli addii” di Luca Ragagnin – luci e tecnica Ronnie Guasti – produzione Progetti&Teatro

Microracconti, citazioni, aforismi, massime sulla crisi di coppia, nella convinzione che, al di là di discorsi troppo elaborati, ogni abbandono amoroso si riduce a un “Ti lascio perché…”

Dalla divertente e spesso paradossale sequenza di brevi racconti che l’autore Luca Ragagnin ha raccolto e pubblicato ne “Il piccolo libro degli addii”, Carlo Ferrari e Franca Tragni si lasciano trasportare da questi brevi racconti che rispecchiano con cinismo, amarezza, ironia gli universali abbandoni dell’amore

Una possibilità in più di capire l’amore, per chiunque soffra di sindrome dell’abbandono.

“E adesso che ho capito che tu sei la persona più importante della mia vita, non so proprio come farò – mi ha detto lasciandomi.”

ore 21.30 “Amaduo” – Concerto violoncello e violino di e con Antonio Amadei e Liliana Amadei – Davanti al Duomo

approfondimento “AMADUO”

Concerto per violino e violoncello – Violino: Liliana Amadei – Violoncello: Antonio Amadei

Un violino e un violoncello che ricamano e saltellano sulla musica di Hendel, giardini e teleman.

Due strumenti che si rincorrono e poi si fondono all’improvviso.

Un fratello e una sorella che intrecciano note, sorrisi ed emozioni

ore 22.00 “Monaci del Surf” – LIVE CONCERT – Piazza Barbuti

approfondimento “Monaci del Surf”

Molte leggende sono state narrate sui Monaci del surf. Non possiamo dire con certezza quale sia la verità riguardo la loro origine, ma sappiamo che in tutta Italia, partendo da Torino, si sta aggirando un gruppo mascherato che dà fuoco agli animi della gente proponendo una selezione di successi senza tempo risuonati in chiave surf – tarantiniana.

Ogni tanto sono in tre, a volte in quattro; qualcuno afferma che siano molti di più. La novità è che hanno delle nuove maschere, e non si sa chi gliele abbia date o dove le abbiano trovate, ma da quando le indossano una nuova energia sembra averli posseduti. Gli abiti che indossavano si sono trasformati in kimono rituali e tanta nuova musica si è aggiunta al repertorio dello spettacolo rendendolo ancora più coinvolgente. Se credi di sapere già di cosa stiamo parlando vieni a buttare un occhio, se invece ne senti parlare per la prima volta corri. http://www.monacidelsurf.com

ore 22.30 “Leonce Und Lena” – Spettacolo di burattini di e con Patrizio dall’Argine -Villa Berceto

approfondimento “Leonce und Lena”

Burattinai – Patrizio Dall’Argine, Veronica Ambrosini – Assistenti di baracca – Thea e Virginia Ambrosini – Musiche – Marco Amadei, Luca Marazzi – Burattini, scene, costumi- Patrizio Dall’Argine, Veronica Ambrosini

Ho allestito il Leonce und Lena di Buchner in una versione per il Teatro di burattini. I burattini sono scolpiti nel legno e la baracca ha un boccascena in 16/9 che valorizza i fondali dipinti.

E’ la prima volta che lavoro partendo da un testo.

Ne ho fatto una riduzione ma non mi sono permesso di intervenire sulla struttura drammaturgica per il semplice motivo che non ve n’era bisogno. Ho quindi interpretato. .

La storia è quella di un principe e una principessa che fuggono dal loro destino per andare incontro ad un altro destino. Si allontanano da loro stessi per incontrare la loro proiezione, si allontanano dalla loro persona per incontrare una figura, si allontanano dalla matrice per non marcire.

Buchner aveva scritto Leonce und Lena per un concorso, nella speranza di racimolare un po’ di soldi (per campare).

Il manoscritto fu inviato in ritardo e gli fu riconsegnato ancora chiuso.

