Luci dell’albero di Natale, effetto “mosso creativo” (con fotocamera in movimento) – Manuale Guida Pratica Alegrafia PiZanz – Foto di Valentina Bruschi 25-12-2013 immagini

Print Friendly, PDF & Email
2013 Albero Natale (29) creativo Valentina Bruschi 2,0 sec a f - 7,1
2013 Albero Natale (29) creativo Valentina Bruschi 2,0 sec a f – 7,1

Ringraziamo Valentina Bruschi per avere condiviso con tutti noi le splendide immagini che ritraggono un albero di Natale con luci colorate, ripreso utilizzando la tecnica del “mosso creativo” a fini artistici.

(guarda i post “amici valgotrabaganza”)

Tecnica che ha la caratteristica di creare immagini artistiche e scenografiche d'”effetto”, attraverso un metodo molto particolare che nella pratica consiste nel muovere la fotocamera mentre l’otturatore è aperto.

2013 Albero Natale (24) 1,0 sec a f - 7,1 ISO 800
2013 Albero Natale (24) 1,0 sec a f – 7,1 ISO 800
2013 Albero Natale (26) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f - 7,1
2013 Albero Natale (26) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f – 7,1

“Valgotrabaganza” attraverso le bellissime immagini, di giochi di luce e composizioni con scie colorate e brillanti, che trasmettono dinamicità, sensazioni di movimento, fascino ed eleganza, cercherà di dare qualche suggerimento o consiglio, per riuscire a fotografare e sperimentare con successo tramite il “mosso creativo” con fotocamera in movimento.

(guarda i post Manuale Guida Pratica Alegrafia PiZanz)

 

2013 Albero Natale (16) 1,0 sec a f - 3,5 ISO 800
2013 Albero Natale (16) 1,0 sec a f – 3,5 ISO 800

Il “mosso” è un modo creativo di fotografare e senza dubbio di grande effetto

… ma …

l’uso eccessivo del mosso potrebbe rendere irriconoscibili i soggetti che vogliamo “immortalare”, è perciò fondamentale una buona dose di pratica e di sperimentazioni, utilizzando diverse velocità di esposizione per capire quale sia la più appropriata per ottenere il risultato voluto.

Immagine scattata con il flash (1/60 di secondo), molto “fredda” e descrittiva ma poco “poetica” o d'”atmosfera”.

2013 Albero Natale (10) 1-60 sec a f - 3,5 flash ISO 200
2013 Albero Natale (10) 1-60 sec a f – 3,5 flash ISO 200

Immagine scattata a mano libera in luce ambiente con un tempo di esposizione di 1/30 secondo, per evitare il “mosso”…foto molto scura.

2013 Albero Natale (11) 1-30 sec a f - 4,5 ISO 800
2013 Albero Natale (11) 1-30 sec a f – 4,5 ISO 800

Immagine ben esposta scattata a mano libera in luce ambiente che ha creato un’atmosfera calda, con un tempo di esposizione di 1/15 di secondo, che ha provocato il “micromosso”.

2013 Albero Natale (12) 1-15 sec a f - 3,5 ISO 800
2013 Albero Natale (12) 1-15 sec a f – 3,5 ISO 800
2013 Albero Natale (28) creativo Valentina Bruschi 2,0 sec a f - 7,1
2013 Albero Natale (28) creativo Valentina Bruschi 2,0 sec a f – 7,1

In questo articolo, attraverso alcuni esperimenti fotografici di Valentina Bruschi, vediamo come tempi di esposizione lunghi, maggiori o uguali a un secondo (valori molte volte indispensabili per scattare foto d'”atmosfera”), possano essere utili strumenti creativi per creare effetti particolari ed “artistici” negli scatti.

Infatti, muovendo la fotocamera mentre si scatta (proprio il contrario di ciò che si cerca di evitare quando si fotografa a mano libera), è possibile ottenere interessanti “effetti speciali”.

Ecco così un albero di Natale, dipinto con i tempi di esposizione lunghi, in una stanza poco illuminata.

….composizioni astratte di colori e sensazione di movimento

2013 Albero Natale (25) 1,0 sec a f - 7,1 ISO 800
2013 Albero Natale (25) 1,0 sec a f – 7,1 ISO 800

Come impostare preferibilmente la fotocamera se si fotografa, come in questo caso, in una stanza poco illuminata (quasi al buio)

Per avere un “effetto” considerevole, vanno usati tempi lenti di esposizione (anche superiori a ½ sec.) e la sensibilità ISO va impostata al minimo valore permesso per poter usare questo tipo di tempo, che spesso è anche dato dal minimo valore permesso dalla luce della stanza.

2013 Albero Natale (27) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f - 7,1
2013 Albero Natale (27) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f – 7,1

Se impostiamo la fotocamera nel modo di scatto a priorità di tempi (simbolo S) l’apertura (diaframma) sarà selezionata automaticamente dalla fotocamera, se invece usiamo il modo manuale (simbolo M) dovremo scegliere (facendo alcune prove) anche l’apertura del diaframma con la relativa profondità di campo, che visto l’effetto mosso con dettagli confusi riteniamo possa risultare una scelta scarsamente importante.

La “difficoltà”, infatti, sta tutto nel movimento, preciso e regolare.

Una volta impostata la fotocamera, iniziare a muoverla con decisione e regolarità premendo contemporaneamente il pulsante di scatto e aspettando che l’otturatore si richiuda.

L’effetto che si ottiene deriva sicuramente dall’esposizione (intervallo di tempo tra l’apertura e la chiusura dell’otturatore, uguale o superiore al secondo), ma soprattutto dal tipo di movimento della fotocamera.

Alcuni esempi:

rotazione della fotocamera lungo un cerchio immaginario

2013 Albero Natale (19) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f - 7,1
2013 Albero Natale (19) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f – 7,1

rotazione della fotocamera in su e in giù

2013 Albero Natale (22) 1,0 sec a f - 7,1 ISO 800
2013 Albero Natale (22) 1,0 sec a f – 7,1 ISO 800

rotazione della fotocamera in giù e in su

2013 Albero Natale (23) 1,0 sec a f - 7,1 ISO 800
2013 Albero Natale (23) 1,0 sec a f – 7,1 ISO 800
2013 Albero Natale (20) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f - 7,1
2013 Albero Natale (20) creativo Valentina Bruschi 1,0 sec a f – 7,1

L’effetto che si ottiene è ovviamente un po’ casuale: per imparare questa tecnica l’unico modo è sperimentare, variando tempo di esposizione, tipo di movimento, ampiezza del movimento e velocità, e soprattutto fare esperienza cercando di prevedere con successo i risultati.

I soggetti con fonti luminose colorate e variegate, come le luci e le decorazioni dell’albero di Natale, si prestano bene a questo “giochino” di “scie” luminose in movimento.

Per quanto inconsueta, questa tecnica aumenta le possibilità e le occasioni per fare buone foto.

Curiosità: un’applicazione estrema di questa tecnica è detta “camera toss”, ovvero “lancio della fotocamera”, naturalmente lo scatto è unico ed irripetibile e, se non si è molto abili e veloci a riprendere la fotocamera in volo, sarà anche l’ultima immagine scattata dalla vostra macchina fotografica.

Galleria immagini: Luci dell’albero di Natale, effetto “mosso creativo” (con fotocamera in movimento) –  Manuale Guida Pratica Alegrafia PiZanz – Foto di Valentina Bruschi 25-12-2013

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.