Fungo Porcino “cupetta” della Val Gotra: 20° Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto Parma – 13 settembre 2015

Print Friendly, PDF & Email

Fungo Porcino (104) cupettaImmagini del bellissimo cestino con i Porcini (in dialetto locale “cupette”), funghi trovati nei pressi di Albareto (Parma) in Val Gotra, ed esposti durante la 20ª Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (Parma), manifestazione gemellata con la Fiera Internazionale del Tartufo bianco di Alba (Cn), e con il patrocinio del ministero dello Sviluppo economico e di Expo Milano 2015 (guarda i post Fiera del Fungo Porcino Albareto).

Le immagini si riferiscono al pomeriggio di domenica 13 settembre 2015, e vedono come protagonista il volontario nonché assessore del Comune di Albareto Parma, Luciano Sabini con un cestino da esposizione contenente funghi Porcini “nostrani”.

Fungo Porcino (101) cupetta

Fungo Porcino (105) cupettaLa Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (PR), oltre a celebrare la straordinaria qualità del fungo porcino, uno tra i più nobili prodotti del sottobosco “Re dei sapori”, cerca di far riscoprire le tradizioni e la cultura della nostra gente.

(guarda i post Fiera del Fungo Porcino Albareto)

Abbiamo letto che ..

Il fungo Porcino non viene coltivato ma la sua nascita è in stretta relazione con fenomeni climatici e microclimatici che possono in parte essere condizionati dall’uomo.

Fungo Porcino (100) cupettaAnche se l’uomo non può influire su pioggia o vento, può adottare sistemi di taglio particolari all’interno dei boschi, che andando a modificare la densità e la struttura dei popolamenti boschivi, vanno ad influire sul microclima.

È noto, ad esempio, che i boschi governati a fustaia producono meno funghi rispetto a quelli governati a ceduo, e per questa motivazione vengono governate a fustaia quasi esclusivamente le zone a minor produttività.

Per quanto concerne la regolamentazione della raccolta, necessaria per far fronte ad un indiscriminato assalto ai boschi, con conseguente distruzione dell’ecosistema fungo-pianta le Comunalie, che dagli anni ’60 rappresentano le maggiori proprietà boscate a vocazione fungina del comprensorio, hanno istituito apposite riserve per la raccolta dei funghi.

All’interno di queste riserve occorre rispettare alcune fondamentali regole, come i giorni di chiusura, il massimo raccolto consentito e il pagamento del tesserino (il cui ricavato viene reinvestito in opere di forestazione).

Fungo Porcino (105) cupetta

Fungo Porcino (103) cupettaIl cercatore di funghi ama la natura, appena può fugge dalla routine giornaliera per rifugiarsi nei boschi, luoghi unici e capaci di ridare energia sia il corpo che allo spirito. Anche se la raccolta è stata povera o assente, la bellezza dei luoghi e la fortuna di ammirarli con i loro colori, rumori, profumi, produrrà sensazioni ed emozioni uniche e ricordi indelebili.

Galleria immagini: Porcino “cupetta” della Val Gotra: 20° Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto Parma – 13 settembre 2015

Fungo Porcino (104) cupettaLa Val Taro e la Val Gotra, territtorio del fungo I.G.P. unico in Europa, sono zone d’elezione per la raccolta dei profumati miceti, con un ambiente da tutelare, valorizzare e fruire razionalmente, attraverso una corretta gestione delle risorse ambientali (suolo, acqua, specie selvatiche, foreste, e prodotti del sottobosco), in armonia, per una durevole simbiosi tra uomo e territorio.

Notturno Albareto Parma