24° Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (Parma) ecco la data 4/5/6 ottobre 2019

4 ottobre 2019a6 ottobre 2019
Print Friendly, PDF & Email

La 24° edizione della Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (Parma), si terrà il 4, 5 e 6 ottobre 2019 (EVENTI, INCONTRI, ENOGASTRONOMIA, MUSICA e GARE).

Tante giornate uniche, ricche di esperienze e divertimento…

Guarda i post Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (Parma)

 

Come arrivare:
Da Parma/La Spezia A15 (1 h da entrambe le città) uscita Borgotaro e proseguire in direzione Borgotaro/Albareto (20 KM).
Da Parma (SP 308 e SP 523)
Da Sestri Levante (Riviera Ligure/Cinque terre – SP 523)
Da Massa (Versilia – SS 62 e SP 39 e SP 23)

Per informazioni rivolgersi al direttivo dell’Associazione Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (via Provinciale, 64 – Tel. 0525929449 – E-mail: info@fieradialbareto.it).  

Immagini tratte dal post 23° Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (PR) ecco la data 5/6/7 ottobre 2018 (anteprima 9 settembre e dal 29 La Settimana del Porcino)

La Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (Parma) si svolge ad ottobre.fiera-nazionale-fungo-porcino-albareto-114

Presidente della Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto, Andrea Delpippofiera-nazionale-fungo-porcino-albareto-110 Sindaco di Albareto, Davide Riccoboni fiera-nazionale-fungo-porcino-albareto-109 

 

Approfondimento testo tratto dal web 

La Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto è nata nel 1996 su iniziativa di alcuni volontari, imprenditori ed amministratori comunali che stavano cercando il modo migliore per valorizzare queste zone mediante l’interesse crescente nei confronti del Fungo Porcino e delle sue implicazioni di natura turistica ed enogastronomica.

La cittadina di Albareto, 2.200 abitanti circa, si trova immersa nelle bellezza incontaminata dell’Appennino Parmense, ricca di boschi, vegetazione, corsi d’acqua e servita da un funzionale crocevia di strade e collegamenti anche con le vicine regioni Liguria e Toscana.

Ubicata a circa 25 km dalla A15 (Parma-La Spezia) ed a poco più di 10 Km dalla stazione ferroviaria di Borgo Val di Taro, è anche collegata alla vicina Lunigiana dal Passo dei Due Santi e dal Passo del Brattello ed alla Riviera di Levante dal Passo della Cappelletta, dal Passo delle Cento Croci e dal Passo del Bocco.

La superficie del comune fa parte del territorio del “Fungo IGP di Borgotaro” insieme ai comuni di Borgo Val di Taro e Pontremoli. Tale area spazia da quote intorno ai 500 mt. s.l.m. sino ad oltre 1.600 mt., con la presenza di tutti e 4 i tipi di Boletus.

La Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto è gemellata fin dal 2002 con la Fiera del Tartufo Bianco di Alba (CN). Gemellaggio che contribuisce ad avere alla fiera la presenza di numerose aziende delle Langhe, con i loro prodotti tipici (dolci, vini, formaggi e salumi).

Nel 2007, grazie alla sua organizzazione ed i risultati di presenze consolidati nel tempo, ha ottenuto l’ambito riconoscimento di Fiera Nazionale da parte della Regione Emilia Romagna.

Dopo la partecipazione di esperti e critici del settore enogastronomico che si sono alternati nelle varie edizioni del calibro tra gli altri di Davide Paolini (Il Gastronauta) e di Edoardo Raspelli, che ha presenziato per ben tre edizioni ed ha reso protagonista nel 2007 Albareto ed il Fungo Porcino per due puntate nella famosa trasmissione di Retequattro, “MelaVerde”, nel 2010 è stata la volta di Tony Saccucci e Carmelo Chiaramonte (il primo insegnante di filosofia e appassionato di funghi ed il secondo esperto della cucina italiana) che hanno presentato in anteprima nazionale il libro “L’estetica del Fungo”: un’assoluta novità del panorama librario italiano ed europeo che affronta per la prima volta gli aspetti filosofici della raccolta dei funghi.

L’anima della Fiera del Fungo Porcino è costituita come sempre dal Comitato Organizzatore e da oltre trecento volontari che, con spirito instancabile di dedizione e di operosità, svolgono veri e propri turni di lavoro.

Il Ristorante del Comitato è particolarmente apprezzato dal turista per i piatti della cucina tradizionale a base di porcino.

 Non ti resta altro che venirci a trovare!

Valgotrabaganza si augura che questa manifestazione insieme alla Sagra del Fungo di Borgotaro, oltre a far accrescere l’interesse nei confronti del bosco e dell’ambiente montano in genere, possa ulteriormente valorizzare l’intero territorio, attraverso anche la diffusione della nostra cultura legata al porcino, che ha contraddistinto in positivo la Val Gotra e la Val Taro nel corso della storia antica e moderna.Fiera del Fungo Albareto 09-09-2012 (300) panorama

 

(guarda i post

Fiera del Fungo Porcino Albareto

e

Sagra del Fungo di Borgotaro).

 

….a breve il programma

Gli eventi potrebbero subire variazioni, per informazioni contattare gli organizzatori.

Le informazioni riportate possono essere soggette ad errori o variazioni.

Si consiglia pertanto di verificare eventuali aggiornamenti o modifiche successive alla pubblicazione

Fiera del Fungo Albareto 08-09-2012 (198) funghi porcini

La Val Taro e la Val Gotra, territorio del fungo I.G.P. unico in Europa, sono zone d’elezione per la raccolta dei profumati miceti, con un ambiente da tutelare, valorizzare e fruire razionalmente, attraverso una corretta gestione delle risorse ambientali (suolo, acqua, specie selvatiche, foreste, e prodotti del sottobosco), in armonia, per una durevole simbiosi tra uomo e territorio. 

guarda i post Fiera del Fungo Porcino Albareto e Sagra del Fungo di Borgotaro

approfondimento

Fiera del Fungo Albareto 09-09-2012 (413) Antica trebbiaturaLa Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto e la Sagra del Fungo di Borgotaro i due più grandi eventi dedicati al Fungo Porcino oltre a celebrare la straordinaria qualità del fungo Porcino di Borgotaro IGP, uno tra i più nobili prodotti del sottobosco “Re dei sapori”, cerca di far riscoprire le tradizioni e la cultura della nostra gente.

 Il porcino raccolto nei boschi di Albareto che si trovano all’interno di un’area delimitata (per maggiori informazioni vai al sito CLICCA), ha ottenuto dal 1993 il riconoscimento I.G.P. Fungo di Borgotaro (unico in Italia ad avere un riconoscimento europeo), inoltre dal 1995 per garantire e promuovere il porcino (ricchezza principale dei boschi della zona), Bosco di castagno Folta Albareto Parma (1)è stato costituito il Consorzio per la tutela dell’I.G.P. “Fungo di Borgotaro” (post correlato Immagini 1° convegno nazionale di micoturismo della Valtaro:17-06-2012 Albareto “Oasi della Micologia Europea: interconnessione fra micologia e turismo” ).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.