Cerimonia conferimento attestati di Benemerenza e “Medaglia d’Oro” Madonna del Carmine – Borgotaro (PR) – 15 luglio 2017

Print Friendly, PDF & Email

attestati-benemerenza-533-borgotaroLe immagini della Cerimonia di conferimento di Borsa di studio a Clelia Galluzzi e Giorgia Serventi e attestati di Benemerenze cittadine per l’edizione 2017 a, Oratorio Don Bosco, I “Ragazzi dell’Aula Studio”, Associazione sportiva “Pallavolo Borgotaro”, Francesco Querzola, Comitato “Pro Sanga”, Biasotti Walter, Emanuele Leonardi e “Medaglia d’Oro” all’Associazione Nazionale Alpini – Gruppo di Borgotaro , nell’ambito dei festeggiamenti della Madonna del Carmine 2017. 

La manifestazione si è svolta a Borgo Val di Taro (PR), sabato 15 luglio 2017.

“Valgotrabaganza” interpretando i sentimenti ed i pensieri dei cortesi lettori, porge a nome suo e loro i più fervidi complimenti a tutti, per il meritato riconoscimento conseguito.

attestati-benemerenza-627-borgotaro

Ricordiamo che il titolare della chiesa cattedrale di Borgotaro (Parma) è Sant’Antonino Martire.

MADONNA DEL CARMINE 2017

Borgotaro, 15 luglio 2017

Un saluto alle autorità  civili e militari presenti, alle autorità  religiose, ai rappresentati delle Associazioni, ai Parlamentari , ….

ai colleghi amministratori del nostro Comune e degli altri Comuni che ci hanno voluto onorare della loro presenza.

Un saluto a tutti voi, cittadini che avete voluto essere qui anche quest’anno, in Piazzetta la Quara, per celebrare insieme  la ricorrenza della Madonna del Carmine.

Come ogni anno, questo è un momento particolarmente importante e sentito per tutti noi. Un momento in cui la comunità  si riunisce, prima nel momento religioso della Santa Messa e poi qui, nella piazza che rappresenta il cuore di Borgotaro. Un luogo ed un momento in cui soffermarci e ritrovarci.

Veniamo da mesi non facili, non dobbiamo nascondercelo. Le tante questioni relative al lavoro, ai problemi ad esso collegati, le tematiche ambientali, problemi che ci hanno fatto discutere , confrontare, a volte anche in maniera fin troppo aspra. Ma questa è una comunità  più forte delle difficoltà, che ha nel sangue la passione per il confronto politico e che , alla fine , sa sempre ritrovare se stessa ed i motivi di unione più di quelli della divisione. Ritrova la strada per arrivare al centro ed alla soluzione dei problemi. E’ il percorso difficile e faticoso di questi mesi, che ci porta ora, con grande attenzione ed impegno, vicini a soluzioni che garantiscano per tutti la certezza della salute, della salvaguardia ambientale e della possibilità  di continuare a creare opportunità  di lavoro e crescita. Tutti valori fondamentali per dare futuro e speranza al nostro territorio; obbiettivi ambiziosi ma che non possiamo mancare.

Tutto questo significa sacrificio ed impegno, ce lo insegna chi ha continuato e continua a credere nella possibilità  di lavorare qui.

attestati-benemerenza-228-borgotaroChe si può creare valore e lavoro in montagna, ce lo dimostra Walter Biasotti che con la sua COMBEC , da decenni, porta avanti un’attività  imprenditoriale metalmeccanica, che fa investimenti e da’ opportunità  di lavoro. Un esempio degli imprenditori artigiani nati e cresciuti sul nostro territorio, che con tanto lavoro e sacrificio hanno saputo resistere anche agli anni più difficili di questa crisi. Non solo hanno saputo resistere, ma hanno anche continuato a “tenere le porte aperte”: al nuovo, alle sfide del mercato, ai giovani. Con una attenzione che Biasotti ha sempre avuto verso il rapporto con le nostre scuole, favorendo percorsi di scambio , di presenza di giovani studenti meccanici in azienda , precorrendo quello che oggi chiamiamo abitualmente “alternanza scuola-lavoro” . Lungimiranza e serietà, binomio non scontato, che caratterizza Walter Biasotti e la sua impresa.

Ce lo insegna anche la storia di un imprenditore agricolo come Francesco Querzola, impegnato nel portare avanti con la sua famiglia un’azienda che ha nel biologico e nella sostenibilità  i suoi cardini. Ma l’attività  di Francesco non è solo questo : Francesco è anche un grande animatore culturale, che promuove e sostiene iniziative profondamente legate alla solidarietà . Le sue esperienze lo hanno portato a sostenere e realizzare numerose iniziative sempre ispirate a questi valori: pensiamo all'”Operazione Mato Grosso” (coinvolgimento di giovani volontari per raccogliere materiali ferrosi per finanziare attività  di missione in Sud America) o alla recente esperienza del “Frutteto della Carità” che vede a Bertorella la coltivazione di un meleto da parte di volontari, sempre per finanziarie le missioni “Mato Grosso” in America Latina. Grazie Francesco per il tuo impegno ed il tuo esempio.

