Celebrazione del'”IV Novembre” – Albareto (Parma) – 8 novembre 2015

Print Friendly, PDF & Email

Celebrazione IV Novembre (172) AlbaretoIl 4 novembre 2015, giorno in cui si celebra l’anniversario del termine il 1° conflitto mondiale, la Grande Guerra (un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l’inizio del ‘900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali), in moltissimi Comuni della valle sono stati organizzati cortei e manifestazioni per festeggiare, commemorare e ricordare oltre la fine vittoriosa della guerra, anche le Forze Armate. 

Di seguito le immagini della manifestazione svolta, domenica 8 novembre 2015, a cura dell’Amministrazione comunale di Albareto (Parma), celebrazioni per la commemorazione del “IV Novembre”, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

(guarda il post Albareto)

Celebrazione IV Novembre (168) AlbaretoCelebrazione IV Novembre (160) AlbaretoRicordiamo che …

In questo 2015 sono ricorsi i 100 anni dall’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra (24 maggio 1915) e i 70 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale (8 maggio 1945).

Ecco un piccolo resoconto fotografico della manifestazione, che ha registrato una grande e sentita partecipazione.

Chiesa S. Maria Assunta in Cielo: celebrazione della Santa Messa presieduta da parroco delle parrocchia, Monsignor Renato Fugaccia

Deposizione corona al Monumento ai Caduti

Il Sindaco Davide RiccoboniCelebrazione IV Novembre (151) Albareto

Autorità presentiCelebrazione IV Novembre (257) Albareto

 Consegna delle Costituzione Italiana ai neo diciottenni residenti 

FOTOCRONACA

Le celebrazioni per il “IV Novembre”, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, sono iniziate alle ore 11.00, con una Santa Messa officiata da Monsignor Renato Fugaccia.Celebrazione IV Novembre (102) Albareto

Di seguito si è svolto il corteo (con in testa i gonfalone istituzionale del Comune e delle Associazioni, che ha attraversato il centro cittadino), con la partecipazione del Sindaco Davide Riccoboni e Autorità Civili e Militari.Celebrazione IV Novembre (144) Albareto

Alle ore 12,00 sono stati resi gli Onori al Monumento ai Caduti con la deposizione di una corona d’alloro ad opera del Gruppo Alpini. Celebrazione IV Novembre (165) Albareto

Nella piazza del Municipio dopo l’alza bandiera, Celebrazione IV Novembre (216) Albaretoè stato letto, da Ferrando Botti il Bollettino della Vittoria, il documento ufficiale con cui il generale Diaz, comandante supremo dell’Esercito Italiano, annunciò la vittoria dell’Italia e la disfatta nemica nella prima guerra mondiale. Celebrazione IV Novembre (248) Albareto

«Comando Supremo, 4 novembre 1918, ore 12

Celebrazione IV Novembre (253) AlbaretoLa guerra contro l’Austria-Ungheria che, sotto l’alta guida di S.M. il Re, duce supremo, l’Esercito Italiano, inferiore per numero e per mezzi, iniziò il 24 maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi, è vinta.

La gigantesca battaglia ingaggiata il 24 dello scorso ottobre ed alla quale prendevano parte cinquantuno divisioni italiane, tre britanniche, due francesi, una cieco slovacca ed un reggimento americano, contro settantatré divisioni austroungariche, è finita.

La fulminea e arditissima avanzata del XXIX Corpo d’Armata su Trento, sbarrando le vie della ritirata alle armate nemiche del Trentino, travolte ad occidente dalle truppe della VII armata e ad oriente da quelle della I, VI e IV, ha determinato ieri lo sfacelo totale della fronte avversaria.

Celebrazione IV Novembre (363) AlbaretoDal Brenta al Torre l’irresistibile slancio della XII, della VIII, della X armata e delle divisioni di cavalleria, ricaccia sempre più indietro il nemico fuggente. Nella pianura, S.A.R. il Duca d’Aosta avanza rapidamente alla testa della sua invitta III armata, anelante di ritornare sulle posizioni da essa già vittoriosamente conquistate, che mai aveva perdute.

L’Esercito Austro-Ungarico è annientato: esso ha subito perdite gravissime nell’accanita resistenza dei primi giorni e nell’inseguimento ha perduto quantità ingentissime di materiale di ogni sorta e pressoché per intero i suoi magazzini e i depositi.

Ha lasciato finora nelle nostre mani circa trecentomila prigionieri con interi stati maggiori e non meno di cinquemila cannoni. I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza.»

Di seguito il Sindaco Davide Riccoboni, ha tenuto il discorso ufficiale.Celebrazione IV Novembre (325) Albareto

Davide Riccoboni, Sindaco di Albareto durante il discorso commemorativo, ha salutato calorosamente le autorità militari e civili presenti,Celebrazione IV Novembre (176) Albareto i rappresentanti delle Associazioni e tutti i cittadini intervenuti.Celebrazione IV Novembre (224) Albareto

Ha poi ringraziato particolarmente, Marco Botti (superstite di Cefalonia e Sindaco di Albareto per 37 anni – guarda il post Marco Botti superstite di Cefalonia e Sindaco di Albareto per 37 anni, ha cercato nel suo piccolo di promuovere la pace e la giustizia), che nei giorni scorsi è stato insignito della “Medaglia della Liberazione”.Celebrazione IV Novembre (346) Albareto

Celebrazione IV Novembre (187) AlbaretoIn occasione del 70° anniversario della Liberazione, il Ministro della Difesa ha inteso rivolgere una particolare attenzione nei confronti di tutti coloro che hanno partecipato alla Resistenza e alla Lotta di Liberazione (partigiani, internati militari nei lager nazisti, combattenti inquadrati nei Reparti delle FF.AA.), realizzando una Medaglia commemorativa che è stata denominata “Medaglia della Liberazione”

Marco Comm. Botti (91 anni)Celebrazione IV Novembre (247) Albareto

Autorità presentiCelebrazione IV Novembre (219) Albareto

Foto ricordoCelebrazione IV Novembre (345) Albareto

Celebrazione IV Novembre (287) AlbaretoIn questa giornata si intende ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo, per i militari di allora e quelli di oggi.

Abbiamo letto che ..

Celebrazione IV Novembre (365) AlbaretoIl monumento dedicato al granatiere è qui fissato nella consueta posa gloriosa e rassicurante del soldato in una posa di movimento e di partecipazione alle azioni belliche.

In questa versione in luogo delle armi del fante (il fucile o la baionetta) è presente la granata stretta nella mano sinistra.

Il monumento fu innalzato presumibilmente, negli anni immediatamente successivi al primo conflitto mondiale grazie alla fratellanza del comune di Albareto con gli emigrati a New York, come testimonia l’incisione sulla colonna che sorregge il soldato

Celebrazione IV Novembre (364) Albareto

Sul monumento si legge

 

ALLA MEMORIA DEI FIGLI

 DEL COMUNE DI ALBARETO

 CADUTI PER LA PATRIA

 DURANTE LA GUERRA MONDIALE

 LA FRATELLANZA DI ALBARETO

 IN NEW YORK

 DEDICA QUESTO MONUMENTO

 

 1915 1918

 

Galleria immagini: Celebrazione del “IV Novembre” – Albareto (Parma) – 8 novembre 2015

Approfondimento 

Celebrazione IV Novembre (149) AlbaretoIl 4 novembre 1918 aveva termine il 1° conflitto mondiale – la Grande Guerra – un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l’inizio del ‘900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali. 

La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti​ (Padova) con l’Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.