Ricostituzione del Comune di Albareto (PR) “Il nuovo Consiglio comunale ” – 9 aprile 1946 – Dal libro “Cenni storici di Albareto”

Print Friendly, PDF & Email

Ricostituzione del Comune di Albareto (100)Testo tratto dal libro “Cenni storici di Albareto” – Il Pellegrino (Don Duilio Schiavetta), dal titolo “RICOSTITUZIONE DEL COMUNE DI ALBARETO Parma (Delibere dal 1946 al 1980)”: Il nuovo Consiglio comunale (9 Aprile 1946). 

Guarda i post Albareto e 

Archivio “Cenni storici di Albareto”

Ricordiamo che domenica 5 giugno 2016 si svolgeranno i festeggiamenti per 70° Anniversario della Ricostruzione del Comune di Albareto Parma (Medaglia d’Argento al Valor Militare).
Dettagli nel post 70° Anniversario della Ricostruzione del Comune di Albareto (Parma) – 5 giugno 2016 Programma

Guarda anche

Gatti Mario (1913 – 1995): eletto Consigliere Comunale nelle prime libere consultazioni elettorali (9 aprile 1946) ad Albareto (Parma) ha cercato di promuovere la pace e la giustizia

Bassoni Giuseppe (1900 – 1968): eletto Consigliere Comunale nelle prime libere consultazioni elettorali (9 aprile 1946) ad Albareto (Parma) ha cercato di promuovere la pace e la giustizia 

testo tratto da “LCapitolo VII – RICOSTITUZIONE DEL COMUNE – Delibere dal 1946 al 1980” – Il Pellegrino (Don Duilio Schiavetta) – Bibl.: D. Tommaso Grilli – Giovanni Tomaselli – “Un Comune dell’Appennino Tosco-Ligure-Emiliano” Finito di stampare nel mese di dicembre 1995 Grafiche Lama Piacenza

(guarda i post Archivio “Cenni storici di Albareto”

Capitolo VII – RICOSTITUZIONE DEL COMUNE – Delibere dal 1946 al 1980

Così inizia la prima seduta del ricostituito Comune di Albareto:

«L’anno 1946, 9 Aprile nella sede del Comune. In seguito ad avviso del Commissario Prefettizio diramato nei modi e nel tempo prescritto dalla Legge e Regolamento si è riunito il Consiglio Comunale in sessione straordinaria per trattare tra l’altro dell’oggetto su indicato «Insediamento del neocostituito Consiglio Comunale» … verifica dei poteri. ..

«Il Commissario Prefettizio uscente, Alberto Grilli, esprime i suoi rallegramenti e fa voti più sentiti che la nuova e prima Amministrazione del ricostituito Comune di Albareto possa rispondere in pieno al compito ad essa demandato. Si dichiara lieto che cessi la straordinaria amministrazione e che questa sia affidata a coloro che sono assunti dalla volontà del popolo» con e lezioni avvenute il 31-3- 1946.

II nuovo Consiglio comunale è costituito dai seguenti consiglieri :

1 Grilli Giuseppe voti n. 1178

2 Ravella Ernesto voti n. 1178

3 Bardini Alfonso voti n. 1177

4 Sabini Luigi voti n. 1176

5 Sabini Augusto voti n. 1176

6 Sabini Giuseppe voti n. 1175

7 Figoni Giuseppe voti n. 1175

8 Maestri Luigi voti n. 1174

9 Zanrè Luigi voti n. 1174

10 Zucconi Cesare voti n. 1173

11 Signorastri Cesare voti n. 1173

12 Tambini Andrea voti n. 1172

13 Bassoni Giuseppe vot i n. 1172

14 Brugnoli Luigi voti n. 1171

15 Mussi Giovanni voti n. 1170

16 Zecca Vittorio voti n. 1149

17 Delnevo Alberto voti n. 689

18 Schiavetta Angiolino voti n. 680

19 Zecca Guerino voti n. 680

20 Gatti Mario voti n. 679

Segretario Comunale: Vaccari Otello.

Si procede in base al Decreto Legislativo Luogotenente del 7 Gennaio 1946, all’elezione del Sindaco, che viene eletto nel la persona di Giuseppe Grilli con voti 15 (3 voti a Zecca Vittorio e 1 a Mussi Giovanni).

Viene costituita la Giunta Municipale con votazione da cui sortiscono, oltre il Sindaco: Mussi Giovanni Assessore Anziano; Zecca Vittorio, Sabini Augusto, Bardini Alfonso Assessori effettivi; Assessori supplenti Ravella Ernesto e Zanrè Luigi.

L’Avv. Vittorio Zecca ringrazia il segretario comunale Vaccari Otello e passa «ad esaminare quale sia stata la vita sociale nell’ormai sorpassato regime Fascista e quali invece debbano essere le direttive da adottare nello stato democratico.

Esamina le condizioni del Paese disastra te dalla lunga guerra e sulle necessità del sacrificio individuale e collettivo in una generale collaborazione necessaria per il risorgimento morale e materiale del Paese.

Tutte le competizioni di parte, gli odi e le vendette devono tacere di fronte a questo grande problema di ricostruzione che si impone come Fattore essenziale alla rinascita della nostra stirpe, maestra al mondo nelle arti e nelle scienze».

Segretario Zanardi

Galleria immagini: Ricostituzione del Comune di Albareto (PR) “Il nuovo Consiglio comunale ” – 9 aprile 1946 – Dal libro “Cenni storici di Albareto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.