Trota Fario (Salmo trutta trutta – Linneo, 1758) ripresa nel Gotrino (affluente del torrente Gotra) – Comunalia di Tombeto, Albareto (Parma) – immagini luglio 2013

Print Friendly, PDF & Email

Val Gotra (15) Gotrino Trota FarioIn una bella giornata di luglio 2013, attraverso una piacevole escursione estiva nella natura incontaminata, abbiamo scoperto (a circa 1200 metri di altitudine), alle sorgenti del fresco torrente di montagna, Gotrino (affluente del torrente Gotra), alcuni esemplari di Trota Fario (guarda i post Corsi d’acqua).

Il torrente si trova nella proprietà “collettiva” della Comunalia di Tombeto, situata nel versante settentrionale del crinale tosco-emiliano, nel territorio del Comune di Albareto, in Provincia di Parma. 

 

Val Gotra (34) GotrinoScendendo lungo le sponde del piccolo corso d’acqua, guadandolo più volte, ci siamo soffermati ad ammirarlo e a fotografarlo con la speranza che attraverso queste immagini, si possa contribuire alla tutela e al rispetto non solo di queste importanti risorse, acqua non inquinata e spazi vitali sicuri per la biodiversità, ma anche di tutta la natura che le circonda, al fine di salvaguardarle per le generazioni future.

Video:Trota Fario Gotrino, affluente del torrente Gotra Comunalia di Tombeto Albareto luglio 2013

[youtube]http://youtu.be/g7jpmFatMoI[/youtube]

L’ambiente naturale intorno al torrente Gotrino (affluente del torrente Gotra)

Val Gotra (33) GotrinoTrota Fario (Salmo trutta trutta – Linneo, 1758) ripresa nelle fresche e limpide acque, del torrente Gotrino (affluente del torrente Gotra), alle sorgenti a circa 1200 metri di altitudine, nella proprietà della Comunalia di Tombeto, Albareto (Parma).

Val Gotra (51) Gotrino Trota Fario

 testo tratto www.pesport.it dal sito alla pagina

 La trota fario

Val Gotra (38) Gotrino Trota FarioLa trota fario è un salmonide indigeno delle nostre acque montane, il suo corpo è slanciato ed elegante.

La testa, robusta ma non molto grande, è munita di un’ ampia bocca fornita di numerosi denti.

Negli esemplari adulti, la mascella inferiore è più lunga di quella superiore. 

Val Gotra (50) Gotrino Trota FarioLa trota fario ha una livrea inconfondibile color grigio-verde sul dorso, il ventre è chiaro e sfuma dal giallo bianco, puntinata di nero presenta nei soggetti nativi dei grossi pallini arancioni.

La coda della fario è ampia e forte , adatta alla vita nell’acqua rapida dei nostri torrenti; infatti proprio la coda è una delle caratteristiche che ci consentono la distinzione tra la trota fario , che ha il margine quasi dritto, e  trota iridea , in cui  il margine è più inciso.

La trota fario può raggiungere i 4-5 kg.   

post correlati

Ruscello “Rio Bisselle” confluente del Gotrino (affluente del torrente Gotra), nella Comunalia di Tombeto : Albareto (Parma) – immagini 01-05-2013

Foto/favola/racconto – ” Ruscello di montagna ” …in Val Gotra – immagini e testi dedicati alla natura 

Galleria immagini: Trota Fario (Salmo trutta trutta – Linneo, 1758) ripresa nel Gotrino (affluente del torrente Gotra) – Comunalia di Tombeto, Albareto (Parma) – immagini luglio 2013 (immagini di Alessandra Bassoni)

Val Gotra (10) naturaUn elemento importante della passeggiata è la sosta, durante la quale si può ammirare il panorama, ascoltare il rumore di un torrente o il canto degli uccelli, e magari fare qualche foto a rocce, fiori e animali.

E’ importante portare a casa solo ricordi fotografici.

Il tutto farà crescere sempre di più l’amore per la natura

testo tratto dal sito ambiente.regione.emilia-romagna.it alla pagina 

Trota fario 

Salmo trutta trutta (Linneo, 1758)

Val Gotra (18) Gotrino Trota FarioTipico salmonide delle acque di montagna, trota fario, anche perché regolarmente immessa con i ripopolamenti effettuati a fini di pesca sportiva, risulta presente quasi ovunque lungo la fascia appenninica. Occasionalmente, essa scende più a valle fino alla pianura; catture sporadiche sono infatti documentate ad esempio per il Po.

Val Gotra (21) Gotrino Trota FarioLa consistenza dei popolamenti è generalmente maggiore nell’Appennino emiliano rispetto a quello romagnolo essendo il primo più ricco di acque fredde e ben ossigenate necessarie per l’insediamento e per un’efficace riproduzione delle specie.

Anche se la trota fario è segnalata abbondante in parecchi corsi d’acqua di montagna, occorre rilevare che il suo regime alimentare e il suo comportamento territoriale non le consentono di raggiungere densità di popolazione paragonabili a quelle osservate nei Ciprinidi.

Val Gotra (45) Gotrino Trota FarioLa consistenza numerica è inoltre fortemente condizionata dalla sua elevata sensibilità alle turbative di origine antropica: inquinamento, captazione di acque, costruzione di briglie sprovviste di scale di rimonta, escavazione di materiale litoide lungo gli alvei, taglio della vegetazione ripariale.

Per ovviare a questi inconvenienti, nonché al massiccio prelievo effettuato da parte dei pescatori sportivi, la prassi seguita dalle Amministrazioni provinciali è di intervenire con altrettanto massicci ripopolamenti di materiale proveniente da allevamenti, in genere poco idoneo perché non selezionato geneticamente.

Val Gotra (25) Gotrino Trota FarioE’ auspicabile che in futuro si mostri una maggior attenzione per questo Salmonide autoctono, adottando misure integrate di salvaguardia che prevedano oltre all’utilizzo di materiale ittico più adatto, soprattutto la tutela della riproduzione naturale da effettuarsi attraverso la protezione di più estesi tratti dei corsi d’acqua e la riqualificazione degli habitat.

Val Gotra (38) Gotrino Trota FarioLunga in media 25-35 cm, nei bacini lacustri della Regione la trota eccezionalmente può raggiungere anche 60-70 cm di lunghezza e 3-4 Kg di peso.

La dieta comprende soprattutto macroinvertebrati (larve di Insetti, vermi, crostacei, ecc.) ma anche piccoli vertebrati, tra cui pesci e Anfibi.

La riproduzione nell’Appennino emiliano avviene tra la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno.

Tratto da “Elementi di base per la predisposizione della carta ittica regionale” , Regione Emilia-Romagna – Assessorato agricoltura e alimentazione, 1992

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.