Airone Cenerino (Ardea cinerea Linnaeus, 1758) nel torrente Lubiana (affluente del Fiume Taro) – marzo 2014 – foto di Roberto Pavio

Print Friendly, PDF & Email

2014-03-29 airone cenerino di Roberto Pavio (100)Roberto Pavio (guarda la categoria immagini Roberto Pavio) il 29 marzo 2014 in Val Taro è riuscito a documentare, attraverso l’obiettivo fotografico, un incantevole esemplare di Airone Cenerino (Ardea cinerea Linnaeus, 1758): il più grande Airone europeo presente lungo i nostri corsi d’acqua.

(guarda i post Corsi d’acqua)

… è davvero emozionante trovarsi davanti ad un animale selvatico, circondati da cascate d’acqua e vegetazione, nella selvaggia natura del nostro Appennino !!!

(guarda i post Animali, Foto)

 

Ecco le immagini del bellissimo esemplare di Airone Cenerino, fotografato nel marzo scorso da Roberto Pavio lungo il corso d’acqua del torrente Lubiana (affluente del fiume Taro).

2014-03-29 airone cenerino di Roberto Pavio (103)

Curiosità

Il torrente Lubiana nasce dalle pendici del Monte Zuccone (alt. 1423 metri), attraversa il villaggio di Tarsogno nel Comune di Tornolo (Parma), situato alla base di questo monte, scorre lungo una valle circondata da estesi boschi di querce, fino a raggiungere il Taro nei pressi di Pieve di Campi frazione del Comune di Albareto (Parma).

Ringraziamo ancora una volta Roberto Pavio per avere condiviso con tutti noi le sue splendide immagini, scatti unici che, oltre ad essere frutto sicuramente di grande capacità e tanta pazienza, riescono a “fermare” e trasmettere “emozioni” di natura e vita.

approfondimento

testo tratto dal “pdf” visibile CLIKKA del sito www.comune.sannazzarodeburgondi.pv.it

Airone cenerino (Ardea cinerea)

2014-03-29 airone cenerino di Roberto Pavio (104)Il cenerino è un airone di grandi dimensioni (1 m), ha livrea grigia (da cui il nome), collo e testa bianchi con una elegante striscia nera dall’occhio alla punta della lunga egretta.

Il becco lungo, robusto e affilato è giallastro mentre le zampe sono brunaste; entrambi assumono colorazione rossastra all’ inizio della stagione riproduttiva. Maschio e femmina sono simili.

2014-03-29 airone cenerino di Roberto Pavio (101)I giovani hanno piumaggio caratterizzato da numerose macchie più chiare sul collo.

Si nutre di pesci, anfibi, rettili e occasionalmente anche di piccoli mammiferi e molluschi acquatici.

La migrazione è parziale; solo le popolazioni più settentrionali migrano ai tropici, nelle nostre zone è ormai stanziale.

2014-03-29 airone cenerino di Roberto Pavio (105)Frequenta per alimentarsi le zone di coltura “umide”, come marcite e soprattutto risaie, ma anche canali e fiumi con rive boscose, laghi e coste marine.

Nel mese di marzo, nidifica in colonie con garzette e nitticore tra alberi di alto fusto.

Si nutre preferibilmente di giorno,isolato o in gruppetti, camminando nelle acque basse o attendendo immobile che le prede capitino a tiro dell’appuntito becco.

Galleria immagini: Airone Cenerino (Ardea cinerea Linnaeus, 1758) nel torrente Lubiana (affluente del Fiume Taro) – marzo 2014 – foto di Roberto Pavio

 Roberto Pavio sottolinea che:

2014-03-29 airone cenerino di Roberto Pavio (102)… non si può amare e non si può proteggere ciò che non si conosce.

Se si prende coscienza dell’esistenza di un mondo che non sempre si mostra o che appare in modo fugace al nostro sguardo distratto, se ci si ferma ad osservare con calma la bellezza insita in esso, sicuramente questo potrà determinare in noi un mutamento di atteggiamento teso a rispettare e tutelare ciò che ci circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.