Provincia di Parma: anche quest’anno tra poco al via la caccia di selezione al capriolo – Calendario venatorio 2014/2015

Print Friendly, PDF & Email

Regolamento Regionale E-R Gestione Ungulati 2013 (100) I caprioli, insieme a cervi e daini, sono tornati in grandissimo numero sulle nostre colline e montagne negli ultimi decenni … così quasi tutte le regioni italiane e la gran parte dei Paesi Europei hanno avuto negli ultimi anni l’opportunità, se non la necessità, di giungere ad autorizzare gli abbattimenti. Infatti il sovrannumero di animali nel territorio, ancora non compensato dalle predazioni del lupo (principale predatore naturale del capriolo), oltre ad alterare equilibri biologici complessi provoca spesso problemi alle attività agricole (con richieste di risarcimento e conseguenti indennizzi effettivi che ovviamente costituiscono solo un contributo parziale rispetto ai danneggiamenti realmente riscontrati) ma anche seri problemi di sicurezza stradale.

Regolamento Regionale E-R Gestione Ungulati 2013 (101)La nostra Regione Emilia Romagna e la Provincia di Parma, sulla  base di attente ed approfondite argomentazioni tecnico scientifiche mirate alla conservazione delle specie in un rapporto di compatibilità con l’ambiente, hanno stabilito l’apertura della caccia di selezione (una caccia mirata a capi specifici assegnati in base al sesso ed all’età prestabilita), da attuarsi con possibili uscite in cinque giornate (esclusi martedì e venerdì, con limitazione dell’orario nei giorni festivi), per il prelievo selettivo del Capriolo (Capreolus capreolus).

Cervo Parma Val Taro primavera 2013 (79)In periodi ugualmente stabiliti è prevista anche la caccia di selezione del daino (Dama dama), del muflone (Ovis musimon) e del cervo (cervus elaphus), in attuazione dei rispertivi Piani di prelievo annuali apporvati dall’ente provinciale previo parere da parte dell’I.S.P.R.A. (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambinetale).

Cervo Parma Val Taro primavera 2013 (83)Tale particolare “tipo” di caccia può essere praticata solo dai cacciatori abilitati al prelievo selettivo, muniti di armi di precisione dotate di cannocchiale che hanno superato la prova annuale di taratura, formalmente autorizzati dalla Provincia stessa dopo aver frequentato specifici corsi di formazione con esami finali scritti, orali e con prova di tiro al bersaglio posto a 100 metri.

Testo liberamente tratto dal sito www2.provincia.parma.it scaricabile alla pagina Calendario venatorio 2014/2015 (o nel sito CLIKKA)

Compiano Parma (35) Daino Val Taro palchi palmatiCapriolo (Capreolus capreolus), daino (Dama dama), muflone (Ovis musimon) e cervo (cervus elaphus), sono cacciabili esclusivamente in forma selettiva, il cinghiale (Sus scropha) anche in forma selettiva, in attuazione dei Piani di prelievo annuali eventualmente approvati dalla Provincia su richiesta di Atc e Afv, come da vigente R.R. sulla gestione degli ungulati, nel rispetto dei periodi e dell’arco temporale previsti dalla vigente legislazione e secondo le specifiche tecniche previste dagli atti autorizzativi. (…) la caccia di selezione è ammessa al mattino fino alle ore 7.30 e al pomeriggio dalle ore 19.30 fino ad un’ora dopo il tramonto.

 documenti correlati scaricabili alla pagina Calendario venatorio 2014/2015 

calendario venatorio regionale 2014-2015 tascabile 2014[1]

calendario venatorio provinciale 2014-2015 allegato

DGR_1419_2012

DELG0575.12o

Abbiamo letto che

Monte Fuso (155) Dainola Regione Emilia-Romagna attraverso la carta regionale delle vocazioni faunistiche (documento tecnico che illustra la distribuzione degli ungulati sull’intero territorio regionale), determina la pianificazione fanunistico-venatoria, vale a dire permette di conoscere lo stato di salute delle popolazioni faunistiche presenti, la possibilità di praticare la caccia ovvero la necessità di tutelare le specie

Censimento 2014 Ungulati Berceto (150)i piani di prelievo in forma selettiva delle specie di ungulati cacciabili, sono autorizzati dall’INFS (Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, organo scientifico e tecnico di ricerca e consulenza per lo Stato, le Regioni e le Province) solo in presenza di densità di animali pari o superiori ai 10 ogni 100 ettari. I dati sono rilevati sulla base dei censimenti effettuati. Inoltre i prelievi vengono effettuati sulla base di criteri scientifici che definiscono il numero in base al genere (maschile o femminile) e all’età (giovani, sub-adulti, molto vecchi). Queste misure rafforzano la popolazione, e ne è prova la costante crescita delle presenze sul territorio.

Berceto  (46) fasi censimento Capriolocensimenti, svolti esclusivamente da operatori appositamente abilitati secondo le direttive regionali, sono organizzati, in territorio di A.T.C., dal Comitato Direttivo, composto anche da rappresentanti delle associazioni di protezione ambientale. Spesso si tratta di operazioni piuttosto impegnative e che richiedono un grosso sforzo operativo, infatti il territorio da indagare è molto ampio e sono inoltre necessarie diverse repliche per ottenere dati significativi (guarda i post Berceto (Parma): Censimento (primaverile) degli Ungulati – immagini 29-30 marzo 2014 e Censimento Ungulati a Berceto (Parma)…..immagini).

1 Cartolina Censimento Caprioli Berceto (5)Per partecipare alle sessioni di censimento programmate, è  sufficiente che la persona abilitata (dal corso per operatori ai censimenti), contatti l’A.T.C. interessato e manifesti la propria disponibilità a collaborare. I selecontrollori, ovvero “cacciatori di ungulati con metodi selettivi abilitati al prelievo di cinghiale, capriolo, daino e muflone” previsti dal regolamento regionale, sono figure tecniche che hanno seguito un preciso percorso didattico, con successive prove d’esame. Censimento 2014 Ungulati Berceto (136) caprioli

A conferma dell’indirizzo di specializzazione che si è voluto dare a queste figure tecniche, si aggiunga che è possibile accedere ai corsi per selecontrollori solo se si ha precedentemente frequentato quello per operatori abilitati ai censimenti.

 

Galleria immagini tratte dal “pdf” Regolamento Regionale Gestione Ungulati – Emilia Romagna 2013 scaricabile dal sito www.guardieecologicheparma.it/cgev/ alla pagina 10 – Regolamento Regionale Gestione Ungulati e nel sito CLIKKA

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.