Patrizio Dall’Argine

ore 23.30 “IZZY AND THE CATASTROPHICS” – LIVE CONCERT – Piazza Barbuti

approfondimento “Izzy and the Catastrophics”

“Se Izzy and the Catastrophics fosse stata la band sul Titanic, avrebbe di certo ridotto quell’iceberg in cubetti di ghiaccio da servire alla festa sul ponte della nave…” – Ó Brian Baker, CityBeat Cincinnati, OHIO.

Nell’anno di grazia 2008, negli Stati uniti d’Americascoppia una bomba la cui forza d’urto è ben lontana dall’esaurirsi, quella bomba si chiama IZZY AND THE CATASTROPHICS, un concentrato dinamitardo di rock’n’roll, swing, rockabilly, surf e bebop, tecnica sopraffina ed irresistibile (auto) ironia, pronto ad esplodere, ancora una volta, sempre più forte, sopra e sotto palchi dell’italica penisola! La bomba è stata sganciata, l’ordigno innescato, la miccia si sta consumando veloce ed implacabile, non avete scampo e quindi tanto vale.. arrendetevi, rilassatevi e godetevi lo show!

http://www.izzyandthecatastrophics.com/

Eventi sabato 12 luglio 2014

ore 10.00 Allestimento mostre e apertura bancarelle

ore 16.00 “Amore Cosmico” –  Spettacolo teatrale di e con Ilaria Caputo – Giardino della Bea

approfondimento “Amore Cosmico” di e con Ilaria Caputo

“Fratelli, sorelle, figli del vento e del sole, è sibilato il momento suadente di sfiorarci le mani e sospirare insieme l’energia vitale dell’universo, e a chi non lo fa, una frustata!”

Spettacolo demenziale per tutti con acrobatica, equilibrismo e giocoleria col fuoco

ore 18.00 “L’Anatra la morte e la neve” – Spettacolo teatrale di e con Anticorpiteatro – Villa Bercelo

approfondimento “l’Anatra la Neve e la Morte” di e con Anticorpiteatro Elisa Bortolin e Davide Pieroni

Una poesia, delicata e divertente, per parlare di qualcosa che in realtà nemmeno noi sappiamo.

Perché si muore?

Cosa c’è dopo la morte?

Cosa accade al mondo che ci sopravvive?

Queste, e tante altre, sono le domande che l’Anatra porrà alla sua amica Morte,

Perchè questa, prima di tutto, è la storia di un’amicizia.

Un’amicizia unica.

Con un inizio e una fine.

ore 19.00 “Duo Mezza Pensione” -LIVE CONCERT – Piazza San Moderanno

approfondimento “Duo Mezza Pensione”

Il Duo Mezza Pensione è composto da un cantautore emiliano Marco Sforza e da un celebre fisarmonicista romagnolo, il maestro Gildo Montanari (Pennabilli SocialClub). E’ un progetto nato involontariamente nel giugno 2013 davanti ad una bottiglia di sangiovese in quel di Pennabilli.

L’emilia e la romagna si mescolano in un calderone di atmosfere ruspanti e allo stesso tempo poetiche intrecciando le canzoni più osannate del nostro cantautore a celebri melodie indimenticabili della musica leggera mondiale consapevolmente riarrangiate dal maestro in chiave

Esteti bohemian con l’indole da clown, artefici di esilaranti performance contornate da una caotica e teatrale irriverenza assicurano al pubblico un coinvolgimento pressochè totale. I loro show ambiscono ai sorrisi e al batter del piede sul pavimento e l’improvvisazione è sicuramente il punto forte del nostro duo che spesso offre spunto forte per il palco che resta la dimensione ottimale di questa originalissima formazione.

Tra swing e bossa nova, la canzone d’autore e la canzone di protesta, tra ballate struggenti e walzer indimenticabili, il Duo Mezza Pensione porta i suoi spettacoli in tutta Italia, dalle osterie alle piazze, dai live club ai teatri, partecipa a festival internazionali di arte di strada e importanti rassegne culturali. www.marcosforza.it/

ore 19.30 “Garance and the Mitochondries” – APERITIVE LIVE CONCERT – Piazza Barbuti

approfondimento “Garance and the Mitochondries”

Garance è una cantautrice fisarmonicista proveniente dalle zone rurali del sud della Francia.

