Giacomo Bernardi e Mario Previ – “Il rito della purificazione” – 2 febbraio: Candelora, Presentazione di Gesù al Tempio e Purificazione – Borgotaro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Il rito della purificazione di Mario PreviDi seguito l’immagine di Mario Previ e il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), intitolati “Il rito della purificazione – 2 febbraio (Candelora, Presentazione di Gesù al Tempio e Purificazione”.

Immagine, Il rito della purificazione di Mario Previ.

Guarda i post di Giacomo Bernardi e Mario Previ

Ricordiamo che …

La Candelora è la ricorrenza liturgica della presentazione di Gesù al Tempio e della purificazione di Maria, che, secondo un’abitudine antica, avveniva quaranta giorni dopo il parto: da Natale al 2 febbraio ne corrono appunto quaranta. In questa giornata si benedicono e si distribuiscono ai fedeli le candele alle quali un tempo si attribuivano particolari poteri, infatti si accendevano per scongiurare temporali o per consolare nelle agonie.

Guarda le immagini della suggestiva cerimonia nel post Candelora o Madonna d’la s’riöla – Festa della Presentazione di Gesù – 2 febbraio 2015 – Processione con le “candele” – Borgotaro (PR) 

e altri approfondimenti ne post 

Oggi la Chiesa celebra : Presentazione del Signore – Candelora – (festa) – (02 febbraio 2015) – di Giuseppina Gatti 

2 FEBBRAIO La Candelora – Festa della Presentazione di Gesù, anche detta “Festa delle Luci“ in Val Gotra e non solo. 

“La S’riöla o Candelora (2 febbraio – Presentazione di Gesù al Tempio)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

Il rito della purificazione” 

2 febbraio: Candelora, Presentazione di Gesù al Tempio e Purificazione

In molti lunari la giornata del 2 febbraio viene indicata come “Purificazione di Maria al tempio”.
Non sono passati molti decenni da quando era in uso il rito della Purificazione. Dopo la nascita di un figlio, la puerpera generalmente non usciva di casa se non fosse trascorsa la così detta “quarantena”. Soltanto passati questi giorni, sarebbe uscita per la prima volta e si sarebbe recata alla chiesa per la Benedizione purificatrice.
Entrava in Sant’Antonino dalla parte destra della navata e si fermava prima dell’acquasantiera che per nessun motivo poteva superare, a causa della sua impurità. Qui riceveva una candela che veniva subito accesa, mentre il Parroco scendeva dall’altare e giunto a pochi meri dalla donna le impartiva la Benedizione.
Solo a questo punto la donna poteva superare l’acquasantiera e, in ricordo della Purificazione della Vergine, veniva accompagnata, passo passo, all’altare della Madonna (transetto di destra).
Lungo il tragitto, che veniva percorso a passi lenti, con ripetute soste, la donna rispondeva alle invocazioni del sacerdote.
Giunti all’altare della Madonna, dopo alcune preghiere, il rito terminava.

Giacomo Bernardi

Immagine: Il rito della purificazione di Mario PreviIl rito della purificazione di Mario Previ

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.