Gesù Bambino nel Presepe, realizzato da Pietro Antonio Iembo e Maria Massari – Natale 2015 – Borgotaro (Parma)

Print Friendly, PDF & Email

Presepe artistico (107) Iembo MassariAnche se il tempo è oramai passato, ci fa piacere continuare ad avere sul blog le immagini del Natale 2015 insieme al testo: “La favola di Natale”.

Il 4 dicembre 2015, a Borgo Val di Taro (Parma), è stata inaugurata l’esposizione del grande presepe artistico di Pietro Antonio Iembo e Maria Massari.

In anteprima eravamo andati a fotografare il suggestivo Presepe (guarda il post Il suggestivo Presepe, realizzato da Pietro Antonio Iembo e Maria Massari, resterà aperto fino al 6 gennaio 2016 – Borgotaro (Parma)), ed ecco altre immagini, del quadro tridimensionale della Natività, con anche “Gesù Bambino”, che da tradizione viene inserito il giorno di Natale.

Guarda i post Natale

Presepe artistico (109) Iembo MassariPanoramichePresepe artistico (100) PanoramicaPresepe artistico (101) Panoramica

Presepe artistico (114) Iembo MassariIl Presepe con la pace che lo pervade, ci fa riflettere sulla religiosità popolare che tanto ha contraddistinto la formazione e l’identità della comunità di montagna, un ritorno alle origini, per valorizzare le nostre radici e per rivivere ricordi, ed emozioni attraverso la magica atmosfera del Natale.

Guarda i post Presepio

Questo bellissimo Presepe realizzato dalla famiglia Pietro Antonio Iembo e Maria Massari, frutto di ricerca e di mesi di intenso e faticoso lavoro, è stato a disposizione del pubblico per tutto il periodo festivo (sino al 6 gennaio), presso i locali a fianco alla Chiesa di San Domenico (Via Battisti n.17).

Presepe artistico (102) Panoramicatesto tratto dal post Il suggestivo Presepe, realizzato da Pietro Antonio Iembo e Maria Massari, resterà aperto fino al 6 gennaio 2016 – Borgotaro (Parma)

Presepe artistico (125) Iembo MassariIl Presepe di Pietro Antonio Iembo e Maria Massari, allestito con molta cura, è ambientato in uno paesaggio naturale altamente suggestivo fra prati, boschi ed un ruscello che li attraversa, ricostruisce un’epoca lontana attraverso le case con gli archi, le aie, le stradine, i ponticelli e tramite un’attenta riproduzione dei mestieri, mantiene in vita una cultura del passato, patrimonio e vanto delle nostre comunità rurali e montane, ed è un modo per rivivere con più emozione l’evento “Natale”.

Presepe artistico (140) Iembo MassariIl Presepe offrire allo sguardo dei visitatori un bellissimo scenario, che comprende, personaggi, vestiti con abiti modesti, che riproducono delle tipiche scene di vita quotidiana e lavorativa del passato, donne che lavano il bucato, uomini che tagliano la legna, le botteghe degli artigiani, il falegname con pialle e seghe, il fabbro che forgia il ferro, i contadini con gli arnesi del lavoro dei campi, c’è la bottega e la cucina con il focolaio il tutto in un’atmosfera genuina e nostrana.

Presepe artistico (144) Iembo MassariAltri momenti di vita quotidiana riguardano la stalla, il pollaio e la cantina.

Il percorso con lo sguardo si conclude nella grotta della Natività, con Maria che indossa un manto azzurro che simboleggia il cielo, San Giuseppe con un manto dai toni dimessi a rappresentare l’umiltà e i personaggi, in adorazione del Bambino Gesù.

Presepe artistico (128) Iembo MassariEcco una galleria di immagini, del bellissimo scenario realizzato da Pietro Antonio Iembo e Maria Massari, foto che speriamo riescano a descrivere il Presepe, ma non di certo le emozioni e suggestioni che i visitatori, potranno provare immergendosi nella realtà di Betlemme, percorrendo con lo sguardo le tortuose stradicciole segnate da luci, casette e capanne dove rivivono le genti di 2.000 anni fa, nei loro tipici costumi, con i loro mestieri, ma sopratutto mentre lassù in alto, la stella annuncia che lì, in quella capanna, fra il bue e l’asinello, è nato il Salvatore degli uomini.