La sua band “The Mitochondries” è un ensembledi musicisti talentuosi da lei pescati negli angoli di Londra.

Insieme formano un’eccentrica famiglia, la cui musica può essere definita come un “dirty tango, rock n roll, post-musette, tramp jazz, progressive gypsy…” https://www.facebook.com/GaranceAndTheMitochondries?fref=ts

ore 20.00 “PALCO FREE al Castello” – Concerti fuori dalla bolgia – Castello dei Conti Rossi

ore 21.00 “Svergognata” – Spettacolo teatrale di e con Antonella Questa – Villa Berceto

approfondimento “Svergognata” di e con Antonella Questa

Chicca è una donna per bene con una bella casa, un marito, due figli, la filippina… una vita perfetta!

Fino a quando una mattina scopre dal cellulare del marito messaggi e foto osé scambiati con decine di “svergognate”… L’immagine della famiglia perfetta crolla in un instante.

Cosa fare per recuperare il matrimonio? Far finta di niente, salvando le apparenze oppure reagire cercando di diventare una “svergognata”? Tra i consigli delle amiche e i giudizi della madre,

Chicca è pronta a tutto pur di riconquistare lo sguardo del marito su di sé.

Un incontro inaspettato riuscirà invece a farle aprire gli occhi, portandola a conquistare un nuovo sguardo su se stessa.

Con il linguaggio comico che la contraddistingue, Antonella Questa torna sola in scena dando voce e corpo a più personaggi, per raccontare quanto la schiavitù dell’immagine e la desiderabilità sociale ci distraggano dalle vere potenzialità sopite in ognuno di noi!

ore 21.00 “Supermarket” – LIVE CONCERT – Piazza San Moderanno

approfondimento “Supermarket”

Il trio Supermarket prende il nome dalla celeberrima marchetta musicale sinonimo di brutta musica, depressioni, brutti vestiti, problemi personali e pretese ingiustificate. Il motto dei supermarket è “tantissime date pagate pochissimo” e lo scopo è uno scopo curativo nei confronti dei musicisti tristi e soli che aspettano la pensione e un lavoro alle scuole medie. Il repertorio è super variegato e suoniamo benissimo il calypso,il jazz,il funk,e il reggae,per questo motivo i Supermarket sono reperibili per le più variegate manifestazioni come matrimoni, divorzi, battesimi, funerali, compleanni,cresime comunioni,inoltre ogni tipo di festa politica che sia comunista, fascista, leghista e verdi….quindi mano al portafogli. https://www.facebook.com/pages/Supermarket/153623594743503?fref=ts

ore 21.30 “Me Pek e Barba”  – LIVE CONCERT – Piazza Barbuti

approfondimento “Me Pek e Barba”

L’esperienza che viene compiuta dai Me Pek e Barba è un viaggio attraverso la musica folk e popolare che parte dalla propria terra, la bassa parmense, ma che va a spaziare nella musica irlandese, e non solo. I richiami alla musica d’autore, alla canzone da osteria, alla tradizione folk e quelli puramente casuali si intrecciano in un genere schietto e sincero che si addice a queste terre nebbiose. I pezzi scritti dal gruppo, alcuni dei quali in dialetto, hanno la capacità di rievocare tempi andati, volti dimenticati, esperienze che nella loro “normale eccezionalità” toccano un po’ tutti noi nel profondo. www.mepekebarba.it

ore 22.30 “Il Fachiro” – Spettacolo di e con Thomas Blackthorne – Davanti al Duomo

approfondimento “Il Fachiro” di e con Thomas Blackthorne

Da ragazzo Thomas saltava sul letto, faceva il bagno subito dopo mangiato a correva in bici senza mani.

Da adolescente ha cominciato a correre con la moto nel cerchio della morte, ha imparato a mangiare il fuoco, non ha mai portato la sua ragazza a casa nell’orario stabilito è, insomma, diventato quel genere di persona dal quale i genitori vogliono che tu stia lontano!

