Deltamotore in volo nei pressi della Fiera Millenaria di San Terenziano ad Isola di Compiano (Parma) – 3 settembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Deltamotore in volo (114) Fiera San TerenzianoAmanti del Deltaplano a motore, definito anche “Deltamotore”, ecco alcune immagini che vedono come protagonista un pilota e suo deltaplano con motore-elica, nella spettacolare cornice della Fiera Millenaria di San Terenziano ad Isola di Compiano in provincia di Parma (guarda Fiera di San Terenziano a Compiano (Parma)  ), foto scattate la mattina di sabato 3 settembre 2016.

Guarda  Compiano

Deltamotore in volo (120) Fiera San TerenzianoDeltamotore in volo (108) Fiera San TerenzianoIl volo del paramotore esegue figure lente ed armoniose, suscitano il desiderio di volare a coloro che, con lo sguardo rivolto al cielo, rimangono incantati nell’ammirarne il volteggiare che lo identifica più a un uccello che a un apparecchio (guarda il post Deltamotore in volo nei pressi di Bardi (PR) – 28 luglio 2016).

Deltaplano a motore in volo nei pressi del Castello di Compiano (PR) Deltamotore in volo (101) Fiera San Terenziano

Deltamotore in volo (136) Fiera San TerenzianoAbbiamo letto che …

Il Deltaplano a motore, definito anche “Deltamotore”, appartiene alla categoria degli ultraleggeri e può essere pilotato da persone che hanno conseguito l’apposito brevetto (Attestato di Volo da Diporto Sportivo).

Al controllo di questa disciplina del volo è preposto l’Aereo Club d’Italia.

***

Deltamotore in volo (119) Fiera San TerenzianoIl Deltamotore è costituito di tre parti:
Un’Ala a delta a cui viene agganciata la seconda parte composta dal TriKe (o carrello), che ospita il pilota nella zona anteriore, il passeggero e il serbatoio carburante nella zona centrale e la terza parte nella zona posteriore, costituita dal gruppo motore-elica che permette il decollo da superfici in piano (prati, spiagge etc…), dirigendosi nei punti prescelti a velocità che, in alcuni modelli, superano i 140 Km/h. 

***

Deltamotore in volo (128) Fiera San TerenzianoSebbene la volontà di volare abbia da sempre rappresentato il sogno dell’uomo, vedi gli studi condotti da Leonardo Da Vinci, bisogna aspettare gli anni 70 del secolo scorso, per vedere realizzato il sogno di volare in modo economico rispetto all’aeroplano.
Il Deltaplano deriva da studi fatti in ambito aerospaziale (NASA), condotti dall’ingegner Francis Rogallo, questo tipo di ala doveva consentire il rientro sulla terra delle navette spaziali al termine delle loro missioni in orbita.

Deltamotore in volo (138) Fiera San TerenzianoIn seguito la NASA accantonò questo progetto per sistemi diversi per il rientro dallo spazio dei Cosmonauti.

Trascorsero alcuni anni quando questo progetto (Ala di Rogallo) fu ripreso e sviluppato da un ingegner Australiano (Jhon Dikenson).

I primi decolli non avvennero su avio superfici, bensì su specchi d’acqua trainati da motoscafi.

Sul finire del 1970, alcuni progettisti Francesi e Inglesi, cominciarono a studiare soluzioni che permettessero al Deltaplano di volare anche in zone pianeggianti, e non solo “lanciandosi” da alture.

Deltamotore in volo (131) Fiera San TerenzianoInizialmente l’ala fu dotata di un piccolo motore ed elica posta sulla parte anteriore dell’ala ma questa soluzione era pericolosa per l’incolumità del pilota, e di scarsa stabilità in volo.

Si pensò quindi di costruire un carrello a “triciclo”, e dotarlo di motore posteriore.

Dal principio furono impiegati motori di motociclette, di wolkswagen, oppure derivati da motoslitte opportunamente modificati per il nuovo impiego.

Nacque così il Deltamotore o come alcuni lo definiscono il Pendolare, piccoli velivoli dal peso contenuto, variabile dai 100 ai 180 kg, che consentono di alzarsi in volo da piccole avio superfici erbose. 

Il volo sulla Fiera Millenaria di San Terenziano ad Isola di Compiano in provincia di ParmaDeltamotore in volo (115) Fiera San Terenziano

 Galleria immagini: Deltamotore in volo nei pressi della Fiera Millenaria di San Terenziano ad Isola di Compiano (Parma) – 3 settembre 2016

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.