Francesco ha nel cuore e nel suo DNA l’Africa, il grande continente. Ricordo quando , da giovane studente dello Zappa,  insieme ai miei compagni ascoltammo  Francesco che venne a parlarci (a metà  degli anni novanta) dei progetti che si stavano portando avanti per la realizzazione di pozzi per portare acqua potabile in paesi sperduti della  Somalia ed in Burundi.

attestati-benemerenza-141-borgotaroC’è anche un altro pezzo d’Africa che porta il nome di Borgotaro. Ed è a Sanga, grande dipartimento dello Stato del Congo dove, da pochi anni è stata realizzata una scuola primaria grazie all’attività  del Comitato “Pro Sanga”: un gruppo di volontari che, guidati dall’Ingegnere Antonio Brugnoli, hanno animato una importante campagna di sensibilizzazione, di informazione e di raccolta fondi che è stata poi finalizzata alla realizzazione di una scuola, appunto, la scuola “Borgotaro” di Sanga. Tante sono le persone che hanno collaborato e sostenuto questo progetto , tanti i cittadini che hanno contribuito con donazioni e partecipando alle iniziative del Comitato; Antonio Brugnoli ne è stato il “capitano” e la figura operativa “sul campo” in Africa, con i suoi tanti viaggi a Sanga , la progettazione, la direzione lavori, e tutta l’attività  per “spingere verso la meta” la realizzazione di questa scuola. Ci è stato raccontato anche delle tante difficoltà  incontrate, di quelle superate e di quelle ancora in corso; di un territorio grandissimo e complesso; delle tensioni sociali, dei conflitti militari, della povertà . Quando sento parlare di cooperazione , aiuti internazionali, misure per fronteggiare i fenomeni migratori, penso che dovremmo confrontarci di più con queste “piccole ma grandiose” esperienze per anche semplicemente solo percepire la complessità  di un mondo che non si può liquidare con facili slogan o battute ad effetto.

Dicevamo in premessa del lavoro, dell’impresa e della questa attenzione verso il mondo della scuola , della nostra Scuola Superiore in particolare, lo ZappaFermi. (Saluto la VicePreside che oggi rappresenta qui l’Istituto). Un’attenzione verso la nostra scuola ed i suoi studenti che anche quest’anno viene confermata da parte della Valtarese Foundation, l’Associazione che raggruppa i nostri emigrati a New York, attraverso il finanziamento di due borse di studio a nostri studenti che si siano particolarmente distinti nel loro percorso di studi superiori. (Quest’oggi la Valtarese Foundation è rappresentata da Concetta Ferrari, che saluto, mandando un saluto anche al Presidente Frank Capitelli e a tutto il consiglio dell’Associazione.)

Quest’anno saranno premiate Clelia Galluzzi e Giorgia Serventi, due ragazze che per lo studio rigoroso, l’impegno dimostrato, i brillanti risultati raggiunti hanno meritato questo importante riconoscimento. A loro vanno i nostri complimenti ed i migliori auguri per un futuro radioso.

Analoghe borse di studio vengono consegnate a New York a giovani studenti di origini valtaresi, ad aprile, in occasione dell’incontro annuale con la Foundation. Un legame che continua e che , in questo modo, lancia uno sguardo lungo, verso le nuove generazioni ed al futuro.

I nostri sono , da sempre, territorio di emigrazione , i nostri antenati sono stati da sempre gente in cammino.

Il futuro è sempre più fatto di mobilità  e di esperienze ampie, è quello che auguriamo anche alle nostre due giovani studentesse, ai nostri giovani studenti.

 E’ il percorso che ha compiuto e che continua a compiere Emanuele Leonardi, giovane sociologo, classe 1981, che si è laureato a Bologna, ha svolto il dottorato in Canada ed ora prosegue il suo lavoro  all’interno del Centro per gli Studi Sociali dell’Università  di Coimbra in Portogallo. I suoi studi, le sue ricerche e pubblicazioni sono quanto mai attuali. “Lavoro in frantumi” , “Logiche dello sfruttamento”, “Ecologia e libertà”, “L’Europa dei territori”: questi i titoli di alcune delle sue pubblicazioni, che già  lasciano capire come i temi del lavoro, dei nuovi lavori, della sostenibilità , della rappresentanza siano al nocciolo del percorso di ricerca di Emanuele. Ancora una volta si parla di lavoro, di quello che c’è, di quello che manca e di come vorremmo fosse.

