25 aprile: 73° Anniversario della Liberazione d’Italia – Borgo Val di Taro (PR) Programma 2018

21 aprile 2018 10:00a25 aprile 2018 10:00
Print Friendly, PDF & Email

 Nelle giornate vicine al 25 aprile 2018, giorno in cui si celebra il settantatreesimo anniversario della liberazione d’Italia dalla occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista, avuta luogo nel 1945, in moltissimi Comuni della valle vengono organizzati cortei e manifestazioni per ricordare la liberazione dell’Italia intera, evento denominato appunto Festa della Liberazione.

Di seguito il programma delle celebrazioni di Borgo Val di Taro Parma (Medaglia d’Oro al Valor Militare).

Guarda 25 aprile 2017: 72° Anniversario della Liberazione d’Italia – Santa Messa al cimitero, presso il Sacrario – Borgo Val di Taro (Parma)

Borgo Val di Taro (PR): 71° Anniversario della Liberazione d’Italia – 25 aprile 2016 – Foto

PROGRAMMA 

Festa Nazionale per il 73° Anniversario della Liberazione d’Italia

COMUNE DI BORGO VAL DI TARO PROVINCIA DI PARMA

MEDAGLIA D’ORO AL V. M.

Sabato 21 aprile 2018

  • ORE 10.30 Istituto Comprensivo P.V. Manara, presso palestra scuole medie – iniziativa commemorativa a cura degli studenti
  • ORE 17.00 : Sala Imbriani apertura mostra sulla Resistenza (dal 21 – 25 Aprile)

Mercoledì 25 aprile 2018

  • ORE 9.30 Celebrazione della Santa Messa – cimitero capoluogo presso il Sacrario
  • ORE 10.30 Sacrario – “Parole e Musica per i Caduti della Libertà”
  • ORE 11,00 Parco Battaglione Tolmezzo – San Rocco- monumento ai Caduti Alpini formazione corteo
  • ORE 11.30 Giardini IV Novembre – Monumento ai Caduti. – Saluto del Sindaco Diego Rossi e orazione conclusiva tenuta da un rappresentante delle Associazioni Partigiane (in caso di maltempo l’orazione ufficiale si terrà presso il Cinema Teatro Farnese)

…ci piace ricordare

Il 24 gennaio 1985, il Comune di Borgo Val di taro è stata insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività l’attività partigiana con la seguente motivazione:

«Il territorio delle Alte Valli del Taro e del Ceno, zona di particolare importanza strategica a ridosso della “Lonea Gotica”, divenne sin dal settembre 1943, culla della resistenza e centro di coordinamento politico-militare contro il nazifascismo.Le “Bande Partigiane”, subito costituitasi in formazioni organiche, coadiuvate dalle popolazioni, si batterono con inusitato valore e determinazione, dandosi, una prima volta nel giugno 1944, un’amministrazione democratica e libera stampa contro di cui si scatenarono la ferocia e la rappresaglia nemiche, lasciarono ovunque lutti e rovine, nonostante l’eroica resistenza armata.Tutto ciò non valse a piegare le popolazioni che continuarono a mantenere accesa la resistenza all’invasione sino alla liberazione e che, con dura e sanguinosa lotta delle forze partigiane, si sottrassero definitivamente al giogo straniero concorrendo a fermare la ritirata dei numerosi reparti nemici che cercava scampo nella Valle Padana ed a determinare la resa. Borgo Val di Taro, febbraio 1944 – aprile 1945. »

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA