Leggenda ”Le 4 Candele” (Avvento 2015) – Chiesa Sant’Antonino Martire Borgotaro (PR) – Foto/favola/racconto

Print Friendly, PDF & Email

Le 4 Candele” (104) AvventoRiportiamo di seguito le immagini della Chiesa di sant’Antonino Martire in Borgotaro (Parma) del 30 novembre 2015 (tempo d’Avvento 2015), e la storia e leggenda ”Le 4 Candele”, testo associato anche, alle quattro candele che si accendono nelle 4 domeniche di Avvento.

Quattro ceri simbolo dell’Avvento, tempo di attesa, di conversione e di speranza. 

Guarda i post “Foto/favola/racconto

 Le 4 Candele” (110) AvventoAbbiamo letto che..

Le 4 Candele” (105) AvventoLa prima candela è detta “del Profeta”, poiché ricorda il profeta Michea, che aveva predetto che il Messia sarebbe nato a Betlemme e simboleggia la speranza.

La seconda candela è detta “di Betlemme”, per ricordare la città in cui è nato il Messia, e simboleggia la chiamata universale alla salvezza.

La terza candela è detta “dei pastori”, i primi che videro ed adorarono il Messia e simboleggia la gioia.

La quarta candela è detta “degli Angeli”, i primi ad annunciare al mondo la nascita del Messia e a vegliare sulla capanna dove è nato il Salvatore. Simboleggia l’amore.

Secondo un’altra tradizione assai diffusa le quattro candele rappresentano la Speranza, la Pace, la Gioia e l’Amore.

L’accensione di ciascuna candela indica la progressiva vittoria della Luce sulle tenebre dovuta alla sempre più prossima venuta del Messia.

Concludiamo con una storia, associata alle quattro candele e alla luce: 

 “LE QUATTRO CANDELE”

Le 4 Candele” (106) AvventoLe quattro candele, bruciando, si consumavano lentamente.

Il luogo era talmente silenzioso, che si poteva ascoltare la loro conversazione.

La prima diceva:

“IO SONO LA PACE, ma gli uomini non mi vogliono: penso proprio che non mi resti altro da fare che spegnermi!”

Così fu e, a poco a poco, la candela si lasciò spegnere completamente.

La seconda disse:

“IO SONO LA FEDE, purtroppo non servo a nulla.

Gli uomini non ne vogliono sapere di me, non ha senso che io resti accesa”.

Appena ebbe terminato di parlare, una leggera brezza soffiò su di lei e la spense.

Triste triste, la terza candela a sua volta disse:

Le 4 Candele” (103) Avvento“IO SONO L’AMORE, non ho la forza per continuare a rimanere accesa.

Gli uomini non mi considerano e non comprendono la mia importanza.

Troppe volte preferiscono odiare!”

E senza attendere oltre, la candela si lasciò spegnere. …

Un bimbo in quel momento entrò nella stanza e vide le tre candele spente.

“Ma cosa fate! Voi dovete rimanere accese, io ho paura del buio!”

E così dicendo scoppiò in lacrime.

Allora la quarta candela, impietositasi disse:

Le 4 Candele” (102) Avvento“Non temere, non piangere: finché io sarò accesa, potremo sempre riaccendere le altre tre candele: IO SONO LA SPERANZA”.

Con gli occhi lucidi e gonfi di lacrime, il bimbo prese la candela della speranza e riaccese tutte le altre.

CHE NON SI SPENGA MAI LA SPERANZA DENTRO IL NOSTRO CUORE…

…e che ciascuno di noi possa essere lo strumento, come quel bimbo, capace in ogni momento di riaccendere con la sua Speranza, la FEDE, la PACE e l’AMORE.

Immagini: Le 4 Candele” (Avvento 2015) – Chiesa Sant’Antonino Martire Borgotaro (Parma) 

Le 4 Candele” (105) AvventoNei post inseriti nella categoria Foto/favola/racconto, troverete poesie, racconti “poetici”, e “narrazioni”, abbinati a fotografie, realizzati con fantasia e originalità di “pensiero”.

Mezzi di comunicazione, in cui emerge qualcosa di noi stessi, che possiamo definire “favole” molte volte ridenti, vivaci e spesso sognanti, capaci di cogliere sfumature, mettendo in “scena” nell’immaginario di ognuno di noi, mondi onirici, dove aleggiano segreti, passione, natura, fantasie, emozioni e “batticuori”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.