Protezione Civile: Bardi (Parma) informa sul Piano di Protezione Civile – 15 dicembre 2016

15 dicembre 2016
20:30a21:30
Print Friendly, PDF & Email

 Bardi AVVISO PUBBLICO PIANO DI PROTEZIONE CIVILEVerrà illustrato, giovedì 15 dicembre 2016 alle ore 20,20, presso il Palazzo Maria Luigia a Bardi (Parma), il PIANO DI
PROTEZIONE CIVILE (fonte CLIKKA).

Relatore sarà il Dr. Stefano Castagnetti esperto nell’ambito della Geologia Tecnica ed Ambientale della Protezione Civile

La Protezione Civile non va vista come un ente esterno che in caso di difficoltà viene a metterci in salvo, ma come la collettività che tutela e organizza la propria sicurezza.

Approfondimento

“Cosa fare in caso di terremoto?”

vademecum  Protezione Civile

Cercando di contribuire ad informare sulle norme di comportamento da seguire in caso di emergenza, inseriamo alcune illustrazioni tratte dal vademecum della Protezione Civile, riguardanti alcune regole da seguire in caso di terremoto, ricordando che purtroppo esistono altre calamità naturali devastanti come l’alluvione e gli incendi.

interessante approfondimento dal sito www.stefacasta.it :

……….. >>> cosa fare in caso di terremoto  <<<

Molte Amministrazioni Comunali stanno provvedendo all’aggiornamento dei piani Comunali di Protezione Civile (documenti pianificatori ufficiali che sono pubblici e consultabili dalla cittadinanza, attraverso i quali l’Amministrazione Comunale prende in considerazione i rischi potenziali per la popolazione, le infrastrutture ed il territorio del comune e stabilisce l’organizzazione delle risorse, persone, mezzi e materiali e le modalità per svolgere le attività di protezione civile, sia in tempo “di pace”, che durante le fasi dell’emergenza).

Aggiornando, ad esempio, i numeri di telefono, i materiali e mezzi a disposizione, l’allestimento della sala destinata a coordinare gli interventi in caso di calamità o di eventi rilevanti, ecc.

Protezione CivileIl presupposto fondamentale per il funzionamento di un piano di protezione civile è che le sue caratteristiche fondamentali e i comportamenti da tenere in caso di incidente/calamità siano noti alla popolazione: per questa ragione molte amministrazioni cercano di coinvolgere il più possibile anche tutta la cittadinanza in questo processo.

Per questo motivo, infatti, alcune Amministrazioni stanno coinvolgendo nell’aggiornamento del piano, oltre alla popolazione stessa nel suo insieme, le varie associazioni che operano nel territorio, alle quali viene chiesto di segnalare la disponibilità di locali, mezzi, uomini …  lo stesso viene fatto con le imprese, le ditte di trasporto ecc. …

Essere coscienti dei possibili rischi presenti sul territorio dove viviamo, conoscere come e dove informarsi, sapere come organizzarsi per fronteggiare eventuali momenti di crisi, ci farà vivere con più sicurezza e tranquillità evitando di incorrere in errori che possono avere conseguenze anche gravi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.