Giacomo Bernardi – C’è ponte … e ponte – Borgotaro (Parma)

Print Friendly, PDF & Email

Di seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), intitolato “C’è ponte … e ponte”.

Guarda i post di Giacomo Bernardi

 

“C’è ponte … e ponte – Borgotaro (Parma)” 

1 – Ponte di M’rlotu. Si trova lungo la provinciale che porta a Bardi. Sotto vi passa il torrente Varacola. Detto d’ M’rlotu perché costruito dall’Impresa Giuseppe Delnevo, soprannome “M’rlotu, nonno di Luciano d’ M’rloto che bene al Borgo tutti avete conosciuto. Il primo tronco della strada (Borgotaro – Brunelli, compreso il ponte) venne costruito dal 1919 al 1922.
2 – Ponte di Scodellino (ossia d’ Scudlèin), così detto dal soprannome del proprietario di una vicina osteria, appunto Scudlèin, che di cognome faceva Brugnoli. Lo costruì, nel 1911, l’Impresa Giuseppe Delnevo (M’rlotu). Si trovava, perché oggi ho potuto vedere che non esiste più, a tre chilometri dal Borgo e scavalcava il fiume Taro.
3 – Ponte d’ Cavagnèin. Si trova lungo la strada provinciale per Pontremoli, a circa tre Km. dal Borgo. Detto d’ Cavagnèin perché a costruirlo (nell’immediato dopoguerra ca. 1950) fu l’Impresa Feci, famiglia che al Borgo porta il soprannome Cavagnèin, fratello del famoso Ceco d’ Cavagnèin che molti ricorderanno.
4 – Ponte d’la V’rgogna posto sulla vecchia provinciale che portava a Bedonia, a circa tre Km. dal Borgo. Strrada successivamente sostituita, negli anni venti del secolo scorso, quando venne costruita l’attuale provinciale con un diverso tracciato dal Borgo a Bertorella.
Serviva a superare il canale detto della Ghina. A fianco dell’attuale si possono vedere i ruderi di quello antico, crollato a causa di una piena del corso d’acqua. Non conosco il nome del costruttore. Per quanto riguarda il nome “d’la v’rgogna” (della vergogna), esso deriva dal giudizio che la gente dava, un tempo, alla coppie di fidanzati, che si spingevano fin là per isolarsi e amoreggiare. Considerati “vergognosi”, il nome passò al manufatto “d’la v’rgogna”.

Giacomo Bernardi

Nelle foto: 

 Ponte di Merlotto (d’ M’rlotu”)
Ponte Scodellino (d’ Scüdlèin”)
Ponte “d’ Cavagnèin”
Ponte “d’la V’rgogna” e resti del vecchio ponte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.