Ricostituzione del Comune di Albareto (Parma) – DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 24 gennaio 1946 n° 34

Print Friendly, PDF & Email

Albareto Decreto Legislativo 24 gennaio 1946Ti racconto una foto …una categoria del blog con storie e racconti di persone, avvenimenti e luoghi della “valgotrabaganza” (termine di fantasia usato come nome del “blog” e derivante dall’unione dei nomi delle valli degli autori, la Val Gotra e la Val Baganza e dei rispettivi torrenti che le attraversano, non così noti, ma che nel nostro immaginario rappresentano l’intero Appennino e la montagna in genere), il tutto attraverso un’immagine. 

Ecco l’immagine che ritrae il DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 24 gennaio 1946 n° 34, riguardante la ricostituzione del Comune di Albareto in provincia di Parma.

Guarda i post Albareto

24 GENNAIO 1946

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 24 gennaio 1946 n° 34

Ricostituzione del Comune di Albareto

UMBERTO DI SAVOIA

PRINCIPE DI PIEMONTE

LUOGOTENENTE GENERALE DEL REGNO

In virtu’ dell’autorita’ a Noi delegata;

Visto il R. decreto 10 maggio 1928, n. 1181;

Visto il decreto-legge Luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151;

Visto il decreto legislativo Luogotenenziale 1° febbraio 1945, n. 58;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri;

Sulla proposta del Ministro Segretario di Stato per gli affari dell’interno;

Abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue:

Art. 1.

Il comune di Albareto, aggregato con R. decreto 10 maggio 1928, n. 1181, al comune di Borgo Val di Taro, e ricostituito con la circoscrizione preesistente all’entrata in vigore del decreto medesimo.

Il Prefetto di Parma, sentita la Giunta provinciale amministrativa, provvederà al regolamento dei rapporti patrimoniali e finanziari fra i comuni di Borgo Val di Taro e di Albareto.

Art. 2.

L’organico del ricostituito comune di Albareto e quello del comune di Borgo Val di Taro saranno stabiliti dal Prefetto, sentita la Giunta provinciale amministrativa.

Il numero dei posti e i gradi relativi non potranno essere superiori, rispettivamente, a quelli organicamente assegnati ai Comuni suddetti anteriormente alla loro fusione disposta con R. decreto 10 maggio 1928, n. 1181.

Al personale già in servizio presso il comune di Borgo Val di Taro che eventualmente sarà inquadrato nei predetti organici non potranno essere attribuiti posizione gerarchica e trattamento economico superiori ai quelli goduti all’atto dell’inquadramento medesimo.

Art. 3.

Il presente decreto entrerà in vigore lo stesso giorno della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del Regno.

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserto nella Raccolta ufficiale della leggi e dei decreti del Regno d’Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare coma legge dello Stato.

Dato a Roma, addì 24 gennaio 1946

UMBERTO DI SAVOIA

DE GASPERI – ROMITA

Visto, il Guardasigilli: TOGLIATTI

Registrato alla Corte dei conti, addi’ 23 febbraio 1946

Atti del Governo, registro n. 8, foglio n. 146. – FRASCAAlbareto Decreto Legislativo 24 gennaio 1946

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.