29 – 30 – 31 Gennaio “Giorni della Merla” – immagini Tombeto in Val Gotra

La leggenda “I Giorni della Merla”  fonte  Wikipedia

immagini Alegrafia del 29-01-2012  – Tombeto Albareto (PR)

Tombeto di Albareto 29-01-2012 Giorni della Merla (2)Giorni della merla   

I cosiddetti giorni della merla sono, secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di gennaio (29, 30 e 31). Sempre secondo la tradizione sarebbero i tre giorni più freddi dell’anno (anche se alcune leggende e tradizioni ne specificano come variante gli ultimi 2 giorni di gennaio e il primo di febbraio).

Ipotesi sul modo di dire

Continua a leggere

2012 Sant’Antonio Abate – Video e non solo.

23/01/2012 video : BERCETO – BENEDETTI GLI ANIMALI ED I LORO PROPRIETARI PER INTERCESSIONE DI SANT’ANTONIO

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=wJSFcz1FXkI&list=UUHCZZVcIRjyxiSluWHKJJqw&index=2&feature=plcp]

  dal sito gazzettadiparma.it   

   23/01/2012  Cani, cavalli e un pappagallo sull’«Arca di Noè»

Si sono conclusi a Isola di Compiano i festeggiamenti dedicati a Sant’Antonio Abate. Mai come quest’anno in montagna è stato ricordato il santo protettore degli animali: da Bardi a Bedonia, da Borgotaro ad Anzola e poi anche nelle piccole frazioni centinaia di persone con i loro animali hanno partecipato alle varie celebrazioni religiose e alle feste organizzate dagli agricoltori e dai contadini. L’ultimo appuntamento era fissato ieri mattina a Isola di Compiano, nella chiesa parrocchiale dedicata al santo: monsignor Domenico Ponzini della diocesi di Piacenza-Bobbio ha presieduto la messa solenne accompagnata dal canto e dalla musica sacra del maestro Alessandro Lusardi. Al termine della celebrazione il sacerdote accompagnato dai ministranti ha benedetto gli animali. (continua)

approfondimenti dal sito

La festa di Sant’Antonio Abate (17 gennaio) in Val Gotra e non solo.

Continua a leggere

25-01-2012 : Video/Giacomo Bernardi Le Calende – La Conversione di San Paolo

video:Le Calende Giacomo Bernardi 25-01-2012.wmv

dal sito di Giacomo Bernardi

notte_speciale di Mario PreviLe previsioni del tempo Le calende di gennaio (ossia come si prevedeva il tempo dell’annata)

<—immagine – Mario Previ: Una notte speciale (Olio su vetro)

Salvati dalla notte di San Paolo!!!

Tra i metodi più seguiti per formulare previsioni circa il “tempo” dell’anno nuovo, vi era quello legato alla osservazione delle Kalende di gennaio. Per Kalende di gennaio si intendevano i primi 12 giorni di quel mese.

Osservando l’andamento meteorologico di quei primi 12 giorni, si potevano avanzare previsioni per i 12 mesi dell’anno. Il 1 gennaio corrispondeva al mese di gennaio, il 2 gennaio corrispondeva al febbraio, il 5 gennaio a maggio e così via. Attenzione però che se fosse stato bel tempo il 5 gennaio avremmo avuto un brutto maggio, se avesse fatto brutto il 10 gennaio avremmo avuto un bell’ottobre.

Ma i nostri vecchi si erano riservati una specie di “prova d’appello”. Un modo di dire che suona così:

Di tutte le calende non mi curo se la notte di San Paolo non dà scuro.

Ossia le previsioni che derivano dalla osservazione delle calende non mi preoccupano…se la notte di San Paolo sarà bella.

Chiaro e scuro nel nostro dialetto sono sinonimi di sereno e nuvoloso.

Continua a leggere

La festa di Sant’Antonio Abate (17 gennaio) in Val Gotra e non solo.

Il 17 gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate, patrono degli animali domestici e da cortile.

Sant’Antonio Abate, monaco eremita comunemente conosciuto come taumaturgo, cioè guaritore di malattie (es.“Fuoco di Sant’Antonio” malattia che da lui prende il nome) e protettore degli animali da cortile.

dal sito www.santiebeati.it  per sapene di più Sant’ Antonio Abate 17 gennaio

Continua a leggere

Manuale di Alegrafia : Guida Pratica – Controluce e “Silhouette” in alba o tramonto

 .. . <– Cosa significa Controluce in fotografia?

Immagine scattata con la macchina fotografica rivolta verso la fonte luminos

26-06-2008 Alba dal ,Monte Gottero 1640 mt

 

Cosa significa “Silhouette” in fotografia?–>

Sagoma del soggetto fotografato con la caratteristica di spiccare nei confronti dello sfondo luminoso.

Una delle tante situazione per sperimentare il controluce e la “silhouette” è il tramonto o l’alba dove il cielo è molto più luminoso degli altri soggetti presenti.

Continua a leggere

Le “Calende” e la ricorrenza del tresendì (13 gennaio) in Val Gotra

Nella mia zona (Val Gotra) si accoglie festosamente il tredici di gennaio.

In questo giorno si festeggia la fine delle “calende” e l’inizio del nuovo anno un po’ come un Capodanno.

Il tutto ha a che fare con “il calendario in uso al tempo dei Romani e alle correzioni che vi portò Giulio Cesare“(dal sito di Giacomo Bernardi)

Questo “rito” del “tresendì” pare consista nel ritrovarsi (filosso – Momenti di civiltà contadina: Ar filosu) con i propri famigliari, amici, conoscenti, vicini di casa e mangiare in compagnia  padeletti (frittelle di Farina di Castagne) e frisou (frittelle di farina di grano). Gli ingredienti sono semplici, farina di grano o di castagne,  cipolle o mele, sale o zucchero, lievito e strutto per la frittura, tutti prodotti della campagna.

Continua a leggere

“L’Epifania tutte le feste le porta via” – E’ ufficiale: sono finite le feste!

 

E’ sicuro con l’arrivo della festività dell’Epifania

“che tutte le feste porta via”

è finito quel suggestivo periodo

ricco di momenti gioiosi ed emozionanti.

Riposti gli addobbi nelle soffitte, ripostigli, armadi le emozioni provate durante quel magico momento molte volte ci ritornano alla mente tramite immagini simbolo e ci accompagneranno fino all’anno prossimo.

Le immagini che mi fanno rivivere questi sentimenti di fratellanza, solidarietà e rinascita (valori del Natale) sono legate alla famiglia, all’amicizia e alla religione.

alegrafia

Ecco alcune immagini (particolari) che mi fanno tornare alla mente e rivivere le emozioni vissute.

Continua a leggere

01-01-2012 Tombeto, Folta, Groppo, di Albareto (PR): Passeggiata alla ricerca dei “Tesori” nascosti della Val Gotra l’agrifoglio (Ilex aquifolium) – “Emozioni nel bosco”

Attraverso una natura incontaminata o quasi,ed alcuni vecchi sentieri abbiamo scoperto un angolo di mondo, irraggiungibile con altri mezzi di locomozione.

Itinerario: l’arrivo e la partenza avviene direttamente dall’abitato di Folta di Albareto (Parma) a 1 chilometro dalla frazione  di Tombeto di Albareto (Parma).

Continua a leggere

1 507 508 509