Borgotaro (PR) – Natale 2014: “Meraviglia” e Presepe nella Chiesa di Sant’Antonino – 29 dicembre 2014

Print Friendly, PDF & Email

Borgotaro (133) Presepio NataleIl Natale 2015, periodo ricco di momenti gioiosi ed emozionanti, è alle porte e “valgotrabaganza” vi propone un viaggio nelle atmosfere natalizie 2014 …

“Si” avete letto bene Natale 2014, infatti aspettando il Natale 2015, vi facciamo fare un tuffo nel passato con le immagini del presepio e del meraviglioso “allestimento” nella Chiesa di Sant’Antonino Martire a Borgo Val di Taro (Parma) foto scattate il 29 dicembre 2014.

Guarda i post PresepioNatale 

 

Guarda il post Celebrazioni: Avvisi della Parrocchia di Sant’Antonino Borgotaro (Parma) – 2015

Concorso “Il Presepe: una tradizione che continua” – I premiati del Natale 2014 – Parrocchia di S. Antonino Borgotaro (PR)

Borgotaro (120) NataleEcco alcune foto (scattate le mattina del 29 dicembre 2014) nella Chiesa di Sant’Antonino Martire a Borgotaro (Parma).Borgotaro (115) Natale

 Le immagini dell’atmosfera del Natale 2014 nella Chiesa di Sant’Antonino Martire a Borgotaro (Parma).Borgotaro (121) Natale

 Il Presepe 2014 nella Chiesa di Sant’Antonino Martire a Borgotaro (Parma).Borgotaro (131) Presepio Natale

Borgotaro (126) Presepio Natale

Foto che crediamo possano contribuire a mantenere in vita una cultura del passato e le nostre radici culturali e sociali, che sono patrimonio e fiero vanto delle nostre comunità rurali e montane, magiche atmosfere che comunicano pace, fratellanza e speranza per tutti.

approfondimento

testo liberamente tratto dal sito www.catho.org alla pagina CLIKKA

Borgotaro (111) NataleVita nascosta di Giovanni Battista 

Il fanciullo cresceva e si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua manifestazione a Israele.

Nascita di Gesù e visita dei pastori

In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra.

Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria Quirinio.

Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città.

Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta.

Borgotaro (134) Presepio NataleOra, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto.

Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo.

 C’erano in quella regione alcuni pastori che vegliavano di notte facendo la guardia al loro gregge.

Un angelo del Signore si presentò davanti a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce.

Essi furono presi da grande spavento, ma l’angelo disse loro: «Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore.

Borgotaro (112) NataleQuesto per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia».

E subito apparve con l’angelo una moltitudine dell’esercito celeste che lodava Dio e diceva: «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama».
Appena gli angeli si furono allontanati per tornare al cielo, i pastori dicevano fra loro: «Andiamo fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere».

Borgotaro (132) Presepio NataleAndarono dunque senz’indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, che giaceva nella mangiatoia.

E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.

Tutti quelli che udirono, si stupirono delle cose che i pastori dicevano.

Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

I pastori poi se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.

testo tratto dal sito www.antonellaaloe.it post alla pagina ASPETTANDO IL NATALE

Borgotaro (104) Natale“Il Natale si festeggia in tutto il mondo: in ogni paese, tutti i popoli, cristiani e non cristiani, nel mese di dicembre celebrano feste di pace, di fratellanza, di gioia e di prosperità, ciascuno secondo la propria cultura e le proprie tradizioni.

E questo succede fin dai tempi più antichi.

In concomitanza con il solstizio d’inverno un lungo periodo di festeggiamenti onorava il “rinascere” del sole: le giornate cominciavano ad allungarsi, segnando il lento percorso verso la primavera, con l’augurio e la speranza di raccolti copiosi e di cibo per tutti.

Borgotaro (116) NataleCosì gli antichi Egizi festeggiavano la nascita del dio Horus, i Greci quella del dio Dioniso, gli Scandinavi quella del dio Frey. I Romani celebravano Saturno, dio dell’agricoltura, con grandi feste in cui amici e parenti si scambiavano doni.

Borgotaro (126) Presepio NataleI Cristiani sostituirono i riti pagani con la festa della nascita di Gesù, figlio di Dio, portatore di pace e di salvezza per tutta l’umanità, mantenendo delle antiche tradizioni lo spirito di gioia e di speranza che la luce divina porta in ogni cuore.

Per questo in tutto il mondo Natale è augurio di bontà, serenità e felicità da condividere con “tutti gli uomini di buona volontà”.

Galleria immagini: Borgotaro (PR) – Natale 2014: “Meraviglia” e Presepe in Chiesa – 29 dicembre 2014

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.