Un percorso di un giovane ricercatore italiano, borgotarese, a cui auguriamo tanta fortuna e di poter proseguire brillantemente il suo cammino.

attestati-benemerenza-508-borgotaroLa storia di Emanuele potrebbe essere di stimolo per i tanti nostri studenti universitari. Ne abbiamo diversi, nella nostra comunità , e quest’anno vogliamo dare un segno di apprezzamento e di fiducia al gruppo che, dandosi il nome di “Ragazzi dell’Aula Studio” hanno saputo far partire uno spazio di aggregazione bello ed importante. Unico ed originale nel suo genere, perchè consente (ed incentiva) agli universitari che studiano nelle diverse sedi (chi a Parma, chi a Bologna, Modena , Genova , Milano) di potersi ritrovare nei fine settimana o nei periodi fuori dai calendari delle lezioni, di studiare insieme a Borgotaro,  mantenendo l’amicizia tra di loro ed il collegamento con  la  comunità  di origine. Un plauso va anche alla Società  di Mutuo Soccorso Imbriani che ha capito che è necessario coniugare col presente il concetto di mutualità , e questa azione passa anche dall’aprire le porte a questi ragazzi.

Se i nostri studenti universitari sentono ancora così forte il richiamo del Borgo, degli amici, del proprio paese di origine, è forse anche per i tanti percorsi associativi e di formazione che la nostra comunità  sa ancora costruire.

Abbiamo parlato prima del ruolo e dell’importanza che riveste la scuola. Ma pensiamo anche ai luoghi ed ai momenti di aggregazione sociale.

Pensiamo all’attività  dell’Oratorio “Don Bosco”, che durante l’anno vede la presenza di numerosi ragazzi che lo vivono, lo frequentano, insieme agli animatori; ed all’attività  estiva del Grest (gruppi estivi) , che vede partecipare tantissimi bambini , e l’attività  di altrettanto numerosi animatori che, giovanissimi , si impegnano sotto la guida di Don Matteo per organizzare le giornate dei bambini. Quest’anno, con grande gioia, Borgotaro ha ospitato la giornata di “Grest Insieme”, con la presenza a Borgotaro di più di mille bambini provenienti da tutti gli Oratori e Gruppi Estivi della Diocesi di “Piacenza – Bobbio”. Bambini che, accompagnati dai loro animatori, hanno invaso per una giornata tutto l’intero nostro centro storico, per una giornata libero da macchine, da traffico e da pericoli. Per una giornata il centro storico è diventato un grande “spazio gioco” per i nostri giovanissimi ospiti. Non solo, è stata anche una giornata per farci riprendere vera consapevolezza dei nostri spazi urbani, nati per le persone, e non per le auto. Un bellissimo colpo d’occhio, che ha riempito Borgotaro di colore e di festa con la presenza di tutti questi bambini.

attestati-benemerenza-473-borgotaroAltro grande momento di aggregazione, da sempre, lo sport ed il suo associazionismo. Vogliamo ringraziare, nella maniera più ampia, tutti coloro che si impegnano all’interno delle Società, in particolare gli allenatori , che svolgono un ruolo importantissimo, soprattutto dal punto di vista educativo.

Quest’anno abbiamo pensato alla Società  “Pallavolo Borgotaro, per i tanti anni di attività , per i buoni risultatati sportivi raggiunti, ma , soprattutto, per la grande attenzione che la Società  rivolge ai settori giovanili.

Questo è il lavoro svolto dalle Società  sportive per noi più rilevante : perchè da li che si investe sull’educazione, la disciplina, il senso di stare insieme in un gruppo in cui tutti sono importanti, ed ognuno deve fare la sua parte. Poi, ma solo dopo questo, vengono anche i risultati sportivi. Grazie , quindi ai dirigenti, agli allenatori ed alle ragazze , giovani atlete , che sono qui con noi.

Erano 29 anni che Borgotaro attendeva il ritorno del raduno sezionale delle “Penne Nere” di Parma e Provincia.

Borgotaro ha un grande cuore alpino, alimentato da generazioni e generazioni di militi di leva che , nei decenni , hanno contribuito a rendere grande questo Corpo. Borgotaro ha i suoi caduti nella Grande Guerra , i dispersi nella Campagna di Russia, ha gli alpini che si unirono alla lotta di Liberazione ed alla Resistenza (non a caso il sacrario dei Caduti per la Libertà  è intitolato alla I Brigata Julia).

