Regione Emilia Romagna: 4,5 milioni di alberi in più nei prossimi 5 anni, uno per ogni abitante – giugno 2020

Print Friendly, PDF & Email

Visto che nel blog è presente la categoria Comunicati Istituzionali, riportiamo volentieri il seguente comunicato (giugno 2020) 4,5 milioni di alberi in più nei prossimi 5 anni, uno per ogni abitante – Parte il bando per i vivai regionali dove cittadini, enti locali, scuole, associazioni e imprese potranno ritirarli gratuitamente e piantarli.

Quattro milioni e mezzo di alberi in più nei prossimi cinque anni, uno per ciascuno dei suoi abitanti, per fare diventare l’Emilia-Romagna il“corridoio verde” d’Italia.

Una nuova pianta per ogni residente, a partire dalle prime 500 mila che saranno piantate già quest’anno e che cresceranno nei giardini privati e delle scuole, in aree pubbliche e private e che si vanno ad aggiungere alle 200 mila annuali che già la Regione distribuiva tramite i propri vivai.

Lo aveva promesso in campagna elettorale, il presidente Stefano Bonaccini, e sono già state costruite le condizioni per iniziare a farlo. Infatti, il prossimo 22 giugno 2020 apre il bando riservato ai vivai dell’Emilia-Romagna per la distribuzione gratuita degli alberi a cittadini, enti locali, istituti scolastici, associazioni e imprese.

 

A sostenere l’intervento nel suo complesso, un maxi-finanziamento di 14,2 milioni di euro che la Regione si impegna a mettere in campo fino al 2024.

Con la prima tranche da 1,6 milioni di euro immediatamente disponibili, e suddivisi tra le province in base alla loro estensione territoriale e alla popolazione residente, per la provincia di Parma, arrivano subito oltre 200 mila euro.

Un progetto green che rientra nel programma di legislatura della Giunta regionale, un’iniziativa strategica che guarda già alla fase 3 del post emergenza Covid, puntando sulla natura come alleato fondamentale per abbattere le emissioni, tutelare il paesaggio, rendere più attrattivo il territorio e vincere la sfida del cambiamento climatico.

Per ogni area dell’Emilia-Romagna – pianura, costa, collina, montagna – è stato definito uno specifico elenco di essenze, per lo più autoctone, tra le quali si potranno scegliere quali mettere a dimora, ritirandole dai vivai. Tutti gli alberi, di alta qualità per assicurarne l’attecchimento, saranno geolocalizzati per seguirne la crescita uno per uno.

Prende quindi il via un importante percorso di partecipazione aperto a tutti coloro che vorranno dare il proprio supporto alla piantumazione e promuovere attività di sensibilizzazione, anche in vista della Giornata nazionale dell’albero del 21 novembre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.