Cervi al pascolo (immagini notturne) ripresi nell’Appennino parmense -Terenzo (PR) – 25 gennaio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Cervi al pascolo (i100) notturno (23)Di seguito le immagini notturne “di fortuna” di alcuni esemplari di Cervo (Cervus elaphus Linneo, 1758), il più grosso animale della nostra fauna, ripreso nei pressi di Terezo (Parma), il 25 gennaio 2016 (guarda Cervi al pascolo (video notturno) ripresi nei pressi della “Via Francigena” dell’Appennino parmense il 15-12-2013 – “Emozioni nel bosco”). 

Guarda i post Animali, Foto e Cervo

Di seguito le immagini dei Cervi intenti a brucare in una radura, nei pressi di Terenzo (PR) in Val Baganza, nel mese di gennaio 2016. Cervi al pascolo (i100) notturno (32)

Un incontro non comune ed immagini non cerco consuete.Cervi al pascolo (i100) notturno (16)

Cervi al pascolo (i100) notturno (1)Vedere un Cervo (il più grosso animale della nostra fauna selvatica), circondati dal silenzio della natura negli splendidi anfiteatri naturali del nostro Appennino, è sempre un’esperienza emozionante ed unica … fotografarlo, poi, crediamo sia anche una vera e propria “impresa” …

(guarda i post Emozioni, bosco)

Cervi al pascolo (i100) notturno (28)Il Cervo (Cervus elaphus Linneo, 1758) insieme al cinghiale e il capriolo, sono le specie autoctone di ungulati presenti in Emilia-Romagna, il Daino e il Muflone anch’esse presenti sono invece specie alloctone, ovvero importata in Italia in tempi molto antichi.

Il Cervo lo si può trovare dalla pianura fin al di sopra del limite del bosco sino ai 2800 m di altitudine nell’Appennino settentrionale e sulle Alpi, manca invece totalmente dall’Appennino meridionale e dalla Sicilia.

Cervi al pascolo (i100) notturno (16)Grazie alla sua robustezza ed adattabilità, riesce a colonizzare rapidamente nuovi habitat.

La sua distribuzione è comunque caratterizzata da una notevole frammentazione e irregolarità, dovuta principalmente alla necessità di aree vitali con ambienti di boschi aperti, interrotti da radure e pascoli; l’adattamento del cervo ai boschi più fitti è facilmente da collegare alla pressione esercitata dall’uomo, che lo hanno spinto ad occupare le aree meno frequentate e disturbate.Cervi al pascolo (i100) notturno (29)

Cervi al pascolo (i100) notturno (31)La presenza dei cervi crediamo possa essere uno straordinario arricchimento del nostro territorio, in grado di valorizzare ulteriormente il nostro caratteristico paesaggio “montano” di straordinaria bellezza e biodiversità.

(guarda i post Cervo)

Galleria immagini: Cervi al pascolo (immagini notturne) ripresi nell’Appennino parmense -Terenzo (PR) – 25 gennaio 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.