Festa della Castagna a Folta di Albareto (Parma) – Tanta tradizione e divertimento – 13 ottobre 2019

Print Friendly, PDF & Email

Domenica 13 ottobre 2019, a Folta di Albareto (Parma), dopo il Concerto del “Coro Cor de’ Vocali” di Parma, diretto dal Maestro Leonardo Morini, si è svolta la sedicesima edizione della “Festa della Castagna” (manifestazione organizzata in collaborazione con l’associazione della Fiera Nazionale del Fungo Porcino).

Guarda Folta

Nel pomeriggio si è potuto gustare: castagne, vin-brulè, specialità gastronomiche (castagnaccio- pattona-tagliatelle-torte dolci e salate), come detto, la manifestazione è organizzata in collaborazione con l’associazione della Fiera Nazionale del Fungo Porcino (guarda Fiera del Fungo Porcino Albareto).

Folta di Albareto (Parma) in Val Gotra, “antico borgo” tra prati e boschi di castagno, un paese e un territorio dove il cibo di qualità e gli antichi sapori legati al gusto rappresentano un’identità culturale e la vera tradizione della cucina dei prodotti del bosco regna incontrastata.

(guarda i post i post Folta Albareto (Parma)

 

Guarda il post con le immagini delle scorse edizioni:

 Festa della Castagna a Folta di Albareto (Parma) – Divertimento e tanta tradizione – 8 ottobre 2017

Coro Cor de’ Vocali: Festa della Castagna a Folta di Albareto (Parma) – 8 ottobre 2017

Festa della Castagna (13° edizione) – Folta di Albareto (Parma) – Val Gotra – 9 ottobre 2016

12° Festa della Castagna – Folta di Albareto (PR) Sagra della tradizione – 11 ottobre 2015

  “Festa della Castagna 2014” – Folta di Albareto (PR) Sagra della tradizione – 05/10/2014 – Val Gotra

Folta : “Festa della Castagna 2013” una sagra che “unisce” nel segno della tradizione – 13/10/2013 Albareto (Parma) – Val Gotra 

 Folta “antico borgo” tra prati e boschi di castagno – Festa della Castagna Albareto (Parma) 07-10-2012 immagini

Il paese

La Chiesa dedicata a Santa Maria Maddalena  (guarda FESTA PATRONALE DI S. MARIA MADDALENA (22 LUGLIO) – FOLTA ALBARETO (PR) – 24 LUGLIO 2016 

PASQUA 2016: ALTARE DELLA REPOSIZIONE (“SEPOLCRO”) – CHIESA DI S. MARIA MADDALENA – FOLTA DI ALBARETO (PR) 

GIOVEDÌ SANTO: MESSA IN CENA DOMINI (PASQUA 2016) – CHIESA DI S. MARIA MADDALENA – FOLTA ALBARETO (PR) – 24 MARZO 2016

Folta di Albareto (Parma): Santa Messa e processione – Madonna della Consolazione (o Madonna della Cintura) – 29 agosto 2016 

Le donne di Folta in Albareto (Parma), “portano” in processione la statua della Madonna della Consolazione (o Madonna della Cintura) – Val Gotra 30-08-2015)

Terminata la Fiera Nazionale del Fungo Porcino nel centro montano di Albareto (Parma), considerata una delle più importanti rassegne enogastronomiche d’Italia, vetrina insieme alla Fiera (Sagra) del Fungo di Borgotaro, eccellenze e antiche tradizioni del territorio della Val Taro e non solo, la Val Gotra, si prepara a festeggiare la regina d’autunno, la Castagna (un tempo ingrediente principale dei periodi di carestia, oggi protagonista di elaborati menu di stagione).

L’evento oltre a valorizzarne la bellezza di Folta di Albareto (Parma) in Val Gotra, facendo diventare protagonista e da cornice alla festa, questo piccolo borgo e i suoi abitanti, ci da la possibilità di vivere una domenica a stretto contatto con atmosfere della campagna, sapori e profumi del bosco, uniti alla genuinità “nostrana”.

approfondimenti

Folta è una frazione del comune di Albareto (Parma), un piccolo nucleo abitato dall’aspetto “antico” in una posizione panoramica sulla Val Taro, e precisamente sulla cresta del crinale che divide la Val Gotra con la valle del torrente Arcina.

Il territorio circostante, di grande interesse dal punto di vista naturalistico, è caratterizzato da estesi boschi circondati da prati.

Il piccolo borgo è caratterizzato dalla “piazza centrale”, cinta dai muri della pregevole Chiesa parrocchiale, dall’imponente campanile, dall’antica canonica e da alcuni edifici “padronali” in sasso, vicoli sterrati e al suo interno presenta l’antica fontana comune.

Come abbiamo detto l’ambiente circostante l’abitato (boschi, prati radure), sono luoghi adatti alle passeggiate a all’escursionismo (guarda il post 01-01-2012 Tombeto, Folta, Groppo, di Albareto (PR): Passeggiata alla ricerca dei “Tesori” nascosti della Val Gotra l’agrifoglio (Ilex aquifolium))

Un tempo a Folta e in tutta la Val Gotra, gli abitanti adeguavano i propri ritmi a quelli naturali e vegetativi: dalla manutenzione del bosco, alla raccolta dei frutti, dall’approvvigionamento del legno da lavoro (fabbricazione degli utensili) e per il riscaldamento (legna da ardere).

Il castagno a quel tempo era il protagonista intorno al quale ruotava l’intera attività economica, l’alimentazione, ed i rapporti sociali e la raccolta del suo frutto, la castagna, era una momento di aggregazione e festa a cui partecipavano anche anziani e bambini. (…)

 Vero punto di forza della manifestazione sono la castagna preparata e cucinata in quasi tutti i modi possibili, dalle caldarroste alla “pattona” (con o senza ricotta), tagliatelle, torte e dolci a base di farina di castagne e poi, castagnaccio, “padelletti”, “castignaccio”, frittelle e altri prodotti come il pane, i formaggi, i salumi, il miele, e poi frutta (nespole, pere, uva, mele), il tutto condito con un sorso di buon vino ed un’ottima compagnia.

 

Le caldarroste (castagne arrostite “bruciate” in dialetto rustìe o “brüșae”)

Preparazione delle caldarroste (castagne arrostite “bruciate” in dialetto rustìe o “brüșae”) con meccanismi meccanici artigianaliCottura delle caldarroste (castagne arrostite “bruciate” in dialetto rustìe o “brüșae”) con l’uso di legna
Il taglio delle castagne (per caldarroste)

Il borgo “arredato” con attrezzi e utensili di una volta, un “Museo del Contadino” all’aperto
…e la voglia di stare insieme hanno permesso un simpatico ed intenso pomeriggio di allegria.
La castagna (prodotto tipico di Folta, posto tra prati e radure a ridosso di boschi ricoperti da castagneti) oltre ad essere deliziosa, attraverso la festa è anche motivo di incontro tra generazioni, fra vicini di casa e di paesi lontani, senza dimenticare che un tempo era prezioso alimento per saziare ed allevare figli. 

Incontrarsi per questa festa è un piacere ed un onore, è la giusta occasione per rinsaldare i rapporti di amicizia tra quelli che continuano a vivere a Folta e quelli che per motivi di lavoro o di famiglia si sono dovuti allontanare.

Galleria immagini: Festa della Castagna a Folta di Albareto (Parma) – Divertimento e tanta tradizione – 8 ottobre 2017

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.