Oggi, gli alpini e la loro Associazione Nazionale di volontari sono soprattutto coloro che vediamo sempre tra i primi a soccorrere le popolazioni dove ce ne sia il bisogno : il terremoto del Friuli, quello dell’Aquila e quello a noi vicinissimo dell’Emilia ; le alluvioni e le inondazioni (penso al lavoro fatto dai nostri Alpini a Brugnato, durante l’alluvione delle Cinque terre)… Ovunque ci sono cittadini in emergenze, gli Alpini sono lì.

Tutto questo già  motiva una Medaglia d’Oro come quella che stiamo per consegnare.

attestati-benemerenza-375-borgotaroMa vogliamo anche aggiungere il ringraziamento per aver voluto e gestito  la 66′ Adunata Sezionale di Parma lo scorso 18 Giugno a Borgotaro, con grande capacità  organizzativa (di cui ovviamente non avevamo dubbi), a cui i nostri Alpini hanno saputo aggiungere calore, partecipazione ed il coinvolgimento dell’intera comunità  Borgotarese. E’ stata una giornata di grande orgoglio per tutti noi. E di questo voglio personalmente ringraziare il capogruppo Paolo Rampini e tutti i suoi Alpini che, col supporto del Presidente e del Consiglio Provinciale, hanno saputo fare qualcosa di straordinario , che resterà  negli occhi e nel cuore di tutti noi.

Come vedete, siamo una grande comunità, più forte di tutto e di tutti, e che oggi si allarga e si impreziosisce anche di un nuovo nostro concittadino.

Nella seduta di ieri pomeriggio, alle ore 17.30 , il Consiglio Comunale ha deliberato di conferire la cittadinanza onoraria ad Antonio Ferrari, importante giornalista del Corriere della Sera , amico della nostra comunità  e, da ieri, come dicevo, cittadino Borgotarese.

Dell’inizio di questo legame voglio ringraziare Damaso Feci che alcuni anni fa contattò Ferrari per invitarlo a partecipare ad una iniziativa a Borgotaro . Da allora , è stato un crescendo di collaborazioni, partecipazioni, presenze che hanno arricchito tutti noi. Antonio ha svolto e sta svolgendo un insostituibile ruolo di “ambasciatore” delle iniziative culturali di Borgotaro a livello nazionale, sul Corriere della Sera ed oltre. Se stiamo sviluppando progetti importanti su questo fronte, lo dobbiamo principalmente a lui.

attestati-benemerenza-573-borgotaroFerrari è un giornalista libero. Questo aggettivo, a fianco della parola giornalista, dovrebbe essere naturale. Ma purtroppo non sempre è così. L’impegno di Antonio per la libertà  di stampa, la difesa del lavoro dei giornalisti soprattutto nelle parti del mondo dove questa libertà  è osteggiata e oppressa, sono il  valore aggiunto del suo grande lavoro.

La nostra terra, ha perso in Somalia nel 1992 un giornalista libera originaria di Compiano, Ilaria Alpi, a cui il nostro Comune ha voluto intitolare una via lo scorso anno. Oggi, Borgotaro e la Valtaro ritrovano tra i loro cittadini un giornalista libero ed un grande amico come Antonio Ferrari. Grazie Antonio per la tua amicizia.

Con la forza e l’orgoglio delle storie dei nostri concittadini che oggi vogliamo onorare attraverso queste benemerenze, auguro a tutti voi, ai vostri cari ed alle vostre famiglie una buona Madonna del Carmine.

Borgotaro, 15 luglio 2017

Il Sindaco

Diego Rossiattestati-benemerenza-182-borgotaro attestati-benemerenza-368-borgotaro

Conferimento di  Borsa di studio da parte de “The Valtarese Foundation Inc.” a due studenti benemeriti

Clelia Galluzzi 

(percorso:  Liceo scientifico / Università )

attestati-benemerenza-243-borgotaroAllieva attenta e interessata, particolarmente efficace il metodo di studio sempre rigoroso e costante, che le ha consentito, in tutto il quinquennio, risultati di eccellenza, confermati dall’esito finale dell’Esame di Stato (100 /100). Di encomiabili diligenza e responsabilità  supportate da ottime doti di rielaborazione personale e altrettanto ottime competenze.

attestati-benemerenza-384-borgotaroPremia per la Valtarese Foundation Inc.

Concetta Ferrari

Ritira il premio

Clelia Galluzzi

 

Giorgia Serventi

(percorso: Liceo linguistico  – Esame di stato luglio 2017 (100/100)

attestati-benemerenza-237-borgotaroAllieva di notevoli capacità  intuitive e ottima relazionalità  con l’Istituzione scolastica. Ha sempre partecipato, in modo vivace e propositivo, al dialogo educativo e culturale con contributi preziosi ed efficaci. Il notevole impegno e i ragguardevoli risultati raggiunti sono sostenuti da competenze culturali e sociali che trovano conferma nella eccellenza dell’esito finale dell’esame di Stato . (100/100)