Berceto e Borgo Val di Taro (Parma): Commemorazione dei Caduti del San Bernardo – Programma 20 agosto 2017

20 agosto 2017
09:00a11:00
Print Friendly, PDF & Email

 berceto-e-borgo-val-di-taro-san-bernardoIl 20 agosto 2017, le Amministrazioni Comunali di Borgo Val di Taro e Berceto in provincia di Parma, unitamente alle ASSOCIAZIONI PARTIGIANE ANPI ALPI APC, organizzano manifestazioni a ricordo dei caduti del “San Bernardo (Comune di Berceto – località Bergotto)”, uno dei più sanguinari episodi della resistenza delle nostre zone.

Di seguito il programma di domenica 20 agosto 2017, della Commemorazione dei Caduti del San Bernardo.

PROGRAMMA 

DOMENICA 20 AGOSTO 2017

– ore 10,00: raduno nel prato di San Bernardo (Comune di Berceto – località  Bergotto)

– ore 10,45: ricordo dei Caduti  al Cippo;

– saluto del Sindaco di Berceto Luigi Lucchi;

– saluto del Sindaco di Borgo Val di Taro Diego Rossi;

– saluto del Rappresentante della Provincia;

– orazione ufficiale tenuta da un rappresentante delle Associazioni Partigiane;

– ore 12,00: Benedizione del Cippo e celebrazione della Santa Messa.

Testo tratto dalla locandina

san-bernardo-berceto-1“All’alba del 2 febbraio 1945, una colonna tedesca, proveniente da Berceto, forte di duecento unità attaccò una postazione difesa da sei Partigiani, posta sul monte San Bernardo. Furioso si accese l’impari combattimento, i Partigiani si difesero accanitamente, ma con il venir meno delle munizioni vennero sopraffatti. Quattro caddero nel combattimento e due, presi prigionieri, vennero trascinati a Berceto ove subirono orride torture e uno dei due fu barbaramente trucidato.”

Nel 72° anniversario della Liberazione, le Associazioni Partigiane, la Provincia di Parma, il Comune di Berceto e il Comune di Borgo Val di Taro ricorderanno il sacrificio di questi eroi.san-bernardo-berceto-2

berceto-e-borgo-val-di-taro-san-bernardo…ci piace ricordare

Il 24 gennaio 1985, il Comune di Borgo Val di taro è stata insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività l’attività partigiana con la seguente motivazione:

Borgo Val di Tar Stemma«Il territorio delle Alte Valli del Taro e del Ceno, zona di particolare importanza strategica a ridosso della “Lonea Gotica”, divenne sin dal settembre 1943, culla della resistenza e centro di coordinamento politico-militare contro il nazifascismo.Le “Bande Partigiane”, subito costituitasi in formazioni organiche, coadiuvate dalle popolazioni, si batterono con inusitato valore e determinazione, dandosi, una prima volta nel giugno 1944, un’amministrazione democratica e libera stampa contro di cui si scatenarono la ferocia e la rappresaglia nemiche, lasciarono ovunque lutti e rovine, nonostante l’eroica resistenza armata. Tutto ciò non valse a piegare le popolazioni che continuarono a mantenere accesa la resistenza all’invasione sino alla liberazione e che, con dura e sanguinosa lotta delle forze partigiane, si sottrassero definitivamente al giogo straniero concorrendo a fermare la ritirata dei numerosi reparti nemici che cercava scampo nella Valle Padana ed a determinare la resa. Borgo Val di Taro, febbraio 1944 – aprile 1945. »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.