Spettacolo per adulti e bambini. Da 0 a 99 anni (e più) incanto e divertimento assicurati!

ore 23.00 “Zambramora” – LIVE CONCERT – Piazza San Moderanno

approfondimento “Zambramora”

ZAMBRA MORA significa letteralmente “camera araba” e al tempo stesso è il nome di un preciso stile del Flamenco caratterizzato da una forte influenza Orientale. Si tratta di un nome che ben si adatta a rappresentare un progetto di occidentali sulla musica d’ Oriente, dove la Spagna rappresenta un imprescindibile punto di passaggio. L’unione della cultura spagnola e medio orientale da vita a questo progetto etnico che fa della ricerca musicale la propria forza. www.zambramora.com

ore 23.30 “Don Tomasino & The Sicanians” – LIVE CONCERT – Piazza Barbuti

approfondimento “Don Tomasino & The Sicanians”

E’ tornato Don Tomasino ! Dopo due anni trascorsi in Sicilia tra ricerche etno-musicologiche e raccolta di olive, torna sul palco, circondato dai Sicanians. Questa nuova formula, dopo l’avventura dei Tutti Quanti, propone uno spettacolo sempre più di classe, simpatico e festivo.

Ispirato dalle tradizioni del sud dell’Italia, rivisita un repertorio di tarantelle e canzoni tradizionali, «spolverate » e ri-vitaminate, alle quali si aggiunge un elenco di composizioni originali, creando un ponte con altre musiche del mondo (principalmente musiche balcaniche e Sudamericane).

Per la stagione 2014, Don Tomasino & the Sicanians propongono uno spettacolo energico e danzante intitolato Wild Tarantellas & Macaoni Standards. https://www.facebook.com/dontomasinoandthesicanians?fref=ts

Eventi domenica 13 luglio 2014

ore 11.30 “La Tenda Sensoriale” – Laboratorio sensoriale per bambini a cura del Teatro del Tocco – – Piazza San Moderanno

approfondimento “La tenda sensoriale” – Laboratorio sensoriale per bambini a cura del Teatro del Tocco

La nostra proposta è ispirata al teatro sensoriale di enrique vargas e prevede l’installazione di una tenda all’interno della quale piccoli gruppi di bambini potranno vivere a 360° la storia scelta come fonte drammaturgica, entrando con tutti i loro sensi nella situazione proposta e potranno, con il loro passaggio, modificarla per quelli che arriveranno dopo di loro

ore 12.00 “Dirty Dixie Jazz Band” – LIVE CONCERT itinerante

approfondimento “Dirty dixie jazz band”

La combinazione di ritmo, potenza sonora e mobilità raduna il pubblico da tutte le strade, per uno spettacolo che spazia dall’opera lirica alle canzoni tradizionali, tra scenette surreali, strumenti innovativi, animali che cantano e vegetali che suonano, “volontari” coinvolti in competizioni canore, esibizioni con strumenti a sorpresa e cori popolari…… e per un’ora tutto il resto sparisce, ed il jazz torna ad essere ciò che era nelle strade di New Orleans agli inizi del 900: una festa popolare improvvisata! Siete tutti invitati! https://www.facebook.com/dirtydixiejazzband

ore 11.00 “Bambolbì (scuola di Musica)” – LIVE CONCERT – Piazza Barbuti

ore 12.30 Tortellata in Piazza Barbuti

ore 14.00 “La Tenda Sensoriale” – Laboratorio sensoriale per bambini a cura del Teatro del Tocco – Piazza San Moderanno

ore 15.00 “Orso Ludo” – Giochi furbi per grandi e piccoli

ore 16.00 “Magic Moment” – Spettacolo teatrale per bambini di e con il Mago Willy – Giardino della Bea

approfondimento “Magic Moment” Spettacolo teatrale per bambini di e con “IL MAGO WILLY”

Uno splendido spettacolo ricco di magia! Manipolazione di monete, corde e palline, trasformazione di oggetti, giocoleria, numerispettacolari con il diablo e contact juggling!!

