Candele della Corona d’Avvento – Chiesa Sant’Antonino Martire Borgotaro (PR) – 3 dicembre 2018

Print Friendly, PDF & Email

Riportiamo di seguito le immagini della Corona dell’Avvento, esposta nella Chiesa di Sant’Antonino Martire in Borgotaro (Parma – Italia), foto del 3 dicembre 2018 (tempo d’Avvento 2018), e il suo significato.  

Quattro ceri simbolo dell’Avvento, tempo di attesa, di conversione e di speranza. 

Guarda Treviglio (BG): Presepe, Candele dell’Avvento e Santa Messa nella Basilica di San Martino e Santa Maria Assunta – 17 dicembre 2016

 Candele dell’Avvento: Cripta del Santuario della Madonna di San Marco – Bedonia (PR) – 27 novembre 2016  

Leggenda “Le 4 Candele” (Avvento 2015) – Chiesa Sant’Antonino Martire Borgotaro (PR) – Foto/favola/racconto 

Oggi la Chiesa celebra : I Domenica di Avvento (30 novembre 2014) – di Giuseppina Gatti

 Celebrazioni: Avvisi della Parrocchia di Sant’Antonino Borgotaro (Parma) 

L’Avvento, tempo di grazia e di attesa del Santo Natale, memoriale della nascita del Nostro Signore Gesù Cristo, fattosi carne e venuto ad abitare in mezzo a noi.

Guarda i post “Religione, emozioni

In tutte le chiese, sono “apparse” le Corone dell’Avvento, simbolo per eccellenza dell’Attesa: ogni domenica viene accesa una candela, e l’accendersi progressivo delle 4 candele scandisce l’avvicinarsi del Santo Natale.

Ecco qual è il significato delle 4 candele della corona d’Avvento

 “LA CORANA E LE QUATTRO CANDELE DELL’AVVENTO”

La corona è composta con ramoscelli di alberi sempreverdi, simbolo della continuità della vita, decorati con nastri e altro. All’interno ci sono cinque candele: tre viola e una rosa sono posizionate ai margini interni dei ramoscelli sempreverdi, la quarta bianca, è posizionata al centro delle altre. Sono gli stessi colori dei paramenti liturgici indossati dai sacerdoti in questo periodo.
La forma circolare della ghirlanda ci riporta all’eternità di Dio, che non ha né inizio né fine, all’immortalità dell’anima e alla vita eterna in Cristo. La corona è anche simbolo di regalità e vittoria: annuncia che il Bambino che stiamo attendendo è il Re che viene a vincere le tenebre con la sua luce.

A partire dalla Prima settimana d’Avvento quando la famiglia è riunita, vengono accese le candele, una alla settimana. La tradizione vuole che sia il più piccolo ad accenderle.

  • La prima è la Candela del Profeta. È viola, colore del Tempo Liturgico, della penitenza e dell’attesa, ed è la candela della speranza. Ci ricorda che molti secoli prima della nascita di Gesù, i profeti ne hanno predetto la venuta. Il profeta Michea ha detto perfino che sarebbe nato a Betlemme.
  • La seconda candela, viola, è definita Candela di Betlemme, la candela della chiamata universale alla salvezza, e ci ricorda il luogo dove è nato il nostro Salvatore.
  • La terza candela, chiamata Candela dei Pastori, è rosa, la candela della gioia, poiché i pastori sono stati i primi a visitare ed adorare il bambino Gesù e a raccontare della sua nascita.
  • La quarta candela, viola, è detta Candela degli Angeli, in onore degli Angeli che hanno annunciato agli uomini la nascita di Gesù.
  • L’ultima, posta al centro delle altre, è quella bianca e raffigura Gesù, Luce del mondo: viene accesa la notte di Natale.

Galleria immagini: Candele della Corona d’Avvento – Chiesa Sant’Antonino Martire Borgotaro (PR) – 3 dicembre 2018

 

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA