“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (9° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Romy Schneider nelle vesti di SissiDi seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), riguardante un triste episodio accaduto il 10 settembre 1898, l’assassinio della Principessa Sissi (Elisabetta Imperatrice d’Austria e regina d’Ungheria).

Guarda il post Luigi Luccheni, originario della Valtaro, uccise l’Imperatrice d’Austria Elisabetta di Wittelsbach (“Principessa Sissi”) – Ginevra 10 settembre 1898

Data la lunghezza del testo è stato diviso in puntate.

Guarda i post

 “Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (1° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) 

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (2° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (3° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (4° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (5° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (6° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) 

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (7° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) 

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (8° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) 

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (9° parte)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) 

“Luigi Lucheni – L’UCCISORE DI SISSI (CONCLUSIONI)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

di Giacomo Bernardi

L’UCCISORE DI SISSI – 9

“La vita di Lucheni all’Évêché – scrisse l’anno dopo un giornalista – era divenuta una lotta angosciante in cui, un essere umano debilitato da dodici anni di carcerazione, non poteva sperare la salvezza che nella morte. Una corda e un gancio, per un uomo rinchiuso là, sono l’ultima gioia. Il signor Fernex lo sapeva, sapeva anche che, dopo aver bastonato Lucheni e avergli slogata la mascella picchiandolo a pugni e calci, lo avrebbe ritrovato, tre giorni dopo, appeso con una cintura di cuoio messa compiacentemente a sua disposizione”.

LUCHENI E SISSI, due personaggi errabondi, sempre in fuga.

La poetessa Carmen Sylva, amica di Elisabetta, trovò le parole giuste per la sua morte quando accennò al fatto che quell’assassinio era stato orribile «solo agli occhi del mondo», mentre per Elisabetta si era trattato di qualcosa di «bello e silenzioso e grande al cospetto dell’amata natura, una cosa priva di dolore e pacifica».

« Non tutti gradiscono rendere l’anima a Dio circondati da numerosi dolenti e trovarsi ancora durante l’agonia alle prese con ogni sorta di cerimonie. C’è gente che ama fare una morte bella agli occhi del mondo, ma da lei non ci si poteva aspettare una cosa simile.
Non voleva essere nulla per il mondo, neppure nell’agonia. Voleva essere sola e lasciare il mondo alla chetichella, quel mondo nel quale aveva peregrinato tanto cercando la tranquillità, sempre animata dall’irrequieto desiderio di raggiungere qualcosa di più alto, di più perfetto».

***

Anche se l’immagine più diffusa di Elisabetta di Wittelsbach è quella radiosa trasmessa dai film in cui Sissi fu impersonata da Romy Schneider, questa è un’immagine assai lontana dalla realtà; la sua vita fu, infatti, per molti aspetti, drammatica, travagliata, tragicamente segnata da lutti e da sventure.
Scrisse una sua amica
« L’assassino credeva d’aver punito, d’aver fatto giustizia. Quale errore! Quanto male conosceva la sua vittima! Avrebbe egli ucciso, se avesse saputo qualche cosa di lei, se avesse sospettato quante volte lei, quella “ ricca ”, quella “ privilegiata ” , si era augurata la morte ? Bruscamente, senza soffrire, lontano dai suoi cari per non far loro pena, non in un letto, ma in cospetto alla libera, divina natura, ch’ella tanto amava. Non s’era, grazie a lui, avverato tutto ciò, acquistando tremenda, tragica realtà? Sì, Elisabetta avrebbe perdonato Lucheni. Con quella sua ironia, talvolta sì mesta, con intorno alle labbra un lampo di quel suo sorriso in ogni tempo tanto malioso, ella, avrebbe detto:
“ Così va bene, Lucheni; proprio così! ”.

(Seguiranno considerazioni finali)

Immagini:

1-Lucheni e Sissi in copertina;

2-Romy Schneider nelle vesti di Sissi;Romy Schneider nelle vesti di Sissi

3-Elisabetta detta Sissi. Elisabetta detta Sissi

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.