Uno spettacolare spettacolo che lascerà a bocca aperta grandi e piccini

ore 17.00 “Dirty Dixie Jazz Band” – LIVE CONCERT itinerante

ore 17.00 Esibizione di Danza Contemporanea, Flamenco e Danza del Ventre – Coreografie di Vilma Trevisan, Marisa Diaz, Lorena Nigra Sum – A cura dell’ Associazione Culturale Estilo

Flamenco, di Marisa Diaz – Piazza S. Moderanno

approfondimento “Esibizione di Danza Contemporanea, Flamenco e Danza del Ventre”

 Trip-To

Trip-to è la raffigurazione di un viaggio, di cui non si vede l’arrivo, ma solo le tappe, vissute sottopelle come emozioni, condivise con il pubblico tramite la danza contemporanea.

Il nostro è il percorso di un anno, dove abbiamo lavorato sulla forza del gruppo, e abbiamo capito che l’importante non è la meta, ma viaggiare insieme.

Coreografia: Vilma Trevisan

Interpreti: Vittoria Anzalone, Serena Cadamuro,

Greta Chiari, Isabella Corradi, Francesca Galvani,

Benedetta Marziani, Licia Quaretti, Irene Testi.

Ritmos del Sud

Un viaggio nel sud della Spagna, in cui gli spettatori si sentiranno per un attimo immersi nel colore, nell’ allegria e nella profondità dei balli che la rappresentano.

Il calore avvolgente di una cultura diversa che rimarrà nel cuore.

Coreografia: Marisa Diaz

Danza dei Fan Veils

Danza di fusione mediorientale, che combina in uno stile di fantasia l’antica tradizione della danza del ventre con le evoluzioni più contemporanee di questa disciplina.

Coreografia e danza: Lorena Nigra Sum

Produzione: Vilma Trevisan (Zona Ovest Danza);

Marisa Diaz (Associazione Culturale Estilo Flamenco); Lorena Nigra Sum.

ore 18.00 “Ieri e Sempre” – Spettacolo teatrale a cura del laboratorio diretto da Fabrizio Croci – Villa Bercelo

approfondimento “Ieri e Sempre” a cura del laboratorio diretto da Fabrizio Croci

IERI non è uno spettacolo per ricordare, per fermarsi ad un tempo passato.

IERI non è un tempo remoto, un lasso temporale, IERI è quello che accade oggi.

IERI è SEMPRE

Un’opera crudele, ma ironica, asettica ma emozionale, dove tutto ciò che accade è già accaduto, ma continua ad accadere in luoghi e tempi diversi ma sempre uguali

ore 18.20 Tango Argentino Milonga in Piazza San Moderanno

 ed inoltre …

Dal venerdì sera alla domenica sera “Mariam – La Donna Barbuta” – Piazza Molinari

approfondimento

Aveva 21 anni quando la barba iniziò a crescerle sul mento, dopo un primo periodo di rifiuto, la Donna Barbuta capì di fare tesoro di ciò che la vita le aveva riservato. Decise di mostrarsi e di girare il mondo leggendo il palmo delle mani dei suoi visitatori. Così, riprendendo un’antica tradizione circense, mentre vi leggerà il futuro, voi intuirete nel suo viso l’importanza di non aver paura del proprio aspetto

“SQUINTERNO DA MANGIARE”

squinterno festival Berceto 2014 eventi (14)Ogni giorno a partire da venerdì sera sarà possibile gustare in PIAZZALE BARBUTI l’ottima cucina dello SQUINTERNO FESTIVAL che ogni anno s’impegna a servire cibi freschi e salutari.

Anche quest’anno, sia l’ASADO che la PORCHETTA verranno cucinati da esperte mani in Piazzale Barbuti e in Largo Trinità. Ricordate di portare la tazza dell’anno scorso! Per i nuovi ospiti del Festival sarà possibile acquistare le ormai famose TAZZE di alluminio targate SQUINTERNO FESTIVAL 2014.

