Comune di Albareto (Parma) – Il Consiglio Comunale abbatte la tassazione sulle ristrutturazioni del 100% – ottobre 2019

Print Friendly, PDF & Email

Visto che nel blog è presente la categoria Comunicati Istituzionali, riportiamo il seguente comunicato “IL CONSIGLIO COMUNALE DI ALBARETO ABBATTE LA TASSAZIONE SULLE RISTRUTTURAZIONI DEL 100% (Albareto – Parma – ottobre 2019)”.

Guarda i post Comunicati Istituzionali e Albareto, Parma

Ecco l’informazione.

 

 

IL CONSIGLIO COMUNALE DI ALBARETO ABBATTE LA TASSAZIONE SULLE RISTRUTTURAZIONI DEL 100%

Il Consiglio Comunale di Albareto, nell’ultima seduta ha ritenuto di dare un ulteriore aiuto ai cittadini che intendano ristrutturare casa, ma non solo, molteplici sono le riduzione in materia di contributi edilizi.

La riduzione massima è quella su interventi di ristrutturazione edilizia con e senza aumento di CU per qualsiasi destinazione d’uso e localizzazione urbanistica per i quali il Consiglio ha abbattuto la tassa del 100%. Un’altra riduzione, del 15%, è quella per altre tipologie come la funzione residenziale, quella commerciale ecc.

Ancora riduzioni del 50% per le strutture in campo socio-sanitario ed educativo, più tutta una serie di incentivi per molte tipologie di opere.

“Ci troviamo ancora in un periodo in cui l’edilizia è piuttosto ferma…” dice il Sindaco Davide Riccoboni “…attraverso questa manovra vogliamo incentivare soprattutto le ristrutturazioni delle costruzioni già presenti sul territorio per far si che possano essere portate a nuova vita. Naturalmente questo è solo un piccolo incentivo nel voler dare la possibilità a chi vuole venire a vivere nel nostro territorio, di non dover aggiungere altre tasse ai costi da sostenere per vivere in Montagna. Sicuramente un aiuto che oltre al semplice atto di dire…vieni ad Albareto, non paghi il costo di costruzione…ma vuole essere un incentivo per recuperare i tanti fabbricati presenti andati in rovina e/o abbandonati a se stessi. In secondo luogo, ma non meno importante la manovra vuole essere un incentivo anche per riprendere una fase edilizia, come dicevo, ancora ferma…” continua Riccoboni “…dove l’edilizia stessa fa da traino motore a tutta una serie di attività artigianali e commerciali che si possono sviluppare e potenziare.”

La nuova Amministrazione è partita da pochi mesi, ma ha già messo in campo molteplici iniziative per cercare di diminuire il divario esistente, fornendo aiuti concreti in molteplici campi, da quello educativo a quello ecologico a quello economico, aprendo a diverse categorie, dal singolo cittadino fino alle imprese.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.