«

»

ott 01 2015

Soffietto e irroratore (macchina) a spalla per spruzzare il “verderame” sulla vite – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Macchina irroratore verderame vite (106)Attraverso la categoria “Museo rurale virtuale”, cerchiamo di farvi riscoprire le nostre origini anche nella descrizione dell’uso degli antichi utensili. 

Ecco l’immagine del soffietto e dell’irroratore (macchina) a spalla per spruzzare il verderame, antichi strumenti utilizzato nella coltivazione della vite.

(guarda la categoria Attrezzi – oggetti di una volta – vai alla pagina “Museo rurale virtuale“)

Foto di Roberto Pavio (guarda i post Autori, Roberto Pavio, immagini)

Soffietto irroratore verderame vite (101)Macchina irroratore verderame vite (104)Su questi attrezzi, ci riferisce Roberto Pavio:

Soffietto e irroratore (macchina) a spalla per spruzzare il “verderame” sulla vite per la coltivazione dell’uva 

Soffietto irroratore verderame vite (103)Sulle colline delle nostre valli (Val Taro) fino a 40/50 anni fa erano presenti molti vitigni.

Si potevano osservare campi con radi filari ma anche vere e proprie vigne.

Oggigiorno, in alta val Taro, sopravvivono pochissime coltivazioni di vite.

Alcuni fattori che crediamo abbiano determinarono la loro scomparsa sono: la scarsa qualità del prodotto vista la difficoltà di maturazione dovute al clima non sempre favorevole, la maggior disponibilità economica dei contadini che consentiva loro l’acquisto di uva da mosto o del vino stesso, la necessità di utilizzare i campi per la coltivazione del solo foraggio e la diffusione e l’uso delle macchine agricole per la coltivazione del stesso che portava con sé la necessità di avere ampi spazi liberi per poter manovrare al meglio le “nuove” macchine operatrici: motofalci, trattori, carri ecc – molto più ampie dei vecchi attrezzi da lavoro sia manuali, che con l’utilizzo di animali – per questa ragione, le viti dentro i campi erano d’intralcio.

Macchina irroratore verderame vite (108)I contadini nella nostra zona (Val Taro), curavano la vite dai parassiti e funghi (peronospora) con l’annaffiatura col verderame e con lo spargimento di zolfo mediante soffietto.

L’annaffiatura col verderame veniva eseguita con una pompa portata a spalla.

Si passava tra i filari spruzzando le foglie col cannello direzionato con una mano, mentre con l’altra si azionava la pompa.

Una parte di verderame durante l’irrorazione si disperdeva nell’aria e si depositava, sugli abiti, sul viso e sulle mani del contadino facendole diventare dello stesso colore.

Mi hanno raccontato …

Soffietto irroratore verderame vite (100)Fino a circa la metà degli anni sessanta, in un podere nei pressi di Pieve di Campi nel Comune di Albareto Parma, vi era una piccola vigna e alcuni filari nei campi coltivati.

Il padre e lo zio, conduttori del podere, avevano una botte adibita alla annaffiatura col verderame.

La botte veniva caricata sul carro o sulla “trazza” (treggia) trainata dai buoi e portata ad una fonte ai margini di un campo per essere riempita.

Dentro un sacco di juta veniva messa una certa quantità di verderame in scaglie delle dimensioni grosso modo di una noce.

Macchina irroratore verderame vite (100)Il sacco veniva poi legato alla bocca e immerso nell’acqua della botte e lasciato in ammollo per tutta la notte.

L’indomani il verderame si era sciolto, e l’acqua che era così pronta per essere irraggiata sulle foglie della vite con l’apposita macchina a pompa manuale.

La macchina era composta da un serbatoio, una canna e da un sistema a pompa che veniva azionata dalla mano, tramite una leva posta su un lato della macchina stessa.

Macchina irroratore verderame vite (107)Ci si recava dunque col carro e la botte piena di acqua ai margini della vigna dove il serbatoio della annaffiatrice veniva riempito utilizzando un catino col quale si attingeva l’acqua dalle botte.

Il contadino si legava l’attrezzo – provvisto di cinghie – sulla schiena e passava tra i filari spruzzando il liquido sulle foglie della vite.

Roberto Pavio

Galleria immagini: Soffietto e irroratore (macchina) a spalla per spruzzare il “verderame” sulla vite – Oggetti e attrezzi del passato – “Museo rurale virtuale”

Macchina irroratore verderame vite (110)Abbiamo inserito nel blog “valgotrabaganza” una nuova categoria Attrezzi – oggetti di una volta e la relativa pagina “Museo rurale virtuale“, dedicati ad un “progetto” (proposto da Roberto Pavio), che ci piace definire “Museo rurale virtuale”, riguardante immagini e video di attrezzi e oggetti del mondo rurale di una volta. Naturalmente siete tutti invitati, e ve siamo grati fin ora, a contribuire con commenti a descrizione, integrazione o correzione per eventuali errori, delle informazioni dei post, o con l’inoltro di altre immagini che ci possano aiutare in questa proposta di esposizione e recupero della memoria contadina, argomento che crediamo stia a cuore a molti dei nostri lettori.

L’indirizzo email per l’inoltro di eventuale materiale è il seguente: museovalgotrabaganaza@gmail.com 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA

Effects Plugin made by Free Wordpress Themes