Il Jazz incontra il mondo dei Cartoni al 20° ParmaJazz Frontiere “Venti migranti” – 15 e 22 novembre 2015 – Parma

Print Friendly, PDF & Email

Jazz incontra il mondo dei CartoniParma si appresta a vivere la ventesima edizione di ParmaJazz Frontiere, manifestazione realizzata con il contributo di Comune di Parma, Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Reale Ambasciata di Norvegia, Fondazione Monte di Parma, Unione Parmense degli Industriali, Dallara Automobili, Ibis Styles Hotels Parma, in collaborazione con Casa della Musica, Fondazione Teatro Due, Fondazione Teatro Regio, Associazione Culturale Europa Teatri, Associazione Remo Gaibazzi, Shakespeare Café, e grazie all’ospitalità di Banca Intesa Sanpaolo SpA (guarda il post 20° ParmaJazz Frontiere “Venti migranti”: 25 ottobre/10 dicembre 2015 – Parma).

Visto che nel sito è presenta la categoria Musica, pubblichiamo volentieri il seguente comunicato “Il Jazz incontra il mondo dei Cartoni”, del 13 novembre 2015.

Comunicato

Il Jazz incontra il mondo dei Cartoni

Portare i bambini ad ascoltare musica dal vivo è una delle cose più belle che si possano fare: ascoltare con le loro orecchie curiose, accogliere la musica con quella sensibilità aperta, disarmata e disarmante che noi adulti abbiamo spesso chiuso a chiave nel cassetto un po’ stantio della “maturità” è una bella boccata d’aria fresca.

ParmaJazz Frontiere Festival dedica ben due produzioni ai bambini con il progetto “Cartoons!”, frutto di altrettante collaborazioni con le realtà teatrali della città: domenica 15 novembre alle ore 11 la Fondazione Teatro Regio accoglie Tutti quanti voglion fare il jazz nell’ambito del Cartellone Regio Young. A coloro che non riuscissero a prenotare per questa data non resta che attendere il secondo appuntamento di “Cartoons!”, dal titolo DO-RE-MI-FA-DI-SE-GNA-RE, domenica 22 novembre 2015 alle ore 16:30 al Teatro Europa di Parma, nell’ambito della Stagione di Teatro Ragazzi di Europa Teatri.

Qui, l’organico composto da Giulia Crespi alla voce, Gabriele Fava al sassofono, Giacomo Marzi contrabbasso, Roberta Baldizzone pianoforte e Oscar Abelli alla batteria dovrà confrontarsi con un grande maestro del fumetto e dell’ironia qual è Gianluca Foglia “Fogliazza”: dalle matite di Walt Disney a quelle di un talento autoctono, le colonne sonore dei più bei film d’animazione sono proposte ai bambini riarrangiate in chiave jazz, accompagnate dal tratto di un disegnatore che si diverte a ritrarre in forma antropomorfa gli strumenti che vivono sul palco.

Il tutto, naturalmente, rigorosamente dal vivo.

In entrambe i casi, un modo per regalare a bambini e famiglie un momento spensierato di allegria.

Nella speranza, perché no, che ai bambini resti nel cuore un’emozione da ricercare ancora e ancora, nel tempo che verrà.

Il rapporto fra la musica e il mondo dei cartoni ha certamente una storia lontana nel tempo: è del 1940, infatti, Fantasia di Walt Disney, quel capolavoro di sinestesia che ha fatto “vedere” la musica e “sentire” il coloratissimo mondo dei cartoons a decine di generazioni e che è stata la prima vera lezione di musica per tanti bimbi.

L’abbinamento tra musica classica, contemporanea, jazz e cartoni animati è talmente felice da diventare presto uno stilema per la Disney, nonché fonte d’ispirazione per progetti di altri produttori cinematografici.

Un esempio su tutti: il cortometraggio d’animazione Voyage to Next, realizzato nel 1973 da John e Faith Hubley e prodotto dal World Policy Institute in cui troviamo non solo la colonna sonora ma anche la voce narrante del grande Dizzy Gillespie.

E poi: chi non ha cantato o ballato con Scat-cat and the gang guardando Gli Aristogatti?

Per ogni informazione e prenotazione: ParmaFrontiere, 0521.238158, info@parmafrontiere.itJazz incontra il mondo dei Cartoni

Guarda i post 

20° ParmaJazz Frontiere “Venti migranti”: 25 ottobre/10 dicembre 2015 – Parma).

 1° Premio Internazionale Giorgio Gaslini: Cerimonia di premiazione e concerto del vincitore Francesco Orio – 17 ottobre 2015 – Borgotaro (PR)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.