Video: L’abbaio (scrocchio) del Capriolo – Curiosità – Emozioni del bosco – Val Grontone – Taro (Primavera 2014)

Print Friendly, PDF & Email

Natura 2014-03-29 Val  (15)Spesso, camminando nel bosco, si può avere l’impressione che un cane stia abbaiando. Si potrebbe in realtà trattare di un capriolo, infatti il verso del capriolo è molto simile all’abbaiare di un cane anche se più roco e con un lento ritmo di ripetizione.

(guarda i post Animali, Capriolo)

Ecco un video con un bellissimo panorama primaverile della Val Grontone, nei pressi del Perneto di Castellonchio (Berceto, Parma), con un canto gioioso di uccellini e in sottofondo e un “concerto” eseguito da esemplari di Capriolo (Capreolus capreolus, Linnaeus 1758) che “abbaiano” e “si rispondono” da punti diversi di boschi e radure della zona (Primavera 2014).

 

Video: L’abbaio (scrocchio) del Capriolo nella valle

[flowplayer src=’http://www.valgotrabaganza.it/wordpress/wp-content/uploads/2014/04/Video017Caprioli.flv’ width=500 height=300 splash=’http://www.valgotrabaganza.it/wordpress/wp-content/uploads/2014/01/Video-abbaio-scrocchio-Capriolo-nella-valle.jpg’]

L’abbaio (scrocchio) del Capriolo è un suono cupo e ritmato, molto simile all’abbaiare roco di un cane, che viene utilizzato dagli esemplari di Capriolo, sia maschi che femmine, in occasioni diverse: come segnali di allarme, quando il capriolo individua un pericolo imminente o quando l’animale è insospettito e quindi spaventato da qualcosa a cui non sa dare spiegazione (una specie di sfogo dell’accumularsi della tensione in una situazione di stress), oppure come segnale di territorialità utilizzato dagli individui maschi (è stato osservato che i maschi, durante la “fase” territoriale, abbaiano più frequentemente e in apparente assenza di effettivo motivo).

Così già in aprile, ma soprattutto nei mesi di maggio e giugno, è possibile udire veri e propri “concerti” eseguiti dai maschi di capriolo che “abbaiano” insistentemente e “si rispondono” da punti diversi di boschi e radure, proprio come nel caso del nostro video.

Natura 2014-03-29  Val Grontone - Taro  (13)L’abbaio in caso di pericolo, che può essere rappresentato dall’avvistamento dell’uomo o di un predatore (il lupo nel nostro Appennino si nutre spesso di caprioli), sembra perfino più “rabbioso” e con un ritmo più ravvicinato, spesso con la contemporanea fuga in senso contrario per allontanarsi dalla minaccia.

approfondimenti Animali, Capriolo

Galleria Immagini panorama primaverile della Val Grontone nei pressi del Perneto di Castellonchio di Berceto (Parma)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.