Fiera (Sagra) del Fungo di Borgotaro IGP (15/16 e 22/23 settembre 2018) – Ecco tutti i componenti del Comitato (febbraio 2018) – Borgo Val di Taro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

fiera-fungo-borgotaro-2018La 43° edizione della Fiera (Sagra) del Fungo di Borgotaro IGP di Borgo Val di Taro (Parma), evento che richiama a raccolta ogni anno tantissimi buongustai da tutta Italia, si terrà il 15, 16 e il 22, 23 settembre 2018. 

Ecco di seguito il comunicato stampa (febbraio 2018) riguardante i componenti del Comitato organizzatore.

Guarda i post Fiera (Sagra) del Fungo di Borgotaro IGP

fiera-fungo-borgotaro-igp-2

Per informazioni rivolgersi Ufficio Informazioni Turistiche Borgo Val di Taro
Tel: 0525-96796
Website: www.sagradelfungodiborgotaro.it
Email: info@sagradelfungodiborgotaro.it
  

info@sagradelfungodiborgotaro.it
facebook @fieradelfungodiborgotaro
twitter @fieradelfungodiborgotaro
instagram @fieradelfungodiborgotaro
sito web www. sagradelfungodiborgotaro.it

Testo tratto dalla pagina facebook fierafungoborgotaro (CLIkKA)

fiera-fungo-borgotaro-2018Comunicato stampa febbraio 2018

43°EDIZIONE DELLA FIERA DEL FUNGO DI BORGOTARO IGP Al via i lavori per la preparazione del grande evento che si terrà a Borgotaro

“La sfida più grande è costruire un evento sempre nuovo mantenendo le atmosfere della tradizione locale”.
Esordisce così Fabio Campisi, presidente del Comitato della Fiera del fungo di Borgotaro IGP, giunta alla sua 43° edizione, la manifestazione a maggior impatto turistico del territorio, che per la sua grandezza e complessità necessita di un lavoro costante sin dai primi mesi dell’anno.
A svolgere questo importante compito, un comitato nato nel 2000 dalla collaborazione fra la Società di Mutuo Soccorso Imbriani, che creò la manifestazione sin dagli albori (quando ancora tutto si svolgeva intorno ad un grande pranzo a base di funghi nei giardini IV Novembre), l’Amministrazione Comunale di Borgo Val di Taro e il Consorzio di Tutela del Fungo di Borgotaro IGP.
“Da statuto il comitato chiede ogni 5 anni la nomina di tre volontari per ogni ente, spiega Campisi, che è appena stato confermato nella sua carica di presidente, per cui si è provveduto alla ricomposizione del comitato che sarà attivo fino al 2022. Le nomine dei volontari sono rappresentative, e avvengono in base alla disponibilità di presenziare costantemente alle riunioni mensili e alla volontà di collaborare alla fase programmatica dell’evento, mentre poi nei giorni effettivi della fiera e nelle settimane più “calde” si attiva una rete di volontari che ci aiuta nella gestione della manifestazione, dagli aspetti più tecnici a quelli più pratici, come l’economo Renato Ravenna, Caterina Cervi e Andrea Delgrosso, che si occupa dei social e del sito web”.
Il Comitato di volontari che ha iniziato i lavori per la prossima fiera del fungo è quindi composto dal presidente Campisi, Claudio Barilli, Beatrice Molinari, Chiara Della Vecchia, Roberto Dellapina, Renzo Costella, e le due giovanissime new entry Noemi Brandini e Davide Molinari (24 e 18 anni) che dopo diversi anni di volontariato solo nella fase “finale” della fiera entrano a pieno titolo nel comitato dove già si sono affermati come parte integrante del team.
Presente d’ufficio anche l’assessore al turismo del comune di Borgotaro Giovanna Terroni, la quale specifica che “il comitato si avvale della consulenza e della collaborazione fattiva dell’ufficio informazione turistica di Borgotaro, il quale per convenzione fra l’amministrazione comunale e il Pio Istituto Manara opera a supporto del comitato da 15 anni”.
“E’ un compito importante-conclude Campisi- che viviamo con senso di responsabilità ma anche con passione, e molto del merito dei successi che otteniamo viene dal clima positivo che si instaura fra i membri del comitato, e il divertimento, il piacere che abbiamo nel lavorare insieme traspare nella realtà della fiera e nella sua capacità di attirare così tanto pubblico. “
Il programma della manifestazione sarà disponibile indicativamente da giugno, resta comunque invariata la formula vincente della fiera che vede una grande parte dedicata agli stand alimentari, accompagnata da aree mercatali, angoli per l’intrattenimento e street food. Confermata anche l’area showcooking che fra grandi ospiti partirà dalla tradizione a tavola fino alle nuove frontiere della cucina.
www.sagradelfungodiborgotaro.it

COME ARRIVARE

Borgo Val di Taro si trova nel cuore dell’Appennino Parmense ed è in una posizione strategica tale da essere facilmente raggiungibile da ogni parte, vicino al confine con Liguria e Toscana, ed ottimamente collegata con le principali reti viarie del nord Italia.

