Compiano (Parma): “RADUNO FERRARI” (auto del “cavallino rampante”) – 27 settembre 2015

Print Friendly, PDF & Email

Ferrari raduno Compiano (115)Nell’ambito delle manifestazioni inserite nel calendario degli eventi della 40° edizione della Fiera (Sagra) del Fungo di Borgotaro IGP di Borgo Val di Taro (Parma), manifestazione che si e tenuta il 19, 20 e il 26, 27 settembre 2015 (guarda il post CLIKKA), domenica 27 settembre 2015, si è svolto l’evento intitolato “RADUNO FERRARI”, organizzato dalla Scuderia Abano Terme e Scuderia Caprino Bergamasco in collaborazione con BOOMERANG BAR.

Ecco alcune immagini delle auto del “cavallino rampante”, tirate a lustro, mentre sfilano lungo la strada nei pressi di Compiano (Parma) e in bella mostra nel piazzale del parcheggio e nel borgo medievale.

Ferrari raduno Compiano (108)

Ferrari raduno Compiano (138)Ringraziamo Isabella Squeri per aver condiviso con i lettori del blog, le immagini delle Ferrari, le auto del “cavallino rampante” che hanno dipinto di rosso il centro di Compiano in provincia di Parma.

(guarda i post Isabella Squeri, immagini)

Ricordiamo che..

Le settanta auto avevano fatto tappa a Borgo Val di Taro, per poi sfilare per la valle fino ad arrivare a Compiano (PR).

Ecco le immagini del passaggio delle vetture nei pressi di Compiano (Parma) nella verdissima Val Taro.Ferrari raduno Compiano (411)

Esposizione delle vetture partecipanti nel centro di Compiano (Parma).Ferrari raduno Compiano (160)

COMPIANO (Parma)

Ferrari raduno Compiano (426)Arroccato su di un colle, al centro della valle, Compiano (m. 466) pare voglia ancora dominare, come un tempo, sul territorio circostante.

Il castello, le possenti torri angolari, le mura, i campanili, le case che s’alternano diseguali, già dal basso della valle, trasmettono al visitatore il fascino dell’antico, del paese storico.

E storia alle spalle, Compiano ne ha davvero.

Una storia legata, com’è naturale, al castello.

Ferrari raduno Compiano (429)Come spesso capita con i monumenti antichi, anche in questo caso non si conosce una precisa data di nascita.

Così dobbiamo accontentarci di sapere che il castello, nel 1141, già esisteva in quanto è documentato che proprio in quell’anno i Malaspina lo cedettero al Comune di Piacenza che in quel tempo dominava su tutta la valle: dirlo millenario, non è quindi azzardato.

Si accede al borgo di Compiano attraverso tre porte, un tempo fortificate.

Uno stemma farnesiano in marmo la sovrasta e per superarla si deve passare sotto una robusta volta a botte.

Ferrari raduno Compiano (428)Ci accoglie una strada stretta in acciottolato, con due guide, che sale fino alla sommità del colle ove è posto il Castello.

Il Castello sta sulla sommità del colle, in bella posizione dalla quale si domina a trecentosessanta gradi il paesaggio.

La sua esistenza è documentata fin dal 1141, anno in cui i Malaspina lo cedettero al Comune di Piacenza che in quel tempo dominava su tutta la valle.

Nel secolo XIII, la famiglia Landi, d’origine piacentina, iniziò ad acquisire terreni in Valtaro e nel 1257 riuscì ad acquistare il Castello di Compiano e lo tenne, quasi ininterrottamente, per più di 400 anni, fino alla cessione ai Farnese (1682).

Ferrari raduno Compiano (431)Venne utilizzato come prigione durante il periodo napoleonico e anche successivamente, nel 1821 e nel 1831, in occasione dei moti risorgimentali che interessarono il Ducato.

Dopo diversi passaggi di proprietà, il castello venne acquistato, nel 1966, dalla signora Lina Raimondi Gambarotta che vi collocò la sua collezione di mobili e oggetti d’arte.
Alla sua mote (1987) ha lasciato al Comune di Compiano il castello e tutto quanto vi si trovava.

Fonte depliant “GUSTA LA PRIMAVERA

Galleria immagini: Compiano (Parma): “RADUNO FERRARI” (auto del “cavallino rampante”) – 27 settembre 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.