Giacomo Bernardi: Amleto Enrico Vergiati – Borgotaro (Parma)

Print Friendly, PDF & Email

Di seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), intitolato Amleto Enrico Vergiati. 

Amleto Enrico Vergiati – Borgotaro (Parma)

Nel registro dei nati nel nostro comune dell’anno 1910, avevo trovato l’atto che documenta come la sua nascita (1910) sia avvenuta qui al Borgo.
Sto parlando di Amleto Enrico Vergiati.
Vi chiederete chi mai sia costui.
Ebbene, sotto altro nome, e questa è scoperta recentissima (…), egli ha avuto un grande successo come scrittore, poeta e “paroliere” di importanti testi … in Argentina, sotto il nome di Juliàn Centeya.
Sempre dai registri del Comune ho appreso che Amleto, figlio di Carlo che di mestiere faceva il “Guardia filo (persone che percorrevano chilometri, anche per vie impervie, per controllare che non vi fossero rotture o altri inconvenienti alle linee telefoniche o elettriche)” e abitava nella Via di mezzo (oggi via Battisti), se ne andò con i genitori in Argentina e là … già, là divenne Juliàn Centeya. Assai noto, ma qui mi fermo perché gli amici mi hanno detto: – Zitto, non scrivere e tieni tutto per il prossimo Lünariu burg’zan. Obbedisco. Ma ancora aggiungo il titolo di un capitolo tratto dal volume “I migranti italiani nel tango argentino”. Il capitolo porta questo significativo titolo “Juliàn Centeya cantò in lunfardo la sua tristezza d’uomo”.
Faccio brontolare gli amici, ma questo lo voglio dire: “Nel 1971 scrisse il suo unico romanzo: El Vociadero (“La discarica”). Un romanzo che racconta la vita di uomini, donne e bambini costretti per povertà a frugare nei rifiuti delle discariche prima che fossero inceneriti.
Ma ora stop, altrimenti al Lünariu burg’zan chi lo compra?
E i suoi versi dedicati al padre
“…como un tungo tenàz cinchò de tiro
todo se lo guantò: hasta el destierro
y aquì palmò
aquì yace adormecido …..”
“Come un mulo tenace portò avanti il carro
e sopportò di tutto, persino l’espatrio
dove riposa addormentato ….
Ora mi fermo davvero. Buona ricerca, perché quella potete farla.
Pure la foto vi offro.

Giacomo Bernardi

Immagine: Amleto Enrico Vergiati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.