“FREE CAMPING”

squinterno festival Berceto 2014 eventi (15)Il Comune di Berceto e lo Squinterno Festival mettono anche quest’anno a disposizione uno spazio libero nel quale è possibile piantare le tende. Per raggiungerlo occorre dirigersi verso il nuovo campo sportivo Chico Mendez sito a 10 minuti a piedi dal centro del paese.

Si avvertono gli avventori che il luogo è fornito di bagni e acqua potabile, ma non di docce. Ah e l’ombra è pressoché inesistente.

Consultate il punto informazioni di Bercelo per avere indirizzi di alberghi, bed & breakfast, agriturismi o camping a pagamento.

squinterno festival Berceto 2014 eventi (16)

MOSTRE

Hitnes – Murales – Scuole elementari e medie di Berceto

Grazie alla sponsorizzazione di Cardinali Edilizia (Berceto) e la collaborazione di Massimiliano Cattani (Berceto), lo Squinterno Festival propone a tutti i visitatori la possibilità di poter assistere all’esecuzione di un murales che sarà realizzato in estemporanea sulle pareti laterali della scuola di Berceto dal muralista di fama internazionale Hitnes. Hitnes nasce a Roma nel 1982.

Nel 1996 inizia a dipingere i muri con i graffiti che poi si svilupperanno in murales di grandi dimensioni.

Viaggia, lavora, ed espone in molti paesi d’Europa, Australia, Messico, Cina, U.S.A. e Russia.

Nel 2005 si diploma allo IED di Roma in illustrazione ed animazione, dove ora è professore della classe di serigrafia.

CART’ART orizzonti di carta – Mostra di opere di carta – Museo Pier Maria Rossi

La delicatezza della materia si unisce alla forza dell’arte per animare nuovi orizzonti.

Dalla fragilità della carta, come da un’anima sensibile, nascono forme molteplici: reali o fantastiche, a volte timide, a volte poetiche.

Espressioni autentiche di mondi perduti e ritrovati…

Gli artisti che sono stati scelti per questa prima esposizione di opere di carta, stimolano lo spettatore ad entrare in relazione e dialogare con i manufatti.

Da venerdì 11 a lunedì 21 luglio nel Museo Pier Maria Rossi verrà proposta un’esposizione di opere di carta realizzate da artisti internazionali: Elvezia Allari, Angela Simone e Patrizia Peruffo ci faranno entrare nel loro mondo immaginario con abiti-scultura di carta, gioielli tridimensionali dal tocco impalpabile e taccuini scritti e dipinti a mano.

Renza Sciutto, già presente alla Biennale di Venezia, ci mostrerà la sua collezione di Carte Dell’Ascolto interamente realizzate a mano.

Giovanna Corsi proporrà le sue sculture luminose.

Dario Zeruto, Eleonora Cumer e Maria Francesca Tassi, più volte presenti con le loro opere al Mart di Rovereto, presenteranno ora installazioni e studi sul libro d’artista.

Gianluca Quaglia per l’occasione realizzerà un’installazione con cui il pubblico potrà direttamente interagire

Babiscia e Matteo Sclafani, già noti nel territorio parmense, porteranno rispettivamente incisioni su carta e Suggestioni.

Simposio di sculture di carta – Via Pier Maria Rossi – Sabato 12 luglio dalle ore 17

La scultura di carta nasce con tutte le caratteristiche tipiche dell’era moderna: è low-cost, è pratica, volendo è anche mono-uso, è al servizio del moderno nomade che abita più case o che talvolta abita a diverse latitudini, è democratica, è design, è leggera, è trasportabile, è una scultura da viaggio.

Quando viene esposta non ha bisogno di grandi spazi e può esprimere anche una dimensione culturale privata.

Seguendo questa filosofia, e in parallelo alle mostre con opere di carta allestite all’interno del Museo Pier Maria Rossi, sabato pomeriggio (12 luglio) a partire dalle ore 16, in via Pier Maria Rossi, alcuni studenti del Liceo d’Arte Paolo Toschi, uniti a docenti, scultori e artisti, proporranno un simposio di sculture di carta.