La favola di Natale

Presepe artistico (149) Iembo MassariEra la notte di Natale. Nella calma ovattata della foresta, la neve scendeva copiosa e rendeva ancora più silenzioso il silenzio.

Nella baita, la calda luce del camino, disegnava sul muro strane forme e nel lettino, sotto una calda coperta, un bambino ascoltava la favola di Natale che il nonno gli stava raccontando: “Vedi, devi sapere che le stelle non sono nate senza un motivo.

Tantissimi anni fa, in una notte come questa, un bambino più o meno della tua età, guardava fuori dalla finestra.

Presepe artistico (147) Iembo MassariEra una notte buia e silenziosa e il cielo era nero e scuro, non c’era neanche la luna, perché non esisteva.

Quel bambino si sentiva solo, ma tanto solo, così solo che espresse un desiderio con una tale forza che si alzò un forte vento e tantissimi dei fiocchi di neve che scendevano, come in questo momento, volarono nel cielo, riempendolo di puntini bianchi e la luna comparve per la prima volta nella sua storia per proteggerli.

Da quel momento tutti gli uomini guardarono le stelle quando volevano esprimere un desiderio.

Presepe artistico (124) Iembo MassariTornando a quel bambino, pochi minuti dopo la comparsa delle stelle, sentì grattare alla sua porta, la aprì e vide davanti all’uscio una cesta e nella cesta, un cagnolino infreddolito che lo fissava con i suoi occhioni.

Da quel momento quel bambino non si sentì mai più solo, neanche per un istante.”.
Il nonno fissò il bambino per vedere se si era addormentato, il bambino invece era attento e lo fissava a sua volta.

Distolse lo sguardo e lo rivolse alla finestra.

Presepe artistico (122) Iembo MassariLa neve scendeva sempre più fitta.

Il bambino guardò ancora il nonno: “Anch’io nonno ho il mio desiderio.

Vorrei che ogni anno della mia vita, in questa notte, tu mi raccontassi una fiaba!”.

Il nonno sorrise intenerito e una lacrima spuntò nei suoi occhi.

Il bambino ora cresciuto era in piedi davanti alla finestra del suo appartamento.

Presepe artistico (114) Iembo MassariEra la notte di Natale.

I suoi figli alle sue spalle, stavano aprendo i pacchi con una gran foga.

Lui fissava tra i fiocchi di neve e il suo pensiero vagava nella folla dei suoi ricordi, quando il suo sguardo cadde sulla strada, dove alla luce bianca di un lampione, un vecchio mendicante stava controllando nella spazzatura: forse sarebbe riuscito a trovare la sua cena?!

Come se sentisse uno sguardo addosso, si voltò e sorrise, quelle che una volta era un bambino ricambiò il sorriso, senza rendersi conto del perché.

Presepe artistico (115) Iembo MassariIn quell’istante si sentì tirare la stoffa dei pantaloni: “Papà, papà guarda che bello il mio garage nuovo!”.

Accarezzò la testa di suo figlio e ritornò con lo sguardo alla strada, ma anche se erano passati solo pochi secondi, il mendicante era scomparso… fu in quell’istante che la favola più bella che aveva mai sentito comparve nella sua mente.

(Tratta dal web)

Galleria immagini: Gesù Bambino nel Presepe, realizzato da Pietro Antonio Iembo e Maria Massari – Natale 2015 – Borgotaro (Parma)

 

Presepe artistico (117) Iembo MassariIllustrare attraverso alcune immagini l’antica tradizione del Presepe nella Valle, con la pace e la religiosità popolare che lo pervade crediamo possa contribuirne a mantiene in vita una cultura del passato, e delle nostre radici, che sono patrimonio e vanto delle nostre comunità rurali e montane.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.