Linea ferroviaria Parma – La Spezia – Stazione di Borgo Val di Taro a 1 km dal centro storico

In Auto – Autostrada A15 Parma – La Spezia – Uscita Borgotaro. A sinistra percorrere la superstrada SS308 per 15 km

In Aereo – Aeroporto G. Verdi di Parma a circa 60 km da Borgo Val di Taro 

IL FUNGO DI BORGOTARO IGP 

È l’unico micete in Europa ad aver ottenuto il riconoscimento di “Indicazione Geografica Protetta”, è l’unico ortofrutticolo al mondo a non poter essere coltivato, è l’orgoglio della Valtaro: è il Fungo di Borgotaro IGP.

Nei boschi lungo la dorsale appenninica nei Comuni di Albareto, Bedonia, Berceto, Borgo Val di Taro, Compiano, Tornolo (in provincia di Parma), Pontremoli e Zeri (in provincia di Massa-Carrara), cresce il Fungo di Borgotaro IGP che comprende tutte e quattro le specie di porcino (Boletus edulis, B. aereus, B. aestivalis e B. pinophilus), allo stato fresco ed essiccato ed è considerato superiore per le sue qualità organolettiche: carne soda e bianca, sapore dolce, delicato ed aromatico con un ricordo di nocciola, colore vivace, peso specifico maggiore.

La fama del Fungo di Borgotaro non è solo a livello culinario ma è anche legata alla passione di migliaia di cercatori provenienti da ogni parte d’Italia che frequentano i boschi del comprensorio nei mesi di settembre ed ottobre; sul sito internet sono disponibili informazioni sulla crescita dei funghi, specifiche per singola riserva. 

www.fungodiborgotaro.com

Approfondimento

Fiera del Fungo Albareto 08-09-2012 (281) funghi porciniValgotrabaganza si augura che questa manifestazione insieme alla Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto, oltre a far accrescere l’interesse nei confronti del bosco e dell’ambiente montano in genere, possa ulteriormente valorizzare l’intero territorio, attraverso anche la diffusione della nostra cultura legata al porcino, che ha contraddistinto in positivo la Val Gotra e la Val Taro nel corso della storia antica e moderna.

(guarda i post

Fiera del Fungo Porcino Albareto

e

Sagra del Fungo di Borgotaro).

Fiera del Fungo Albareto 08-09-2012 (198) funghi porcini

La Val Taro e la Val Gotra, territtorio del fungo I.G.P. unico in Europa, sono zone d’elezione per la raccolta dei profumati miceti, con un ambiente da tutelare, valorizzare e fruire razionalmente, attraverso una corretta gestione delle risorse ambientali (suolo, acqua, specie selvatiche, foreste, e prodotti del sottobosco), in armonia, per una durevole simbiosi tra uomo e territorio. 

guarda i post Fiera del Fungo Porcino Albareto e Sagra del Fungo di Borgotaro

aprofondimento

Fiera del Fungo Albareto 09-09-2012 (413) Antica trebbiaturaLa Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto e la Sagra del Fungo di Borgotaro i due più grandi eventi dedicati al Fungo Porcino oltre a celebrare la straordinaria qualità del fungo Porcino di Borgotaro IGP, uno tra i più nobili prodotti del sottobosco “Re dei sapori”, cerca di far riscoprire le tradizioni e la cultura della nostra gente.

 Il porcino raccolto nei boschi di Borgotaro e Albareto che si trovano all’interno di un’area delimitata (per maggiori informazioni vai al sito CLICCA), ha ottenuto dal 1993 il riconoscimento I.G.P. Fungo di Borgotaro (unico in Italia ad avere un riconoscimento europeo), inoltre dal 1995 per garantire e promuovere il porcino (ricchezza principale dei boschi della zona), Bosco di castagno Folta Albareto Parma (1)è stato costituito il Consorzio per la tutela dell’I.G.P. “Fungo di Borgotaro” (post correlato Immagini 1° convegno nazionale di micoturismo della Valtaro:17-06-2012 Albareto “Oasi della Micologia Europea: interconnessione fra micologia e turismo” ).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.