Le opere saranno elaborate sul posto e poi installate per il paese dagli stessi artisti a loro libera scelta.

Parteciperanno: Thea Ambrosini, Virginia Ambrosini, Thelma Boleart, Michele Bonelli, Luca

Fossa, Elena Manfrè, Vassili Manfredi, Veronica Martiradonna, Sonia Menichelli, Elisabetta Papageorgiou, Marta Pozzoli, Karina Semencenko, Eugen Sloter, Syaia, Elena Viappiani

ISOLA BLU – Stamperia mobile – Sagrato del Duomo

Un viaggio nel passato, nell’affascinante mondo dei caratteri mobili: l’invenzione che rivoluzionò il mondo della scrittura.

Un laboratorio per il pubblico, un percorso suggestivo e attraente in cui sia adulti sia bambini potranno sperimentare i gesti di un artigianato alle origini della stampa a caratteri mobili, divertendosi a comporre il testo, mischiare i colori, stendere gli inchiostri con i rulli e girare la vite del torchio.

Si ripropone un’antica stamperia in cui ognuno potrà inchiostrare e stampare un’immagine oppure un testo per poi portarseli a casa. Per i più intraprendenti ci sarà anche la possibilità di comporre e stampare scritte personalizzate, anche su stoffa (se ve la portate!)

Our religion – Mostra fotografica Ivano Di Maria – Sagrato del Duomo

Progetto sui gesti e sui riti della fede in riferimento alle molte comunità religiose sparse sul territorio nazionale. La ricerca si focalizza su tre comunità in particolare: il gruppo Sikh di Novellara, in provincia di Reggio Emilia, la comunità Ortodossa di Modena e i Cattolici ganesi di Reggio Emilia e Modena.

Tutte le religioni hanno in comune il sentimento di trascendenza che si manifesta in modi diversi a seconda della provenienza geografica e culturale delle persone che lo professano. Si può dire che tale anelito sia un universale antropologico, scaturito dal senso di “finitezza” della condizione umana. Nello specifico delle tre comunità fotografate il progetto cerca di fissare i gesti e le espressioni che aprono le porte alla complessità del vissuto interiore.

Il Dio dei Sikh ha la stessa dignità del Dio dei Cattolici e degli Ortodossi. Ma mentre tra gli Ortodossi e i Sikh sono il silenzio e la compostezza a prevalere nei rituali, nei Cattolici africani si manifesta prepotentemente l’impeto della gioia e il desiderio di comunione spirituale. www.ivanodimaria.com

Opere su carta – Luca Skawalker – Via Romea

“Se potessimo misurare la mente di un uomo dai segni che questo è capace di tracciare attorno a sé, quella di Skawalker potrebbe corrispondere per estensione e densità ad una galassia parallela. Un mondo governato da leggi proprie, dove una linea genera una forma e da questa si sostanzia un’idea, senza gravità e senza volumi, solidamente costruito dal lavorìo paziente della mano sulla carta. Qui l’immaginazione detta le regole di una nuova grammatica del pensiero: vi abitano roditori di ogni specie, gatti sornioni, umanoidi semi-seri ed esseri primordiali che con una naturale tendenza al gioco e all’ironia ribaltano ogni gerarchia ed ogni logica terrena.

Un universo fantastico che ci fa sorridere se ne osserviamo le situazioni ambigue e le figure surreali, che ci trascina nelle sue forme e nei suoi colori, ma che allo stesso tempo ci provoca inquietudini quando lascia affiorare la parola.”

Claudia Cattani

Pensieri smarriti nel tempo, frammenti di spazio: una danza tra parola e immagine – Poesie e installazioni – Giordano Agnetti e Federica Zanzucchi – Via Romea

…. Sussurri….

nel bosco udivi sussurri….

volevi ascoltare le voci

ma udivi

solamente

sussurri…

(da: Una voce)

C.A.C.C.A. – Rivista artigianale indipendente – Via Romea

C.A.C.C.A. è l’acronimo di Cose A Caso Con Attenzione, una fanzine, una rivista artigianale e indipendente. Nasce per stimolare idee e dar loro uno spazio concreto. Proponiamo per ogni numero una parola chiave che chiunque potrà interpretare liberamente con scritti, disegni e fotografie. Veniteci a scoprire!

SYAIA – Giardini Tatanka Yotaka e per le vie del paese

Fare nidi

Installazione site specific

E’ nido dove si cresce. Quando si viene alla luce.

Dove si trova riparo, protezione, rifugio. Qui è cuore. Qui si può semplicemente stare. E’ dove ci si può addormentare. Dove si apprezza l’importanza del fare. Qui c’è luce. Senti da sempre di farne parte. Qui è dove mettere radici. Dove imparare a volare.

BAT MITZVA’ _ MUTEVOLE COME L’ACQUA – Erica Fraceti – Performance e opere su carta – Via Pier Maria Rossi

La scelta di lavorare con una tecnica come il bianco e nero, tecnica Mist(ic)a, credo che in questo momento meglio si presti a rappresentare la presenza e la mutazione tra le dimensioni di pieno e vuoto, tra luce e ombra, tra visibile e invisibile per costruire un raccordo tra questi universi così apparentemente lontani. Sento di lavorare con quella cosa chiamata morte, di sfiorarla e di sentirla come un’ottima prospettiva di vita, riconoscendo la giusta temporalità del mio essere e delle cose che mi circondano. Tutto ciò può elevare la coscienza e aprire nuovi orizzonti.

In qualche modo le immagini riprendono vita in aspetti che sono ignoti nella loro mera rappresentazione visuale e rivelano tratti e segni che si possono solo vedere all’ombra della luce.

Lorenzo Chiuri Splatterno – Mostra di pittura – Piazza Barbuti

Omaggio a un regista che ha rivoluzionato l’idea di come fare cinema: Quentin Tarantino.

Dipinti in cui i soggetti vengono scelti tra screenshot presi dalla filmografia del regista; un’idea che nasce dalla necessità e dalla volontà di mettere su tela immagini, frame di altissima natura pittorica, lungometraggi e capolavori che, dopo aver lasciato un segno nella nostra mente, nel nostro cuore e nella nostra anima, rivivono sulla superficie pittorica.

Visita la mostra e fatti decorare la tazza da Lorenzo!

VADO A NAVIGARE – Installazione di carta – Sonia Menichelli – Castello

E’ ora di mettersi in viaggio e mi serve una nave che superi lo spazio e il peso della fisicità del tempo passato.

….non serve più orizzonte né mare, ma soltanto sogno e respiro…

Grozni & Jimmy – Architettura_Artigianato_Design_Riciclo – Progetto urbano site-specific, installazioni luminose – Per le vie del paese

Dal nostro incontro nasce una nuova realtà produttiva basata sull’importanza del “fare” come concetto fondamentale che spazia dalla progettazione alla realizzazione.

Tale concetto ha portato ad una consapevolezza rispetto ai materiali che si utilizzano, la preservazione e l’innovazione della cultura artigianale, l’importanza sociale del lavoro e la progettazione integrata che si apre ad altre discipline.

Mauro Olocco – Piazza San Moderanno

Le opere di Mauro Olocco compongono un mondo immaginario, popolato da guerrieri, cavalieri corrosi e contaminati dal tempo, santi e imperatori bizantini che presiedono ieratici ad antiche liturgie, sirene tentatrici, sensuali odalische…

Attori muti di favole e miti, epici e grotteschi…

CARE – Incisione collografica con blu di metilene e acetati – Elena Viappiani – Castello

“Io non ho mai visto uomini tristi che guardassero con occhio così ansioso verso il minuscolo lembo d’azzurro che noi prigionieri chiamiam cielo, e verso ogni nuvola che andava alla deriva da vele d’argento sospinta”

Oscar Wilde, La ballata del carcere di reading

Lo Squinterno Festival …una “vetrina” importante per far conoscere ed appezzare non solo il paese, ma anche per gli “artisti” e gli “artigiani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.