Giacomo Bernardi – “POCO PIU’ DI UN’ORA DAL BORGO”: Passeggiata nei pressi della Diga del Taro sopra Santa Maria – Tornolo (Parma)

Print Friendly, PDF & Email

Passeggiata Diga del Taro (100)ARCHIVIO 2015 – Di seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), intitolato “POCO PIÙ DI UN’ORA DAL BORGO”, in pratica la descrizione dell’itinerario della passeggiata/escursione del 30 marzo 2015, nei pressi della Diga del Taro sopra Santa Maria nel comune di Tornolo (Parma).

Guarda i post di Giacomo Bernardi

“POCO PIÙ DI UN’ORA DAL BORGO”

Passeggiata/escursione nei pressi della Diga del Taro sopra Santa Maria – Tornolo (Parma)

Meta: diga del Taro sopra Santa Maria nel Comune di Tornolo (Parma).

In auto fino al Pozzo piezometrico, poi a piedi.

***

Subito prima di entrare tra le case di S. Maria del Taro (Tornolo – Parma), prendere la strada che costeggia la caserma dei Carabinieri.

Ci si immette nella strada che risale il corso del Taro.

Seguiamo l’indicazione Grondana e Pianazzo.

Poco dopo, sulla dx, la centrale elettrica “Simonini”, un tempo dell’Enel, inaugurata nel 1919.

Passeggiata Diga del Taro (104)Ora il Taro, con quella poca acqua che gli viene concessa, corre molto incassato, tra grandi massi di roccia rotolati durante la costruzione della strada.

Più avanti si abbandona il corso del Taro e, dopo aver attraversato un ponticello, si sottopassa una canaletta che porta acqua.

Subito dopo (Km.2,400 da S. Maria) giungiamo a una piccola diga (torrente Incisa).

Guarda il post Cascata del torrente “Incisa” dal “roccione” – Grondana di Santa Maria del Taro, Tornolo (Parma) – Autunno 2010

Da qui, se ne abbiamo voglia, dopo aver lasciato l’auto, seguiamo l’indicazione data da un cartello “Centrale idroelettrica Strinabecco 1915-18”.

In meno di dieci minuti, lungo una strada comoda e pianeggiante, si arriva alla Centrale della Tirreno Power.

Passeggiata Diga del Taro (100)Poco prima, sulla destra, un gigantesco abete rosso alto più di 50 metri.

Comunque proseguendo in auto, dopo 200 metri deviazione a Sx per Pianazzo.

Noi seguiamo l’indicazione Grondana.

Ora si sale tra fitti boschi (castagni, ontani, noccioli, carpini, aceri montani, ora ancora…in letargo). Dopo 4 Km. da S. Maria, si arriva a Grondana.

Sulla destra, brutti garage, subito dopo bella fontana.

Proprio pochi metri prima della fontana, sulla Sx, parte una strada stretta, ma asfaltata che porta, come indica il cartello, alla Torre Piezometrica.

L’imbocco non è dei migliori, ma subito dopo, anche se stretta, la strada ci appare bella.

Se intendete salire soltanto alla Torre, potete continuare a piedi.

Se, invece volete arrivare alla Diga, conviene arrivare in auto ai piedi della Torre, dove c’è lo spazio per parcheggiare.

Da qui ci si inoltra lungo una strada comoda.

Le montagne sono spoglie, serpentinose.

A volte pare di trovarci in presenza di un paesaggio lunare.

Sullo sfondo, dritta davanti a noi, appare la cima del Penna.

Passeggiata Diga del Taro (102)Guarda i post Monte Prnna

Sulla destra, nel dosso tra due sommità, la sagoma rocciosa somigliante all’immagine della Madonna.

I locali la chiamano “La maestà”.

Lungo il percorso già ora molte fioriture.

Splendidi cuscini estesi di calluna, ma anche crochi ed altro.

La diga si trova a quota m. 1056 s.l.m.

Passeggiata Diga del Taro (101)La diga, ma anche il pozzo, le centrali, le opere di presa, la strada…tutto costruito dai prigioniuri austriaci negli anni compresi tra il 1915 e il 1919.

O vi portate qualcosa al sacco, oppure, come abbiamo fatto noi: ritorno a Santa Maria, strada che conduce al passo del Bocco.

Qui buon ristorante, piatti abbondanti, prezzi buoni, poi un salto (a piedi) al vicino lago.

Potete percorrerne l’intera circonferenza, con bellissime vedute del Penna ed altro.

Giacomo Bernardi

Galleria immagini: Giacomo Bernardi – “POCO PIU’ DI UN’ORA DAL BORGO”: Passeggiata/escursione nei pressi della Diga del Taro sopra Santa Maria – Tornolo (Parma)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.