Capriolo (Capreolus capreolus, Linnaeus 1758) ripreso nei pressi di Chiastre e Praquarola di Casaselvatica (Berceto – Parma) in Val Baganza (maggio 2013) – immagini

Print Friendly, PDF & Email

Capriolo 06-05-2013 (12) Val Baganza (Praquarola)Un capriolo maschio adulto nella fase di muta della livrea da invernale ad estiva (tipico il pelo arruffato durante il “cambio”) con l’evidente “specchio anale” bianco caratteristico nella stagione invernale, ripreso casualmente in Val Baganza, nei pressi di Chiastre e Praquarola di Casaselvatica (Berceto – Parma), la mattina del 06-05-2013;

Capriolo 06-05-2013 (13) Val Baganza (Praquarola)L’animale stava nutrendosi dei germogli del prato, per poi allontanarsi rapidamente una volta individuato il potenziale pericolo rappresentato da chi lo stava osservando;

Le immagini e questo piccolo testo speriamo sia utile a far appezzare e rispettare la biodiversità del nostro territorio.

 Capriolo 11-05-2013 (36) cambio mutaapprofondimenti

Archivio Categoria: Foto Animali

Informazioni e Consigli – Manuale Guida Pratica Alegrafia PiZanz su come fotografare gli animali selvatici alla pagina

Animali – Come fotografarli

 

Capriolo 11-05-2013 (35) cambio mutaIl Capriolo (Capreolus capreolus), insieme al cervo (guarda il post Cervo (Cervus elaphus Linneo, 1758), alcuni di questi “giganti dei boschi” ripresi nei pressi di Parma in Val Taro e in Val Grontone (primavera 2013) – immagini “Emozioni nel bosco”) ed al cinghiale, sono le specie autoctone di ungulati presenti in Emilia-Romagna,Capriolo 11-05-2013 (34) specchio anale il Daino e il Muflone anch’esse presenti sono invece specie alloctone, ovvero importata in Italia in tempi molto antichi  –  approfondimento nel post Daino (Dama dama) ripreso nei pressi di Compiano (Parma) in Val Taro (settembre 2012)  –   immagini.

 

Galleria immagini Capriolo (Capreolus capreolus, Linnaeus 1758) ripreso la mattina, nei pressi di Chiastre e Praquarola di Casaselvatica (Berceto – Parma) in Val Baganza il 06-05-2013) e del Capriolo ripreso la sera dell’11-05-2013, anche questo esemplare è nella fase di muta della livrea da invernale ad estiva con il caratteristico pelo arruffato durante il “cambio”.

Capriolo 11-05-2013 (30) cambio mutaNon si può evitare di danneggiare, o meglio salvaguardare, ciò che non si conosce … per questo occorre cercare di osservare, con considerazione e rispetto …

dunque ci auguriamo che anche queste immagini e il breve testo siano utili e possano costituire un piccolo passo per far comprendere, per poterla appezzare e rispettare, la “biodiversità” del nostro territorio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.