25 dicembre (Natale): “Miracolo a Natale” di Giacomo Bernardi – Borgo Val di Taro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Miracolo di Natrale BorgotaroDi seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Valdi Taro, Parma), riguardante la ricorrenza del Santo Natale (25 dicembre), intitolato “Miracolo a Natale”.

Guarda i racconti 13 dicembre (Santa Lucia): “La notte di Santa Lucia (1° racconto)” di Giacomo Bernardi – Borgo Val di Taro (PR) 

13 dicembre (Santa Lucia): “Santa Lucia, la notte più lunga che ci sia (2° racconto)” di Giacomo Bernardi – Borgo Val di Taro (PR)

Guarda i post Giacomo Bernardi Continua a leggere

13 dicembre (Santa Lucia): “Santa Lucia, la notte più lunga che ci sia (2° racconto)” di Giacomo Bernardi – Borgo Val di Taro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Santa LuciaDi seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Valdi Taro, Parma), riguardante la ricorrenza di Santa Lucia (13 dicembre), intitolato “Santa Lucia, la notte più corta che ci sia (2° racconto)”.

Guarda il primo racconto nel post 13 dicembre (Santa Lucia): “La notte di Santa Lucia (1° racconto)” di Giacomo Bernardi – Borgo Val di Taro (PR)

Guarda i post Giacomo Bernardi Continua a leggere

Leggere una foto, ossia datarla – a cura di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Borgo Val di Taro foto antiche (1)Di seguito il testo di Giacomo Bernardi (appassionato della storia e delle tradizioni di Borgo Valdi Taro, Parma), riguardante l’argomento “datazione di una foto”.

A volte, datare una foto è molto difficile. Altre volte, se si tengono presenti (e si conoscono) alcuni riferimenti, si è in grado di stabilire se non l’anno, almeno una “forchetta” di due date all’interno della quale collocare la datazione.

E’ il caso di queste due interessanti cartoline del Borgo che, tenendo appunto conto di alcuni riferimenti, riusciamo a datare. Continua a leggere

“Il Miracolo della schiacciata (Chissöra)” – Leggenda di San Colombano di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi) – Bedonia (PR)

Print Friendly, PDF & Email

San Colombano Miracolo della schiacciata  (1)Di seguito la “favola” popolare «IL MIRACOLO DELLA SCHIACCIATA (CHISSÖRA)» leggenda dell’alta Val Ceno di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi), che vede come protagonista San Colombano.  

La Chissöra è una sorta di focaccia (schiacciata) fatta di farina bianca, tipico piatto di Bedonia (PR).

Guarda i post “Luoghi, leggende, favole

Continua a leggere

Tornolo (PR): Ricorrenza della “Madonna del Faggio 2015” (Festa di Maria Bambina) – Parrocchia di Compiano – 8 settembre 2015

Print Friendly, PDF & Email

Madonna Faggio (199) Tornolo Compiano Ecco le immagini dei festeggiamenti per la Natività della Beata Vergine Maria (Festa di Maria Bambina), ricorrenza solenne celebrata l’8 settembre 2015, presso il Santuario della Madonna del Faggio (Parrocchia di Compiano), in località Bigarelli di Tornolo (PR).  

Guarda il post Oggi la Chiesa celebra: Natività della Beata Vergine Maria (08 settembre) – di Giuseppina Gatti Continua a leggere

Le “Rocche di Drusco” – Drusco Bedonia (PR) – Leggenda dell’alta Val Ceno – A cura di Giannino Agazzi – Luoghi, leggende

Print Friendly, PDF & Email

Rocche di Drusco (100) leggendaDi seguito la “favola” «Le “Rocche di Drusco”», leggenda dell’alta Val Ceno legata alle Rocche (rocce) di Drusco, di Giannino Agazzi, ed alcune immagini scattate nel corso di una visita (il giorno 26-11-2013) a Drusco di Bedonia (Parma) in Val Ceno.

Luogo che conserva un carattere monumentale e “magico”, caratterizzato da prati, boschi, freschi ruscelli e rocce dall’aspetto maestoso, un ambiente incontaminato tipico dell’alta Val Ceno, all’interno dell’incantevole foresta, ai piedi del Monte Tomarlo. Continua a leggere

Don Agostino Viviani, il Cappellano degli Alpini dal cuore d’oro (di Maria Elena Chiappari) – Da “L’Araldo della Madonna di San Marco” del 2011- Bedonia (PR)

Print Friendly, PDF & Email

Don Agostino Viviani (100)Di seguito il testo e le immagini dell’articolo inserito nella rubrica “Unità Pastorali”, intitolato “Don Agostino Viviani, il Cappellano degli Alpini dal cuore d’oro (Le penne nere dell’alta Val Ceno ricordano il loro fondatore a 40 anni dalla scomparsa)”, servizio riguardante Don Agostino Viviani (morto il 31 dicembre 1970), di Maria Elena Chiappari. Continua a leggere

“Il Semprevivo dei Tetti” – Curiosità di Giannino Agazzi Delfina Minoli (da “L’Araldo della Madonna di San Marco” – Bedonia – Parma)

Print Friendly, PDF & Email

semprevivo dei tetti (1) storiaDi seguito il testo e le immagini dell’articolo inserito nella rubrica “Curiosità del mese (a cura di Giannino Agazzi e Delfina Minoli)”.

Il servizio, intitolato “Il Semprevivo dei Tetti”, è incluso nell’“L’Araldo della Madonna di San Marco” (Bollettino mensile ORGANO della BASILICA SANTUARIO di BEDONIA (Parma) – N. 1 – Gennaio 2012) 

(guarda i post “Luoghi, leggende, favole“)

Continua a leggere

Il Salto della Bella Donna – Al satu d’la bèla dona – a cura di Giacomo Bernardi – Borgotaro (PR) – Rio Testanello – Leggende

Print Friendly, PDF & Email

Mario Previ leggende Il salto della Bella Donna (1)Di seguito la leggenda “Il salto della Bella Donna”testo tratto dal libro “Leggende della Val di Taro” (Giacomo Bernardi) – Illustrazioni di Mario Previ – Associazione Ricerche Storiche Valtaresi “Antonio Emmanueli” – Borgotaro (visibile nel sito giacomobernardi33.blogspot.it alla pagina Il salto della bella donna (Al satu d’la bèla dona))

Le immagini del Rio Testanello sono state scattate da Roccamurata di Borgo Val di Taro (Parma), l’11 novembre 2014.

(guarda i post Borgo Val di Taro)

Continua a leggere

“Il Ponte del Diavolo” – Tasola e Calice Bedonia (PR) – Leggenda dell’alta Val Ceno di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi)

Print Friendly, PDF & Email

Il ponte del diavolo leggendaDi seguito la “favola” popolare «IL PONTE DEL DIAVOLO», leggenda di Tasola e Calice (Ponteceno) di Bedonia (PR) in alta Val Ceno di Romeo Musa (a cura di Giannino Agazzi).

Luoghi che conservano un carattere monumentale e “magico”, caratterizzato da prati, boschi, freschi ruscelli e rocce dall’aspetto maestoso, un ambiente incontaminato tipico dell’alta Val Ceno, all’interno dell’incantevole foresta, ai piedi del Monte Tomarlo.

Continua a leggere

1 2