«

»

mag 19 2017

Giacomo Bernardi – FRANCESCO BASETTI (Quando eravamo francesi) – Borgotaro (PR)

laboratorio-1-parte-quando-eravamo-francesiDi seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), intitolato “FRANCESCO BASETTI”.

Di seguito il testo di introduzione al post (guarda anche LABORATORIO: 1^ parte “Quando eravamo francesi” – Borgotaro (PR)) riguardante questo argomento.

E’ una delle ricerche che spero di portare a compimento entro il prossimo anno (così scrivevo nel 1998 !). Da molto tempo ci sto lavorando, con interruzioni troppo prolungate. E’ una pubblicazione che mi sta particolarmente a cuore per almeno due motivi: è un argomento sul quale poco o nulla è stato scritto e conto tanti amici in Francia che l’attendono da tempo. I brani pubblicati sono ancora a livello di bozza e quindi contengono imperfezioni, paragrafi incompleti, parti da completare (testo tratto dal sito giacomobernardi33.blogspot.it alla pagina CLIKKA).

Guarda i post di Giacomo Bernardi

“FRANCESCO BASETTI” di Giacomo Bernardi

Rivedendo i nomi di alcuni ufficiali borgotaresi che, volontariamente, hanno seguito Napoleone nelle sue campagne militari, non ho retto alla tentazione di anticiparvi una notizia che, per molti, risuonerà nuova e interessante.
Penso che quasi tutti i borghigiani ricordino come a Parma esista un Viale assai noto. Un viale che nel suo percorso fiancheggia il torrente Parma: Viale Basetti
Viale assai noto, dicevo, ma poco noto, credo, il fatto che quel Basetti fosse un borgotarese.

Egli era infatti nato a Borgotaro nel 1791. E a 19 anni partì volontario, e non sarà il solo, seguendo Napoleone e le sue armate.

Nel 1813 conquistò il grado di sottotenente del 7 Rgt. Cacciatori a cavallo. Partecipò alla Campagna di Russia e a quella di Sassonia. E per ultimo fu vicino a Napoleone anche nell’ultima battaglia: quella di Waterloo.

Mi fermo qui perché di lui si conosce la storia successiva. Si arruolò infatti nel Rgt. Maria Luigia, per poi partire volontario per la Grecia a combattere per l’indipendenza di quel popolo, allora soggetto agli arabi.

Là morì eroicamente nel 1825. Aveva 34 anni. Borgotaro gli ha dedicato una lapide che si trova sotto gli archi del Pretorio, ma i più vi passano senza notarla.

Francesco Basetti non è stato l’unico ufficiale napoleonico. Ve ne sono stati molti altri, il cui nome ritroverete nel libro.

Giacomo Bernardi laboratorio-1-parte-quando-eravamo-francesi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA

Effects Plugin made by Free Wordpress Themes