“Carnevale al Borgo (Dov’era il Regio Ducal Teatro?)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Copertina del libro Il Carnevale a BorgotaroDi seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Val di Taro, Parma), riguardante il Regio Ducal Teatro a Borgo Val di Taro (Parma)

Guarda i post “Carnevale al Borgo (la sommossa del 1831)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) 

 “Carnevale al Borgo (Dov’era il Regio Ducal Teatro?)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) 

“Carnevale al Borgo (da quando?)” di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

di Giacomo Bernardi

Carnevale Borgotarese

Non vi dico la nostra sorpresa quando, nel 2000, durante le ricerche d’archivio, per rintracciare una qualche grida che potesse documentare il Carnevale nel passato, ci capitò di leggere, in un documento del 1768, di un Regio Ducal Teatro, presente a Borgotaro.

Andò così:

“Carnevale al Borgo (Dov’era il Regio Ducal Teatro?)”

Eravamo all’Archivio di Stato di Parma e sfogliando i fascicoli relativi ai Teatri, ci capitò sott’occhio un foglio, abbastanza anonimo, senza intestazione, del quale, tuttavia, non ci sfuggì un riferimento “al Commessario di Borgo Taro”.

Si trattava di una lettera inviata al Pro Presidente dell’Anzianato di Borgo Taro, nella quale si chiedeva un intervento “a finchè non succedano disordini nè danni per parte di Comici in codessto R.D. Teatro” (R.D. Sta per Regio Ducal Teatro).

Sollecitati da questa scoperta, cominciammo a spulciare con maggiore attenzione gli altri docuementi.

Fatica ben ricompensata perchè scoprimmo nuovamente un documento ben più articolato del precedente.

Era un esposto al Primo Ministro del Ducato, da parte dell’Avv. borgotarese Giuseppe Costamezzana, in quel’anno Agente Camerale, nonchè Depositario, ossia responsabile per conto del Duca della riscossione delle tasse nella giurisdizione del Borgo.

L’esposto porta la data dell’8 febbraio 1768, a ridosso, quindi, del Carnevale di quell’anno.

Anche se il termine “carnevale” non si rintraccia nell’esposto.

Tuttavia è più che evidente che il ricorso mirava ad ottenere, dai soci del Teatro, il sospirato “palchetto” in previsione delle feste carnevalesche.

L’Avv. Costamezzana, appartenente ad una delle più note famiglie della nostra città, tradizionalmente litigiosa, non riesce a nascondere la sua rabbia per l’affronto ricevuto: non aver avuto posto nel banchetto che i gestori mettevano a disposizione delle Autorità.

Nel libro sul Carnevale, è riportato l’intero ricorso.

E’ uno spaccato della società d’allora, quando si dava importanza all’apparire, all’avere precedenza, al cedere la mano e…un posto nel “palchetto”.

Nel ricorso si parla di “platea”, di “palchetti” e quindi si fa chiaro riferimento ad un vero e proprio teatro e non ad un semplice salone per spettacoli o concerti.

E questo nel 1768!!!

Resta una domanda: dove si trovava questo teatro?

La caccia è, tuttora, aperta ma sarà un bel rebus.

Nelle molte antiche mappe da me consultate, nessuna traccia.

Buona caccia ai posteri, a chi vorrà proseguire nella ricerca.

 

Nelle foto:

Il volume “Il Carnevale a Borgotaro”;Copertina del volume Il Carnevale a Borgotaro

Sabioni-doc;Sabioni-doc Borgotaro

il Carnevale del 1926.Carnevale del 1926 Borgotaro

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.