Giacomo Bernardi – “Tardiani, grande benefattore” da: Ar Lünariu burg’zan 2002- Borgotaro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Palazzo Tardiani o del Vecchio OspedaleDi seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), intitolato “Tardiani, grande benefattore “, riguardante Giandomenico Tardiani, “nobile di prosapia (ossia di casato)”, al quale molto devono i “poveri infermi di Borgotaro, eredi per testamento di pingue sostanza”.

Guarda i post di Giacomo Bernardi

Tardiani, grande benefattore

In fase di progettazione dei lavori di sistemazione e consolidamento del palazzo detto “del vecchio ospedale”, è stato messo più volte in discussione il termine “Palazzo Tardiani”, comunemente usato da molti borghigiani.

In realtà, nonostante accurate ricerche, nulla era stato trovato da giustificare tale appellativo, tanto che in alcune relazioni che accompagnavano i progetti (si trattava di un progetto concorso) si affacciava la tesi che l’edificio fosse nato come “ospedale” e veniva accantonata l’ipotesi di un palazzo della famiglia Tardiani donato alla Comunità per adattarlo poi ad ospedale, così come voleva la tradizione.

Forse la spiegazione si trova in una lapide, segnalataci da B. L., che si trova a Parma nella chiesa detta ” dei Rossi”, in via Garibaldi.

Nell’ultima cappella a sinistra di tale chiesa, tra le varie lapidi che ornano le pareti di un lungo corridoio, ve n’è una di grande interesse per noi borghigiani.

La lapide, in marmo nero, fa chiaro riferimento al defunto Giandomenico Tardiani, “nobile di prosapia”, ossia di casato, al quale molto devono i “poveri infermi di Borgotaro, eredi per testamento di pingue sostanza”.
Collocata nella parte alta della lapide, vi è la foto (o meglio il dagherrotipo) di Giandomenico.

Non siamo ancora alla prova documentale, ma ci pare che il riferimento alla “pingue sostanza” lasciata in eredità ai “poveri infermi di Borgotaro” possa dare sufficiente credibilità a quanto i borghigiani hanno sempre sostenuto: ossia che il vecchio ospedale altro non sia che il palazzo Tardiani donato agli ammalati del Borgo.

Ora, comunque, sarà possibile intraprendere una ricerca più approfondita e mirata che possa condurre ad acquisire la documentazione necessaria a sciogliere alcuni interrogativi che tuttora permangono

Giacomo Bernardi da: Ar Lünariu burg’zan 2002

Immagini: 

Tardiani lapideTardiani lapide

Palazzo Tardiani o del Vecchio OspedalePalazzo Tardiani o del Vecchio Ospedale

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA