Borgotaro (Parma) – Foto del primo ‘900 – Testo di Giacomo Bernardi – Curiosità

Print Friendly, PDF & Email

Borgotaro (Parma) Foto del primo '900Ti racconto una foto …una categoria del blog con storie e racconti di persone, avvenimenti e luoghi della “valgotrabaganza” (termine di fantasia usato come nome del “blog” e derivante dall’unione dei nomi delle valli degli autori, la Val Gotra e la Val Baganza e dei rispettivi torrenti che le attraversano, non così noti, ma che nel nostro immaginario rappresentano l’intero Appennino e la montagna in genere), il tutto attraverso una fotografia. 

Ecco la descrizione di Giacomo Bernardi, dell’immagine che ritrae il borgo montano di Borgo Val di Taro in provincia di Parma (foto probabilmente scattata nei primi anni ’30).

L’immagine e il testo crediamo infondano pace, tranquillità e tutto il senso della vita di allora.

Guarda i post Borgotaro 

Borgotaro (Parma) Foto del primo '900A volte, quando vedo queste foto, mi prende molta malinconia, se non tristezza.

Non so come, ma mi riportano a un Borgo che non è più quello d’oggi.

Problemi, allora, ce n’erano più d’oggi, c’era molta miseria, anche fame, in molte famiglie.

Ma ancora non conoscevamo gli anni del benessere, della “ricchezza”, così quella ci sembrava una vita normale.

Ma quel che noto in queste foto è la campagna ben curata; il pagliaio in primo piano, sulla destra; un senso di pulito, lindo.

Viene in mente la parola “pace”, in contrasto con i fatti di questi giorni.

Si vede il massiccio castello, non ancora abbattuto, il campo di calcio appena ultimato, con la vecchia tribuna, molta alberatura, scomparsa per far posto alle case.

E poi la “cava”, terribile per chi vi lavorava.

Per chi carriola dopo carriola mangiava una collina.

Non mancano le viti e, sotto le mura, il podere curato da “Cavanèin” che ogni anno ci offriva lo spettacolo della mietitura e trebbiatura.

Ma forse la mia malinconia è dovuta a quell’età giovanile che d’un lampo se ne è andata.

Giacomo Bernardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.